Best Star Trek: episodi Voyager

Dal 1995 al 2001, Voyager è stata una partenza per la serie di Star Trek, un viaggio in un nuovo territorio, letterale e metaforico. È stato il primo nel franchise a presentare una donna sulla sedia del capitano, con la forte e testarda Kathryn Janeway (Kate Mulgrew) che prende il timone. Nell'episodio pilota, Caretaker (gennaio 1995), l'astronave di classe Intrepid Voyager viene catapultata nel Quadrante Delta, un quadrante finora inesplorato della galassia. La missione di Voyagers (e l'arco narrativo generale) era semplice allora: tornare a Federation This Web, anche se mancavano 75 anni (spoiler: non ci è voluto molto tempo).

Durante le sue sette stagioni e 172 episodi, la Voyager ha introdotto nuove specie, come l'Hirogen e il flagello dei Borg, Specie 8472. Ha esplorato i dilemmi emotivi ed etici, come l'ologramma senziente e il drone riformato Seven of Nines che risale alla vita, e lungo la strada si è divertito con Klingon e Q canaglia. È stato uno spettacolo alquanto irregolare e non ha raggiunto il suo massimo fino alla quarta stagione, ma ha comunque fornito molti momenti memorabili.

Sebbene Voyager non abbia mai raggiunto le vette dell'alchimia del cast e della profondità narrativa del suo immediato antenato, l'iconico The Next Generation, ha aperto nuovi orizzonti. Forse in modo più significativo, si è concentrato, per la prima volta, su una donna capitano che comandava con la massima sicurezza, ispirando l'amore e la lealtà del suo equipaggio, contribuendo a spianare la strada alla serie del 2017 Discovery. E includeva anche alcuni scritti molto belli, come dimostra questo elenco (nota: seguono spoiler per singoli episodi e serie, e le due parti conteranno come un episodio ai fini di questo elenco).

Se vuoi rivivere i migliori episodi di Voyager, dai un'occhiata alla nostra guida allo streaming di Star Trek per scoprire dove puoi guardare lo spettacolo online. Oppure, se sei un grande fan di Star Trek, dai un'occhiata al nostro elenco di film di Star Trek, classificati dal peggiore al migliore ,

Ora, facciamo il conto alla rovescia dei nostri primi dieci migliori episodi di Star Trek Voyager, iniziando con…


10. Origine lontana

(Credito immagine: Paramount Pictures)

  • Stagione 3, episodio 23
  • Data di messa in onda originale: 30 aprile 1997

Poiché Voyager era ambientato in una parte lontana della galassia, a 70.000 anni luce da casa, la serie è sempre stata un po' più stravagante di The Next Generation (TNG) o Deep This Web Nine (DS9). In questo episodio, la Voyager, uno dei gioielli della Flotta Stellare, incontra più che bene la sua partita in una razza nota come Voth, quando l'intera nave viene trasportata all'interno di un'enorme nave Voth.

Si scopre che i Voth potrebbero essersi evoluti dai dinosauri della Terra eoni fa in questo racconto sull'importanza della curiosità scientifica e dell'apertura mentale. Occhi aperti è la frase memorabile pronunciata dal pionieristico paleontologo Voth mentre cerca di dimostrare che gli umani e Voth un tempo condividevano la stessa origine.


9. Buon Pastore

(Credito immagine: Paramount Television)

  • Stagione 6, episodio 20
  • Data di messa in onda originale: 15 marzo 2000

Ricordando l'episodio Lower Decks di The Next Generation, Good Shepherd offre agli spettatori la possibilità di vedere la Voyager da una prospettiva diversa, non del capitano e dei suoi ufficiali, ma da membri dell'equipaggio molto più bassi. Concentrandosi su una bajorana che ha problemi con le sue somme, un fisico ipocondriaco e misantropico, il capitano Janeway decide di portare questi tre in una missione di trasferta, per riportare sulla rotta queste pecore smarrite.

È un bell'episodio che mostra la Voyager come l'astronave gerarchica che è sempre stata e l'importanza dei suoi numerosi membri dell'equipaggio che la aiutano a rimanere in funzione. Curiosità: il chitarrista dei Rage Against the Machine Tom Morello appare in questo episodio come Crewman Mitchell.


