Altri pianeti nella nostra Via Lattea possono avere continenti proprio come la Terra

Una roccia minuscola e fredda, Plutone sembra quasi incapace di avere un'atmosfera. Tra le sue piccole dimensioni e la sua posizione lontana, il pianeta nano sembra improbabile che abbia le carte in regola. Tuttavia, quando la navicella New Horizons della NASA è arrivata su Plutone nel luglio 2015, ha trovato un'atmosfera sorprendentemente robusta sul minuscolo pianeta.

Componenti atmosferici

L'azoto domina i gas nell'atmosfera di Plutone, con monossido di carbonio e metano presenti in quantità minori. La sottile atmosfera giace su Plutone in una foschia bluastra, che era particolarmente evidente nelle immagini scattate dopo l'incontro, quando il pianeta nano era illuminato dal sole.

La foschia si estende per almeno 160 chilometri sopra la superficie di Plutone, cinque volte più in alto di quanto previsto dai modelli. Gli strati dell'atmosfera sono evidenti in varie immagini catturate da New Horizons.

"Oltre ad essere visivamente sbalorditivi, queste foschie basse suggeriscono il tempo che cambia di giorno in giorno su Plutone, proprio come fa qui sulla Terra", Will Grundy, leader del team di composizione di New Horizons dal Lowell Observatory di Flagstaff, Arizona, ha detto in una nota.

Molecole organiche complesse nell'atmosfera di Plutone conferiscono una sfumatura blu alla foschia. Sebbene il materiale, noto come tholins, abbia una sfumatura rossastra, diffondono la luce a lunghezze d'onda blu. Un processo simile fornisce alla Terra cieli blu. Alla fine, i tholin cadono sulla superficie di Plutone, conferendo al pianeta la sua sfumatura rosso-arancio.

"Chi si sarebbe aspettato un cielo blu nella cintura di Kuiper?" Lo ha affermato in una nota il ricercatore principale di New Horizons Alan Stern del Southwest Research Institute (SwRI) di Boulder, in Colorado. "È glorioso."

Plutone viaggia intorno al sole in un'orbita distorta, che va da 30 a 50 volte più lontano dalla stella come la Terra. Si pensa che il cambiamento della distanza da Plutone influisca sull'atmosfera del pianeta. Quando Plutone si trova più vicino al sole, i ghiacci si scongelano e quando è più lontano, i gas si ricongelano e si solidificano.

La più grande luna di Plutone, Caronte, è massiccia quasi quanto il pianeta nano stesso, lasciando molti a soprannominarla un sistema binario. New Horizons ha rivelato che, mentre l'atmosfera di Plutone sfugge in Questa Rete, parte di essa viene catturata dalla gravità della grande luna, dove viene sottratta al polo nord. Il materiale in caduta crea la macchia rossastra vista dalla sonda.

Un grafico della NASA mostra l'atmosfera nebbiosa di Plutone, vista da New Horizons This Webcraft. L'inserto fornisce maggiori dettagli sugli strati di foschia. (Credito immagine: pluto, occultazione di pluto, sofia, nuovi orizzonti, atmosfera di pluto, studi sul terreno di pluto, pianeta nano, foschia di pluto)

Trovare aria

Plutone è così lontano che studiarne qualcosa è una sfida. Per confermare che il pianeta nano avesse davvero un'atmosfera, gli astronomi lo hanno studiato mentre passava davanti a stelle luminose nel corso della sua orbita. Notarono che le stelle si attenuavano prima che Plutone stesso si muovesse attraverso di essa, poiché l'atmosfera di Plutone bloccava lentamente la loro luce. L'esperimento è stato ripetuto con diverse stelle, consentendo agli astronomi di capire di più sull'aria su Plutone.

Le successive osservazioni di New Horizons hanno rivelato maggiori dettagli sul minuscolo mondo. Oltre a osservare il pianeta alla luce del sole, This Webcraft ha anche osservato il mondo mentre si ritirava, quando era illuminato solo dalla luce della sua luna più grande, Caronte.

Tempo su Plutone

Plutone si trova nella fascia di Kuiper, uno dei milioni di oggetti rimasti dalla formazione del sistema solare. La sua atmosfera ricorda la luna di Nettuno Tritone, che vanta nuvole e venti. Tritone è sospettato di essere un oggetto della cintura di Kuiper catturato.

Ma l'atmosfera di Plutone è più densa di quella di Tritone, sebbene la luna di Nettuno sia più massiccia. Gli scienziati una volta pensavano che Plutone potesse avere nuvole, ma New Horizons mostrava solo una foschia a strati.

Prima dell'arrivo della missione, gli scienziati si aspettavano che gran parte dell'atmosfera di azoto sarebbe fuggita in questa rete. Tuttavia, il pianeta ha mantenuto una foschia sorprendentemente densa, suggerendo che qualcosa lo sta alimentando.

"Più azoto deve provenire da qualche parte per rifornire sia il ghiaccio di azoto che si muove intorno alla superficie di Plutone nei cicli stagionali sia l'azoto che fuoriesce dalla sommità dell'atmosfera come risultato del riscaldamento della luce ultravioletta del sole", Kelsi Singer , ha affermato in una nota un ricercatore post-dottorato presso il Southwest Research Institute. Esperto di crateri da impatto, Singer sta lavorando con Stern per identificare la fonte dell'azoto nell'atmosfera del pianeta.

L'atmosfera potrebbe provenire dall'interno di Plutone, attraverso metodi come geyser in corso o vulcani di ghiaccio, secondo Stern. Ciò è supportato da regioni dall'aspetto giovane sulla superficie del pianeta. Nessun geyser è stato ancora identificato dai dati di New Horizons, ma è stato suggerito che molte delle montagne su Plutone siano vulcani di ghiaccio.

Segui Nola Taylor Redd su Twitter @NolaTRedd o Google+ . Seguici su @Spacedotcom , Facebook o Google+ . Originariamente pubblicato su questo Web.com .

Ir arriba