10 astrofotografi ispiratori da seguire su Instagram

Se la Terra fosse piccola come una biglia, il sistema solare fino a Nettuno coprirebbe un'area delle dimensioni di San Francisco e questo è solo in due dimensioni.

Questo punto è confermato da un nuovo video chiamato "To Scale: The Solar System", che mostra i registi Wylie Overstreet e Alex Gorosh, insieme ad alcuni dei loro amici, mentre costruiscono un modello di dimensioni precise del nostro cortile cosmico nel Black Rock del Nevada Deserto.

Il progetto mira a fornire una rara prospettiva sul vicinato della Terra, hanno affermato i membri del team. [Sistema solare in scala nel deserto: come lo hanno fatto (video)]

"Se metti le orbite in scala su un pezzo di carta, i pianeti diventano microscopici e non sarai in grado di vederli", dice Overstreet nel video di 7 minuti, che è stato visto più di 1,4 milioni di volte da allora è stato pubblicato su YouTube il 16 settembre. "Non c'è letteralmente un'immagine che ti mostri adeguatamente come appare da là fuori. L'unico modo per vedere un modello in scala del sistema solare è costruirne uno".

Quindi è quello che Overstreet, Gorosh e il resto del gruppo hanno deciso di fare. Hanno costruito il loro sistema solare in miniatura su una spiaggia riscaldata dal sole nel Black Rock Desert (dove ogni estate si tiene il festival Burning Man) nel corso di 36 ore, segnando le orbite dei pianeti trascinando sezioni di rete metallica dietro un veicolo .

Il sole al centro di questo sistema solare di nuova costruzione è largo circa 5 piedi (1,5 metri). Mercurio si trova a 224 piedi (68 m) dalla nostra stella, mentre Venere, Terra e Marte si trovano rispettivamente a 447 piedi (120 m), 579 piedi (176 m) e 881 (269 m) dal Sole.

Giove è notevolmente più distante a 0,57 miglia (0,92 chilometri), mentre Saturno e Urano si trovano a 1,1 miglia (1,7 km) e 2,1 miglia (3,4 km) dal sole. L'orbita di Nettuno rappresenta il limite esterno di questo minisistema, a 5,6 km di distanza. (Il team non ha tracciato l'orbita del pianeta nano Plutone o qualsiasi altro oggetto nella fascia di Kuiper, che si trova oltre Nettuno.)

Overstreet, Gorosh e i loro amici hanno utilizzato un drone per acquisire riprese aeree del progetto. "To Scale: The Solar System" presenta anche uno straordinario video timelapse in cui luci in movimento tracciano le orbite dei pianeti sulla playa. Quest'ultimo filmato è stato girato di notte dalla cima di una montagna vicina mentre un veicolo dotato di una luce brillante girava intorno al "sole" sulla spiaggia sottostante.

Bene, "attrezzato" è probabilmente una parola troppo elegante, dal momento che il membro del team Ramsey Meyer ha semplicemente tenuto la luce fuori dal finestrino durante questi lunghi viaggi in loop.

"È stato molto divertente. A volte è stato anche un duro lavoro", ha detto Meyer a This Web.com via e-mail. "Il programma delle riprese è stato molto aggressivo per un totale di 36 ore nel deserto, con solo cinque persone lì ad aiutare e il tempo non ha collaborato pienamente, essendo più nuvoloso e più freddo di quanto avremmo voluto".

Meyer ha detto che il team spera che "To Scale: The Solar System" lasci un'impressione oltre le otto tracce circolari scavate nel fondo asciutto del lago.

"Speriamo tutti che ispiri il pensiero e la riflessione sulla scienza, sull'umanità, sulla nostra posizione nella galassia e nell'universo", ha detto Meyer. "Speriamo che ispiri le persone nella varietà di modi in cui le persone possono essere ispirate".

Puoi guardare "To Scale: The Solar System" su YouTube qui: https://www.youtube.com/watch?v=zR3Igc3Rhfg

E puoi saperne di più su Overstreet e Gorosh e sui loro altri progetti su www.wylieoverstreet.com e www.alexgorosh.com.

Segui Mike Wall su Twitter @michaeldwall e Google+ . Seguici su @Spacedotcom , Facebook o Google+ . Originariamente pubblicato su Space.com .

Ir arriba