8. Usignolo

(Credito immagine: Paramount Television)

  • Stagione 7, episodio 8
  • Data di messa in onda originale: 22 novembre 2000

L'ufficiale di grado più basso, il guardiamarina Harry Kim (Garrett Wang), ha finalmente la possibilità di brillare quando chiede al capitano Janeway di affidargli la sua prima missione di comando. Questo episodio è stato un'efficace educazione ai punti più sottili della leadership, poiché il giovane ufficiale ha preso il comando di una nave aliena, rivelando che il lavoro del Capitano e dei Primi Ufficiali era più difficile di quanto sembravano.

Guarda come il guardiamarina Kim mina la fiducia del suo nuovo equipaggio e enfatizza eccessivamente l'importanza dei controlli di routine, tra le altre lezioni su cosa non fare come leader.


7. Errore umano

(Credito immagine: Paramount Television)

  • Stagione 7, episodio 17
  • Data di messa in onda originale: 7 marzo 2001

Human Error scopre che Sette di Nove (Jeri Ryan) cercano di superare i suoi limiti Borg nel tentativo di diventare più umani. È romantico, divertente, imbarazzante, emotivamente espansivo, eppure stranamente claustrofobico. Mentre Seven naviga in varie attività sociali come un baby shower, chiacchiere e, cosa più toccante di tutte, incontri, questo episodio svela l'ossessione, il perfezionismo e l'interiorità sensibile di Seven, che smentiscono la sua imperscrutabile facciata da drone.

Con alcune belle interpretazioni di Ryan e Picardo nei panni del Dottore (che è segretamente innamorato di Seven), questo episodio è leggermente imperfetto, ma più ambizioso e più in sintonia con gli umori umani di gran parte dell'opera di Voyagers.


6. Fusione

(Credito immagine: Paramount Television)

  • Stagione 2, episodio 16
  • Data di messa in onda originale: 5 febbraio 1996

Si vive al limite di ogni momento, eppure, a modo suo, anche la violenza è attraente. Forse perché non richiede logica. Forse è per questo che Suders è così liberatorio che agghiaccia le parole a Tuvok.

Le prime stagioni di Voyager erano irregolari poiché l'equipaggio si prendeva del tempo per stabilire un'intesa, mentre gli antagonisti come il Kazon non erano entusiasmanti. Ma nella seconda stagione, siamo stati trattati per un episodio di grande dramma che non si basava su battaglie aliene. Invece, è arrivato tramite un omicidio a bordo. Il Vulcaniano residente e Chief Security Officer, Tuvok (Tim Russ), è incaricato di risolvere il caso. Tentando di stabilire il motivo, il logico Tuvok è sconcertato quando l'assassino, il membro dell'equipaggio Suder, risponde di aver commesso il crimine senza motivo. La mente di Tuvok si fonde con Suder per capirlo meglio.

Inutile dire che Tuvok sperimenta gli effetti negativi della fusione in questo studio sulla violenza estrema e si confronta con l'etica della punizione appropriata. Ancorato da una performance carismatica di Brad Dourif, nei panni del sociopatico, Suder ha persino una possibilità di redenzione, tornando in Basics in due parti (stagione 2, episodio 26), quando aiuta a riprendere la nave dal Kazon.


5. Equinozio

(Credito immagine: Paramount Television)

  • Stagione 5, episodio 25 e stagione 6, episodio 1
  • Data di messa in onda originale: 26 maggio 1999 e 22 settembre 1999

Questo finale della quinta stagione ha una grinta e un'oscurità che le serie successive Enterprise e Discovery utilizzeranno di più. Incontrando un'altra nave della Flotta Stellare nel Quadrante Delta, il Capitano Janeway va in aiuto della USS Equinox. Una nave molto più piccola e meno potente, l'Equinox è un'astronave di classe Nova non progettata per missioni a lungo raggio.

Allora, come sono riusciti a sopravvivere così a lungo? In questo teso e drammatico due parti, Janeway si confronta con altri ufficiali della Flotta Stellare e si vendica quando scopre l'orribile verità sul tradimento da parte dell'Equinozio dei principi della Flotta Stellare e della Prima Direttiva.


