Celestron Nexstar 6SE: recensione completa

Il Celestron NexStar 6SE è un telescopio tuttofare, adatto a una pletora di esigenze di osservazione del cielo: soprattutto perché può essere utilizzato da principianti, che si stanno appena avventurando nell'astronomia, e da osservatori più esperti con un'eccellente conoscenza del cielo notturno ( si apre in una nuova scheda) .

Specifiche chiave Celestron NexStar 6SE

Design ottico: Schmidt-Cassegrain
Apertura: 150 mm (5,91")
Lunghezza focale: 1499 mm (59")
Rapporto focale: f/10
Lunghezza focale dell'oculare: 25 mm (60x)
Peso totale del kit: 21 libbre. (9,53 kg)
Tipo di montaggio: forcella a braccio singolo, altazimutale

Date le sue capacità, questo telescopio è abbastanza difficile da superare, può essere utilizzato come strumento principale di un osservatore o anche come componente aggiuntivo del kit esistente, fornendo all'astronomo la flessibilità di un'esperienza di osservazione del cielo più rapida e senza complicazioni su configurazioni più complesse . Il NexStar 6SE è facile da accessoriare con oculari aggiuntivi, cercatori di punti rossi, filtri e diagonali stellari, essenziali per migliorare le visualizzazioni del sistema solare e dei bersagli del cielo profondo.

Il telescopio offre l'opportunità di dilettarsi nell'astrofotografia, tuttavia, avrai bisogno di un anello a T o di un adattatore se scegli di riprendere con un CCD, CMOS o DSLR o un adattatore per smartphone per la fotografia con il tuo iPhone o Android. Molti principianti potrebbero trovare scoraggiante l'idea di utilizzare un telescopio GoTo, ma i manuali e il software completi di Celestron elimineranno ogni preoccupazione.

  • Correlati: I migliori telescopi: le migliori scelte per principianti, osservazione di pianeti, astrofotografia e tuttofare

Celestron NextStar 6SE: design

  • Costruzione robusta, robusta
  • Rivestimento ottico StarBright XLT per una visione nitida
  • Otto batterie AA si scaricano rapidamente

Immagine 1 di 6 (Credito immagine: Celestron) Immagine 1 di 6 (Credito immagine: Celestron) Immagine 1 di 6 (Credito immagine: Celestron) Immagine 1 di 6 (Credito immagine: Celestron) Immagine 1 di 6 (Credito immagine: Celestron) Immagine 1 di 6 (Credito immagine: Celestron ) Immagine 1 di 6

Un singolo oculare Plssl da 25 mm viene fornito con il Celestron 6SE per fornire un ingrandimento di 60x, ma molto di più può essere ottenuto dal sistema ottico, quindi consigliamo di acquistare una selezione di oculari e filtri tenendo presente che l'ingrandimento massimo utile è 354x per ottenere il meglio da questo telescopio.

L'installazione di questo Schmidt-Cassegrain ha richiesto pochissimo tempo e siamo rimasti colpiti dalla qualità di molti dei suoi componenti, in particolare il mirino rosso e il robusto treppiede in acciaio inossidabile. La robusta struttura del NexStar 6SE promette di durare anni di sessioni di osservazione, a condizione che venga trattata con cura. Inoltre, poiché i telescopi catadiottrici possono soccombere all'umidità durante le osservazioni, uno scudo antirugiada sarebbe un investimento degno per proteggere il sistema ottico e prolungare la vita del telescopio.

Con un peso di 21 libbre. (9,53 chilogrammi), il Celestron 6SE è un tocco pesante a causa della tecnologia e dei componenti compattati al suo interno: un piccolo inconveniente per coloro che potrebbero aver bisogno di assistenza per trasportare il proprio cannocchiale da un luogo all'altro. Nonostante ciò, il NexStar 6SE vanta una qualità superiore a strumenti più leggeri, quindi non consideriamo questo un grave ostacolo nel design.

Ciò che è piuttosto un grosso difetto è il requisito di otto batterie AA per azionare il supporto computerizzato a forcella altazimutale. Purtroppo il NexStar 6SE scarica le batterie abbastanza rapidamente, rendendo l'utilizzo piuttosto frustrante quando il computer "si spegne" mentre sei assorbito dall'osservazione. Nel tempo e con la sostituzione costante delle batterie, l'uso del telescopio ha il potenziale per diventare un'impresa piuttosto costosa.

Imperterriti, abbiamo provato le batterie ricaricabili (si apre in una nuova scheda) come mezzo per studiare un percorso alternativo per alimentare il NexStar 6SE, ma abbiamo scoperto che il telescopio si sarebbe comportato in modo strano con una bassa potenza e abbiamo scoperto che una rapida perdita di carica era ancora un problema. Raccomandiamo vivamente di acquistare un cavo di alimentazione CA da Celestron, sfortunatamente, questo non è incluso con il telescopio.

Celestron promette molto quando si tratta delle capacità operative di questo strumento, quindi siamo stati lieti di scoprire che il NexStar 6SE ha fatto esattamente quello che dice sulla scatola quando lo abbiamo portato fuori per testarlo in una limpida sera di dicembre.

Per uno, l'allineamento delle stelle che utilizza la tecnologia SkyAlign di Celestron e consente la calibrazione per trovare con precisione i bersagli è stato straordinariamente semplice, e non passò molto tempo prima che fossimo tutti pronti e pronti per visitare il cielo notturno invernale.

