C’è qualcosa di strano che sta accadendo dentro Nettuno

Quando Voyager 2 (si apre in una nuova scheda) raggiunse Nettuno (si apre in una nuova scheda) nel 1989, appena 12 anni dopo aver intrapreso il suo viaggio storico attraverso il sistema solare, scoprì sei nuove lune, scattò le prime immagini degli anelli del pianeta e notato un temporale particolarmente violento.

La tempesta è stata una sorta di sorpresa. Nell'emisfero australe c'era un vento vorticoso in senso antiorario fino a 1.500 mph (2.414 km / h), il più forte mai registrato. Gli astronomi lo chiamavano la Grande Macchia Oscura e, sebbene fosse scomparso quando l'Hubble This Web Telescope (si apre in una nuova scheda) guardò il pianeta cinque anni dopo, erano ansiosi di scoprire perché i venti erano così estremi.

Sono rimasti perplessi anche da un altro problema: Voyager 2 ha rivelato che Nettuno è più caldo di Urano (si apre in una nuova scheda), nonostante sia più lontano dal sole. Come ha discusso il fisico Brian Cox nel suo documentario della BBC, The Planets (si apre in una nuova scheda): "La fonte di questo calore extra rimane un mistero". Ma questo significa che abbiamo un doppio enigma tra le mani e un mistero può aiutare a spiegare l'altro in qualche modo?

Prima di iniziare ad affrontare le due questioni in questione, dobbiamo prima esaminare cosa si intende effettivamente per "più caldo". Poiché Nettuno è un gigante gassoso (si apre in una nuova scheda), non possiamo testare la temperatura media globale a livello del suolo nel modo in cui potremmo fare sulla superficie solida della Terra. Invece, con il nucleo di Nettuno probabilmente piccolo, le misurazioni della temperatura devono essere effettuate ad un'altitudine. Il problema è, quale?

Queste immagini termiche, scattate dal Very Large Telescope (VLT) in Cile, rivelano un caldo polo sud a Nettuno. (Credito immagine: VLT/ESO/NASA/JPL/Osservatorio di Parigi) (si apre in una nuova scheda) Tutto su questo Web

Ir arriba