4. Un battito di ciglia

(Credito immagine: Paramount Television)

  • Stagione 6, episodio 12
  • Data di messa in onda originale: 19 gennaio 2000

La USS Voyager indaga su un mondo che ruota 58 volte al secondo, con il tempo che scorre molto più rapidamente sulla sua superficie rispetto a This Web, ma rimane intrappolato mentre viene catturato dall'orbita dei pianeti. Nel frattempo, i nativi primitivi in ​​superficie vedono una nuova stella nel cielo, che sembra essere Voyager.

In questo divertente episodio, l'equipaggio della nave, e noi il pubblico, possiamo vedere l'evoluzione di un mondo e dei suoi abitanti davanti ai nostri occhi. Caratterizzato da un pre-Lost Daniel Dae Kim nei panni di un alieno, Blink of an Eye ha un fascino e una dolcezza che si esprimono magicamente negli ultimi momenti dell'episodio.


3. Fine del gioco

(Credito immagine: Paramount Television)

  • Stagione 7, episodio 24
  • Data di messa in onda originale: 23 maggio 2001

Quando il finale di Voyagers è andato in onda, è stato accolto con reazioni contrastanti da parte del pubblico, con un consenso sul fatto che avvolgesse le cose in modo un po' troppo ordinato. Anche se quella critica non è valida, in retrospettiva Endgame è stata più una delizia che una nota acida. Dopotutto, nel corso dei suoi 86 minuti di durata, il gioco in due parti ha finalmente dato ai suoi personaggi un po' più di spazio per respirare. Questa generosità si estese per includere il ritorno della meravigliosa Alice Krige nei panni della Regina Borg, apparsa per la prima volta nel ruolo nel film Star Trek: Primo contatto.

Coinvolgendo una resa dei conti Borg, tra le altre delizie, Endgame ci ha regalato le viste di un equipaggio di Voyager in età avanzata, mentre apprendiamo dei destini dell'equipaggio, delle meraviglie di una tecnologia ancora più futuristica e di una Janeway dai capelli bianchi che fa i conti con come testardo potrebbe essere il suo io più giovane.


2. Anno dell'inferno

(Credito immagine: Paramount Television)

  • Stagione 4, episodio 8 e 9
  • Data di messa in onda originale: 5 novembre 1997 e 12 novembre 1997

Questo film in due parti è tra i più oscuri e crudi che Star Trek abbia mai avuto. Questa era la Voyager in pericolo e il capitano Janeway nella sua forma più cupa. La Voyager viene coinvolta in un conflitto tra specie, ma si ritrova coinvolta in una storia più personale. Kurtwood Smith offre un'interpretazione autorevole nei panni del cattivo Annorax, una figura minacciosa che comanda una nave armata temporale in grado di cancellare oggetti e civiltà dalla linea temporale.

Year of Hell aveva una qualità epica, un senso di timore reverenziale e un vero pericolo poiché era difficile immaginare che la Voyager sopravvivesse all'assalto. Pieno di immagini memorabili da Janeway come una figura militarista feroce a una nave devastata con buchi nello scafo, questa era la Voyager nella sua forma più infernale.


1. Senza tempo

(Credito immagine: Paramount Television)

  • Stagione 5, episodio 6
  • Data di messa in onda originale: 18 novembre 1998

Un mini capolavoro. Per il centesimo episodio di Voyagers, i produttori e sceneggiatori degli spettacoli Brannon Braga, Rick Berman e Joe Menosky hanno creato qualcosa di speciale. Con Levar Burton (famoso da Geordi La Forge e The Next Generation) come regista, Timeless ha avuto la maestosità di un film. I 45 minuti di durata includevano l'immagine straordinaria della Voyager racchiusa nel ghiaccio e una trama tanto soddisfacente quanto avvincente (oltre a un cameo di Burton nei panni di un capitano della Flotta Stellare).

Ciò che è stato ancora più sorprendente è stato Garrett Wang che interpretava un Harry Kim più vecchio e brizzolato, probabilmente nella sua interpretazione straordinaria, per una storia piena di pathos e rimpianti. Riuscirà il vecchio Kim a mandare un messaggio indietro nel tempo per correggere un grosso errore ed evitare la morte dei suoi compagni di squadra? Timeless ha davvero una qualità senza tempo, dal momento che è il miglior episodio di Voyager mai prodotto.

Ir arriba