55 CANCRI E: super-terra super hot

55 Cancri e è una super-Terra grande circa il doppio del nostro pianeta che zuma intorno alla sua stella in 18 giorni. Ha una temperatura superficiale di quasi 4.900 gradi Fahrenheit (2.700 gradi Celsius). Per un po' è stato soprannominato il "pianeta dei diamanti" perché gli scienziati hanno suggerito che fosse composto da diamanti e grafite. Sebbene questa teoria non sia così popolare oggi, il pianeta rimane ancora un interessante oggetto di studio a causa della sua alta densità e della sua vicinanza molto stretta alla sua stella madre. Diversi studi di follow-up hanno prodotto ulteriori informazioni sulla sua superficie super calda, nonché sulla sua atmosfera.

Scoperta e prime osservazioni

Gli astronomi hanno scoperto il pianeta nel 2004 dopo aver osservato lo spettro della sua stella madre, 55 Cancri A, una delle due stelle in un sistema binario a circa 40 anni luce dalla Terra nella costellazione del Cancro. Ci sono almeno altri quattro pianeti nello stesso sistema, per lo più scoperti prima del 55 Cancri e. Il team (guidato dall'Università del Texas presso la Barbara McArthur di Austin) ha scoperto sottili strattoni sulla stella madre che potrebbero essere spiegati dalla presenza di un altro pianeta. Mentre l'esistenza del pianeta è stata contestata da un secondo gruppo di ricerca nel 2005, un gruppo separato nel 2006 lo ha confermato.

Inizialmente gli astronomi pensavano che 55 Cancri e (abbreviato 55 Cnc e) avesse un periodo orbitale di 2,8 giorni, ma le misurazioni nel 2011 hanno mostrato che il pianeta è molto più vicino alla sua stella madre. Osservazioni con il MOST (Microvariability & Oscillations of STars) canadese Questo telescopio Web ha dimostrato un periodo orbitale inferiore a 18 ore. I ricercatori hanno stimato che la temperatura superficiale di 55 Cancri e potrebbe arrivare fino a 4.892 F (2.700 C).

Le osservazioni di follow-up con lo Spitzer This Web Telescope nel 2012 hanno mostrato che 55 Cancri e è molto più strano del previsto. Mentre le stime originali affermavano che il pianeta era denso e roccioso, Spitzer ha suggerito che il pianeta include una buona proporzione di elementi e composti leggeri (come l'acqua). Tuttavia, le elevate temperature superficiali del pianeta contribuiscono a uno stato fluido "supercritico", hanno affermato i ricercatori, il che significa che i gas sono in uno stato simile a un liquido.

'Diamond Planet' e perdere lo scintillio

Un modello dell'interno del pianeta nel 2012 ha suggerito che 55 Cancri e è costituito da carbonio (principalmente come diamanti e grafite), oltre a ferro, carburo di silicio e possibili silicati. Il ricercatore capo Nikku Madhusudhan, dell'Università di Yale, ha affermato che il loro modello era diverso dai precedenti perché, a differenza dei team precedenti, non basavano le loro ipotesi sulla composizione chimica della Terra.

Tuttavia, questa idea è stata contestata nel 2013 dalla studentessa laureata in astronomia dell'Università dell'Arizona Johanna Teske. In una dichiarazione all'epoca, ha affermato che la stella madre di 55 Cancri e è sia più fresca del sole che ha più metalli. Ha anche affermato che lo studio del 2012 non ha analizzato correttamente la singola linea di ossigeno nello spettro della stella, portando a possibili errori. La sua ricerca ha invece scoperto che la stella ospite di 55 Cancri e ha il 25 percento in più di ossigeno rispetto al carbonio.

"In teoria, 55 Cancri e potrebbe ancora avere un alto rapporto carbonio-ossigeno ed essere un pianeta diamante, ma la stella ospite non ha un rapporto così alto", ha detto Teske nella dichiarazione. "Quindi, in termini di due blocchi di informazioni utilizzati per la proposta iniziale del 'pianeta-diamante', le misurazioni dell'esopianeta e le misurazioni della stella, le misurazioni della stella non lo verificano più".

Tuttavia, gli studi in corso sul pianeta stanno cercando di capire di più sulla sua strana natura. I ricercatori hanno osservato il pianeta utilizzando Hubble This Web Telescope e Spitzer This Web Telescope, con risultati pubblicati tra il 2013 e il 2016. Alcune delle teorie avanzate sulla sua superficie includono vulcani o lava che cola, che aiuterebbe a spiegare gli ampi sbalzi di temperatura tra il giorno e il notte. Nel frattempo, l'analisi della sua atmosfera suggerisce che l'involucro del pianeta è composto principalmente da idrogeno ed elio più simili a giganti gassosi rispetto alla Terra. [Video: Atmosfera di esopianeti super-terrestri caratterizzata per la prima volta]

Risorse addizionali

NASA: Terra e Super-Terra

Sci-News: Gli astronomi creano la mappa termica della Super-Terra 55 Cancri e

Ir arriba