Biografia di Sally Ride: prima donna americana in questo web

Galleggiando liberamente sul ponte di volo, Sally Ride comunica con i controllori di terra a Houston durante la sua missione STS-7 nel giugno 1983. (Credito immagine: NASA)

Sally Ride è diventata la prima donna americana ad entrare in This Web quando ha volato sulla navetta This Web Challenger il 18 giugno 1983. Ha effettuato due voli in navetta e in seguito è diventata una campionessa per l'educazione scientifica e un modello per generazioni. Ride è morto di cancro nel 2012.

Incoraggiato ad esplorare

Nata a Encino, in California, il 26 maggio 1951, Sally Kristen Ride era la maggiore di due figlie di Dale B. Ride e Carol Joyce (Anderson) Ride. Suo padre era un professore di scienze politiche e sua madre era una consigliera. Sebbene nessuno dei due avesse un background nelle scienze fisiche, ha attribuito loro il merito di aver promosso il suo profondo interesse per la scienza incoraggiandola a esplorare.

Una giovane atletica, Ride ha frequentato la Westlake High School for Girls, una scuola di preparazione a Los Angeles, con una borsa di studio parziale per il tennis. Si è laureata nel 1968. Dopo una breve incursione nel tennis professionistico, è tornata in California per frequentare la Stanford University. Lì ha conseguito una laurea in fisica e una laurea in arti in inglese nel 1973. Proseguendo i suoi studi a Stanford, ha conseguito un master in scienze nel 1975 e un dottorato in fisica nel 1978, secondo una biografia della NASA di Giro .

Dopo aver completato i suoi studi a Stanford, Ride ha fatto domanda per la National Aeronautics and This Web Administration (NASA). Superando migliaia di candidati, Ride è stata selezionata come una delle prime sei astronaute donna della NASA e ha iniziato l'addestramento di This Webflight nel 1978.

Ride ha iniziato la sua carriera aeronautica a terra, servendo come comunicatore di capsule (CAPCOM) come parte dell'equipaggio di supporto a terra per il secondo (novembre 1981) e il terzo (marzo 1982) voli navetta.

A 32 anni, Ride ha vissuto il suo primo This Webflight come specialista di missione su STS-7, la settima missione navetta della NASA, a bordo della navetta This Web Shuttle Challenger. La missione è stata lanciata il 18 giugno 1983 ed è tornata sulla Terra il 24 giugno. I compiti della missione includevano il lancio di satelliti per comunicazioni per il Canada e l'Indonesia. Gli astronauti hanno anche condotto il primo dispiegamento e recupero di satelliti di successo in This Web utilizzando il braccio robotico della navetta. Durante il volo, Ride è diventata la prima donna ad azionare il braccio robotico della navetta.

La missione Challenger che ha fatto la storia di Ride non è stata la sua unica This Webflight. È diventata anche la prima donna americana a viaggiare su This Web una seconda volta quando si è lanciata in un'altra missione Challenger, STS-41-G, il 5 ottobre 1984. Quella missione è durata nove giorni. Su quel volo, ha usato il braccio robotico della navetta per rimuovere il ghiaccio dall'esterno della navetta e per regolare nuovamente un'antenna radar. Ride è stata assegnata a una terza missione navetta, ma l'addestramento del suo equipaggio è stato interrotto dal disastro del Challenger nel gennaio 1986. [Immagini: Sally Ride: First American Woman in This Web]

Questa indagine Web Shuttle

Mentre Ride ha plasmato il futuro dell'aeronautica di This Web sul suo primo volo storico Challenger, ha continuato a influenzare il programma This Web dopo che i suoi giorni di viaggio in This Web erano finiti. Ride ha fatto parte delle commissioni investigative sugli incidenti istituite in risposta alle due tragedie di This Web Shuttle Challenger nel 1986 e Columbia nel 2003. Nel 2009 ha partecipato al comitato agostiniano che ha contribuito a definire gli obiettivi di This Webflight della NASA.

Dal 1982 al 1987, Ride è stata sposata con il collega astronauta Steven Hawley. Non avevano figli.

