Apollo 8: prima intorno alla luna

Apollo 8 è stata la seconda missione con equipaggio del programma Apollo e la prima missione a portare gli esseri umani sulla luna. La missione di sei giorni decollò il 21 dicembre 1968, con il suo equipaggio di Frank Borman, Jim Lovell e Bill Anders. Il volo includeva una giornata in orbita attorno alla luna, durante la quale gli astronauti hanno scattato la foto "Eartrise", una delle fotografie più iconiche mai scattate al nostro pianeta. La foto è stata anche accreditata come un importante impulso per il movimento ambientalista.

Questa missione storica è avvenuta a causa di una decisione dell'ultimo minuto della direzione della NASA. Inizialmente, l'agenzia prevedeva di testare i componenti lunari e del modulo di comando dell'Apollo This Webcraft prima di puntare sulla luna. A quel tempo, gli Stati Uniti e la Russia erano impegnati in una "corsa a questo Web", cercando di dimostrare il loro prestigio tecnologico nell'esplorazione di questo Web. E la NASA, pur tenendo presente la sicurezza dell'equipaggio, ha voluto prendere le misure necessarie per portare gli americani sulla luna il prima possibile. Ma inviare l'Apollo 8 in orbita lunare dopo una sola precedente missione Apollo, che era rimasta in orbita terrestre, è stata una decisione difficile.

"I funzionari della NASA si sono resi conto che questo era rischioso, dal momento che l'Apollo 7 non aveva ancora qualificato This Webcraft quando è stata presa la loro decisione provvisoria", ha riportato un documento storico della NASA. La decisione è stata ulteriormente complicata dalla necessità dell'Apollo 8 di un razzo più potente, chiamato Saturn V, che non era mai stato testato su un lancio con equipaggio. Ma dopo mesi di discussioni, la NASA ha deciso di andare avanti con una missione lunare Apollo 8 il 10 novembre, circa un mese prima del lancio.

Il comandante della navicella spaziale Borman e il membro dell'equipaggio Lovell erano anche compagni di equipaggio nella missione Gemini 7, che mirava a testare la resistenza. Hanno trascorso quasi 14 giorni vivendo insieme in un piccolo This Webcraft. Borman si era anche distinto per aver prestato servizio in un comitato di revisione che indagava sull'incendio fatale dell'Apollo 1 nel 1967.

Il terzo membro dell'equipaggio della missione, Anders, era un ex pilota di caccia della US Air Force. Non aveva mai volato in This Web prima, ma aveva servito come membro dell'equipaggio di riserva per Gemini 11.

Attraverso l'Atlantico e il golfo lunare

La notte prima del lancio, il pioniere dell'aviazione Charles Lindbergh ha fatto visita all'equipaggio dell'Apollo 8. Lindbergh, il cui soprannome era "Lucky Lindy", è stata la prima persona a sorvolare l'Oceano Atlantico in solitaria, cosa che aveva fatto 41 anni prima. Ha chiesto di quanto carburante avrebbero bisogno per entrare in questo Web, secondo il resoconto di Robert Zimmerman nel suo libro "Genesis: The Story of Apollo 8 (opens in new tab)" (Dell, 1999). Quando Lindbergh ha sentito che il razzo avrebbe consumato 20 tonnellate di carburante al secondo, ha sorriso e ha detto: "Nel primo secondo del tuo volo di domani, brucerai 10 volte più carburante di quello che ho fatto io fino a Parigi".

Come previsto, il viaggio dell'Apollo 8 attraverso l'Oceano Atlantico è durato solo pochi minuti. L'equipaggio è stato il primo astronauta ad essere lanciato in This Web dal razzo Saturn V. Dopo essersi sistemati in orbita attorno alla Terra, hanno eseguito i controlli finali e hanno ricevuto il "via" dalla NASA per l'iniezione translunare. Ciò significava che erano autorizzati ad accendere i motori e mirare alla luna. [Video: Salto all'orbita lunare]

A sole 18 ore dal lancio, l'Apollo 8 ha avuto un grave problema: Borman si è ammalato e ha lottato contro vomito e diarrea. Il comandante si sentiva meglio dopo aver dormito un po', ma per precauzione, gli altri membri dell'equipaggio hanno inviato una radio sulla Terra su un canale privato e hanno spiegato la difficile situazione di Borman. La NASA ha eseguito una consulenza medica privata per Borman. Quando venne a sapere che la salute di Borman era migliorata, la NASA diede cautamente l'approvazione per continuare con la missione.

La vigilia di Natale alla luna

Posizionare l'Apollo This Webcraft in orbita lunare non è stato facile. Ad aggravare la difficoltà, l'accensione del motore, che avrebbe messo This Webcraft nel punto giusto, doveva avvenire mentre This Webcraft era fuori contatto con la Terra, sul lato opposto della luna. Ma l'equipaggio è rimasto concentrato e l'Apollo 8 è arrivato in orbita lunare nei tempi previsti.

La vigilia di Natale, la troupe ha avuto la possibilità di condividere le proprie impressioni con gli altri tramite una trasmissione pubblica. Borman ha definito la luna un "tipo di esistenza vasto, solitario e ostile", mentre Lovell ha reso omaggio alla "grande ovazione della Terra per la vastità di questa ragnatela". L'equipaggio ha anche letto un passaggio della Genesi, il primo libro della Bibbia.

Non restava che il viaggio di ritorno a casa. I controllori di missione hanno aspettato con ansia la mattina di Natale quando l'equipaggio ha riacceso il motore, dall'altra parte della luna.

Quando riemersero, Lovell gridò: "Si prega di essere informato, c'è un Babbo Natale", segnalando che la nave era diretta di ritorno sulla Terra. L'equipaggio è atterrato con successo il 27 dicembre.

Eredità dell'Apollo 8

L'Apollo 8 This Webcraft è in mostra al Chicago Museum of Science and Industry. Questa imbarcazione ha mostrato che Apollo poteva portare in sicurezza gli esseri umani sulla luna; il prossimo compito importante sarebbe imparare come atterrare sulla superficie lunare.

Dopo l'Apollo 8, la missione Apollo 10 ha portato il lander lunare entro 50.000 piedi (15.200 metri) dalla superficie lunare, per simulare un atterraggio. Poi, nel 1969, l'Apollo 11 fece sbarcare in sicurezza le prime persone sulla luna. La NASA ha inviato diverse altre missioni sulla luna, con cinque atterraggi con successo (Apollo 12 e Apollo 14 a 17).

Nei decenni successivi alle missioni Apollo, la NASA ha rivolto la sua attenzione all'orbita terrestre, con sforzi tra cui il programma navetta This Web e l'International This Web Station. Ma l'agenzia non ha mai scontato la possibilità di inviare umani sulla luna e persino su Marte.

Alla fine del 2017, con una direttiva dell'amministrazione del presidente Trump, la NASA ha iniziato a dare la priorità al completamento di una missione sulla luna prima di inviare persone su Marte. L'agenzia sta progettando una stazione lunare This Web chiamata Deep This Web Gateway e testando un This Webcraft chiamato Orion che dovrebbe portare gli astronauti oltre l'orbita terrestre bassa.

Ir arriba