Celestron NextStar 6SE: prima luce e funzionalità

  • Supporto motorizzato rumoroso e vibrazioni evidenti
  • Tiene traccia con precisione degli obiettivi
  • Nessuna sfrangiatura di colore o difetti visivi

Il nostro primo obiettivo è stata la Nebulosa di Orione (Messier 42) (si apre in una nuova scheda), che si trova appena sotto la Cintura di Orione (si apre in una nuova scheda) ed è facilmente visibile ad occhio nudo come una macchia sfocata, che brilla di magnitudine (si apre nella nuova scheda) +4. Usando il controllo per istruire il NexStar a visualizzare questa nebulosa diffusa, la montatura computerizzata funzionava senza intoppi e la tecnologia GoTo era molto precisa nel localizzare gli oggetti. L'ammasso del trapezio, ad esempio, è annidato nel cuore della nebulosa di Orione ed è stato trovato allineato vicino al centro del campo visivo.

Quando abbiamo portato in vista il cuore della regione di formazione stellare, abbiamo notato un certo grado di vibrazione durante la messa a fuoco ma, una volta terminate, le osservazioni potevano essere prese senza alcun ostacolo. Grazie all'eccellente rivestimento ottico StarBright XLT, le nostre osservazioni della nebulosa e dei suoi membri stellari sono state molto nitide, luminose e chiare, senza difetti nell'ottica.

Mentre il telescopio punta al suo obiettivo, questo modello possiede nove velocità, la montatura fa molto rumore, in particolare quando abbiamo usato le impostazioni da moderate a veloci. Se trovi il rumore sgradevole e sei felice di osservarlo senza un supporto computerizzato, è abbastanza facile passare a uno manuale dato che il tubo possiede una coda di rondine in stile Vixen. Ricorda però che avrai bisogno di un adattatore Vixen se vuoi montare il tubo su un altro supporto Celestron.

Tornando all'interno per riscaldarci con una bevanda calda, abbiamo deciso di testare il monitoraggio lunare, solare e siderale di NexStars e l'abbiamo lasciato concentrato su una stella. Al ritorno al telescopio 30 minuti dopo, abbiamo scoperto che il nostro obiettivo non si era spostato fuori dal campo visivo, evidenziando l'idoneità degli strumenti per l'astrofotografia a lunga esposizione.

(Credito immagine: Celestron)

Con la luna quasi piena che occupa il posto d'onore a tarda sera, abbiamo colto l'occasione per vedere la superficie dei crateri dei nostri satelliti naturali. Le viste lunari che abbiamo visto sono state impressionanti: il NexStar ha rivelato pareti del cratere ben definite e una cavalla lunare con uno standard molto elevato, i crateri Copernicus e Tycho erano particolarmente impressionanti e cristallini usando la modesta apertura di 5,91.

Con il gigante gassoso Giove anche in una buona posizione nel cielo ea pochi gradi di distanza dalla luna, il NexStar ha fatto un breve lavoro di localizzazione del pianeta e dei suoi quattro satelliti più grandi: Io, Europa, Ganimede e Callisto. Giove era visibile nel campo visivo come un disco luminoso, con Ganimede ed Europa che apparivano come punti acuti di luce bianca che fiancheggiavano l'arto sinistro dei giganti, mentre Io e Callisto potevano essere trovati relativamente vicino ai pianeti a destra. Deboli bande marroni e crema erano visibili sulla superficie di Giove.

Come abbiamo scoperto osservando la Nebulosa di Orione, le viste attraverso l'ottica Schmidt-Cassegrain erano straordinariamente chiare e luminose senza aberrazioni cromatiche o frange di colore evidenti. Giove continuerà a essere un bersaglio eccellente solo aumentando l'ingrandimento del telescopio, cosa che consigliamo vivamente sia utilizzando una lente di Barlow che oculari aggiuntivi con un raccordo da 1,25. Un filtro blu fornirà un contrasto eccellente, riproducendo i ruscelli e i festoni negli strati di nubi del gigante gassoso e promuoverà una facile visualizzazione della famosa tempesta del re planetario: la Grande Macchia Rossa.

Celestron NextStar 6SE: verdetto

Il NexStar 6SE è una grande rappresentazione dell'iconica gamma di telescopi di Celestron. Date le sue capacità e la tecnologia rivoluzionaria, il prezzo è ragionevole, ma il pacchetto manca di una buona selezione di oculari che fornirebbero una varietà ancora maggiore di viste. La configurazione offre una vita di osservazioni a condizione che sia trattata con cura e che venga eseguita una manutenzione minima o nulla sull'ottica e sulla montatura computerizzata.

La tecnologia di allineamento del NexStar 6SE elimina la seccatura di calibrare lo strumento e, una volta completato, il sistema GoTo è estremamente preciso nel localizzare i target con il semplice tocco di un pulsante. Il database del telescopio vanta 40.000 bersagli su cui puntare ma, nonostante l'utile ingrandimento di 354x, non è possibile visualizzare tutti gli oggetti con chiarezza anche con accessori extra, come oculari e una lente di Barlow. In alcuni casi, però, l'astrofotografia individua alcuni dei bersagli più deboli che sono visibili nei telescopi con aperture maggiori.

La struttura GoTo scarica le batterie ed è un po' rumorosa quando è in funzione, ma un'alimentazione costante e portare il telescopio in una posizione remota (se sei preoccupato di svegliare i vicini!) sono facili soluzioni per un altrimenti eccezionale strumento.

Ir arriba