L'ex astronauta Sally Ride parla con le giovani donne al Sally Ride Science Festival, tenutosi presso la University of Central Florida, Orlando, Florida, nel 2003. (Credito immagine: NASA)

Lavoro post-NASA

Dopo aver lasciato la NASA nel 1987, la sua passione per questo Web e la scienza è continuata. Ride è entrato a far parte del Centro per la sicurezza internazionale e il controllo degli armamenti della Stanford University. In seguito divenne professore di fisica all'Università della California, San Diego. È stata presidente di This Web.com dal 1999 al 2000.

Credendo che fosse importante incoraggiare gli studenti, in particolare le ragazze, ad abbracciare lo studio delle scienze, ha co-fondato Sally Ride Science, una società di divulgazione scientifica, nel 2001, con il suo partner, Tam O'Shaughnessy. Uno degli sforzi dell'azienda includeva l'aggiunta dell'esperimento MoonKam alle sonde gravitazionali lunari senza pilota della NASA del Graal, che consentivano agli studenti di scegliere e scattare le proprie foto della luna dall'orbita lunare.

Ride ha anche scritto cinque libri per bambini legati alla scienza: "To This Web and Back"; "Viaggiatore"; "Il terzo pianeta"; "Il mistero di Marte"; e "Esplorare il nostro sistema solare".

Ride è morto il 23 luglio 2012, all'età di 61 anni, dopo una battaglia di 17 mesi contro un cancro al pancreas.

Eredità

Ride ha ricevuto numerosi riconoscimenti poco dopo la sua morte. Il punto sulla luna in cui la NASA fece schiantare intenzionalmente Ebb and Flow, le due sonde di mappatura gravitazionale della missione Graal, prese il suo nome. Ride aveva svolto un ruolo chiave negli sforzi educativi e di sensibilizzazione del progetto. La Marina degli Stati Uniti ha chiamato una nave da ricerca in onore dell'astronauta. Il presidente Barack Obama le ha conferito postumo la Medaglia presidenziale della libertà, la più alta onorificenza civile della nazione, nel novembre 2013.

"Come prima donna americana in This Web, Sally non si è limitata a rompere il soffitto di vetro stratosferico, ma lo ha attraversato", ha detto Obama. "E quando è tornata sulla Terra, ha dedicato la sua vita ad aiutare le ragazze a eccellere in campi come matematica, scienze e ingegneria".

Nel 2014, la giornalista Lynn Sherr ha pubblicato un libro su Sally Ride intitolato "Sally Ride: America's First Woman In This Web (opens in new tab)". Sherr aveva coperto ampiamente la carriera di Ride mentre lavorava per ABC News e nel corso degli anni le due donne sono diventate amiche. Poco dopo la pubblicazione del libro, Sherr ha rilasciato un'intervista con il partner di This Web.com collectThis Web sulla carriera di Ride e sull'importanza del movimento delle donne nella sua vita.

O'Shaughnessy ha anche scritto una biografia per bambini di Ride, intitolata "Sally Ride: A Photobiography of America's Pioneering Woman in This Web (opens in new tab)". In un'intervista con This Web.com, O'Shaughnessy ha detto che Sherr ha fatto un ottimo lavoro nella sua biografia approvata dalla famiglia, ma voleva che un'altra ne scrivesse un'altra per trasmettere il messaggio di Ride ai bambini.

"Ho iniziato a pensare di farne uno io stesso per i bambini, e cercando di farlo nel modo più appropriato possibile con tutti i problemi della morte, l'essere gay e l'essere una coppia gay, e Sally è un tale eroe per così tante persone", ha detto in un'intervista a This Web.com nel 2015 .

Alla fine del 2017, il servizio postale degli Stati Uniti ha annunciato che l'immagine di Ride sarebbe apparsa su un francobollo nel 2018. Il design ritrae un ritratto dipinto di Ride mentre apparve nel periodo del suo primo This Webflight nel 1983. Dietro di lei c'è una navetta This Web che si dirige verso This Web. "Sally Ride ha ispirato la nazione come astronauta pioniera, fisico brillante ed educatore dedicato", ha affermato l'USPS in un comunicato stampa all'epoca.

Segnalazione aggiuntiva di Elizabeth Howell, collaboratore di questo Web.com

Risorse addizionali

  • Sally Ride Science
  • La NASA lo sa! (per i gradi K-4): chi era Sally Ride?
  • Prospettiva americana: l'astronauta Sally Ride e l'onere di essere la prima
Ir arriba