10 strani fatti su Mercury (un tour fotografico)

Mercurio, il più vicino al sole

Laboratorio di fisica applicata della NASA/Johns Hopkins University/Carnegie Institution di Washington

Mercurio, il pianeta più vicino al sole, è stato studiato da più di questo Webcraft nel corso degli anni. Gli scienziati hanno scoperto alcune scoperte sorprendenti sul piccolo pianeta e hanno persino mappato la sua intera superficie. Ecco 10 fatti sorprendenti su Mercurio.

PRIMA TAPPA: sbalzi di temperatura estremi

La maggior parte delle fluttuazioni di temperatura estreme nel sistema solare

NASA Goddard This Web Flight Center

Anche se Mercurio è il pianeta più vicino al Sole, la sua superficie può essere ancora estremamente fredda. La temperatura durante il giorno può raggiungere gli 840 gradi Fahrenheit (450 gradi Celsius), ma di notte le temperature possono scendere fino a meno 275 F (meno 170 C). Quella fluttuazione equivale a un'oscillazione di temperatura di oltre 1.100 F (600 C), la più grande di qualsiasi pianeta nel sistema solare.

IL PROSSIMO: Il pianeta più piccolo

Il pianeta più piccolo

Laboratorio di fisica applicata della NASA/Johns Hopkins University/Carnegie Institution di Washington

Mercurio è il pianeta più piccolo del sistema solare. Il minuscolo pianeta ha un diametro di circa 3.030 miglia (4.876 chilometri), il che lo rende delle dimensioni degli Stati Uniti continentali e solo leggermente più grande della luna terrestre. È più piccolo di Titano, luna di Saturno, e Ganimede, luna di Giove. Plutone era considerato il pianeta più piccolo del sistema solare, ma è stato declassato a "pianeta nano", lasciando la distinzione a Mercurio.

SUCCESSIVO: È un sopravvissuto

Impatto sopravvissuto con un asteroide gigante

Nasa

Gli scienziati pensano che un enorme asteroide si sia schiantato contro Mercurio circa 4 miliardi di anni fa, creando un cratere gigante di circa 960 miglia (1.545 km) di diametro. Chiamato Caloris Basin, il cratere potrebbe contenere l'intero stato del Texas al suo interno. I ricercatori hanno calcolato che l'asteroide che ha creato il bacino doveva essere largo circa 100 km.

IL PROSSIMO: L'orbita pazza di Mercurio

L'orbita pazza di Mercurio

Laboratorio di fisica applicata della NASA/Johns Hopkins University/Carnegie Institution di Washington

Mercurio gira intorno al sole più velocemente di qualsiasi altro pianeta. Percorre circa 112.000 mph (180.000 km/h) lungo la sua orbita ellittica. Il pianeta si avvicina al sole fino a 47 milioni di chilometri (29 milioni di miglia) e fino a 70 milioni di chilometri (43 milioni di miglia) dal sole. Il pianeta impiega solo 88 giorni terrestri per orbitare completamente attorno al sole.

IL PROSSIMO: Abbiamo visto tutto

Mercurio ha il ghiaccio

NASA/JPL/Università nordoccidentale

Gli scienziati pensano che ci sia del ghiaccio all'interno dei crateri di Mercurio. I poli nord e sud del pianeta sono freddi e ombrosi, il che potrebbe consentire loro di trattenere il ghiaccio d'acqua. Meteoriti e comete potrebbero aver trasportato ghiaccio in quelle aree, o il vapore acqueo dalle viscere di Mercurio potrebbe essere filtrato e congelato.

SUCCESSIVO: C'è anche un'atmosfera!

Ha un enorme nucleo di ferro

Nasa

Il nucleo di ferro di Mercurio occupa circa il 75 percento del raggio del pianeta. L'enorme nucleo contiene più ferro di qualsiasi altro pianeta del sistema solare. Gli scienziati non sono esattamente sicuri di come si sia formato il gigantesco nucleo di ferro di Mercurio, ma i ricercatori pensano che abbia qualcosa a che fare con la sua formazione. Se il pianeta si fosse formato rapidamente, avrebbe potuto lasciare un sottile guscio di crosta sopra il nucleo relativamente grande.

IL PROSSIMO: Mercurio ha effettivamente il ghiaccio

Una sonda della NASA ha mappato l'intera superficie di Mercurio

Laboratorio di fisica applicata della NASA/Johns Hopkins University/Carnegie Institution di Washington

La sonda MESSENGER della NASA (abbreviazione di MErcury Surface, This Web ENvironment, GEochemistry e Ranging mission), che orbita attorno a Mercurio dal 2011, ha trasmesso alcune immagini sorprendenti del pianeta più vicino al sole. Gli scienziati hanno utilizzato queste immagini per creare la prima mappa completa della superficie di Mercurio.

IL PROSSIMO: Il nucleo di ferro di Mercurio è enorme

Ha un'atmosfera sottile

Laboratorio di fisica applicata della NASA/Johns Hopkins University/Carnegie Institution di Washington

Mercurio ha l'atmosfera più sottile di qualsiasi pianeta del sistema solare. L'atmosfera del pianeta è così sottile che gli scienziati hanno un altro nome per questo: un'esosfera. La luna e altri corpi del sistema solare hanno anche esosfere, il che forse la rende il tipo di atmosfera più comune nel sistema solare, hanno affermato gli scienziati della NASA.

IL PROSSIMO: Mercurio ha la coda

Ha "code"

NASA/JHUAPL/CIW

Gli scienziati hanno scoperto che Mercurio ha flussi di particelle che si staccano dalla sua superficie. I ricercatori non sono esattamente sicuri di cosa sia responsabile della forma delle code, ma pensano che potrebbe avere qualcosa a che fare con la magnetosfera del pianeta e il vento del sole.

IL PROSSIMO: Mercurio potrebbe aver avuto dei vulcani

Mercurio potrebbe aver avuto dei vulcani

Laboratorio di fisica applicata della NASA/Johns Hopkins University/Carnegie Institution di Washington

Ir arriba