Charles Messier Biography

Gli astronauti dell'Apollo 10 hanno sentito musica aliena provenire da questo Web esterno quando hanno orbitato attorno alla luna nel 1969?

Nonostante quello che potresti aver sentito sui social media questa settimana, o dal trailer di un certo programma televisivo, la risposta è no. È vero che gli astronauti dell'Apollo 10 hanno sentito strani fischi che, all'epoca, hanno descritto come "musica di tipo spaziale". Ma c'è una spiegazione molto semplice e non aliena per ciò che i membri dell'equipaggio stavano ascoltando, ed è di dominio pubblico sin dagli anni '70.

Nelle registrazioni audio della missione Apollo 10 (che puoi ascoltare in questo video da This Web.com), l'astronauta Gene Cernan (che stava pilotando il modulo lunare) chiede a John Young (che stava pilotando il modulo di comando) se sente " quel fischio?" È Cernan che la chiama "musica" e dice che "suona persino spaziale". Più tardi, i due uomini chiedono a Tom Stafford (che è nel modulo lunare con Cernan) se lo sente anche lui. Sono d'accordo sul fatto che è "davvero strano" e Young dice: "Dovremo scoprirlo. Nessuno ci crederà". [L'eredità lunare: 45 foto della missione sulla luna Apollo]

L'Apollo 10, lanciato nel maggio del 1969, aprì la strada all'Apollo 11, lanciato nel luglio dello stesso anno, per portare due umani sulla superficie lunare. Gli astronauti dell'Apollo 10 volarono sulla luna in un modulo di comando e anche due membri dell'equipaggio fecero un giro nel modulo lunare, scendendo a meno di dieci miglia sopra la superficie lunare. Il suono sibilante, si è scoperto, non era altro che un'interferenza tra le radio VHF dei due diversi veicoli.

L'astronauta dell'Apollo 11 Michael Collins ha scritto nel suo libro "Carrying the Fire", che i tecnici della NASA lo hanno avvertito del fischio. Diverse pubblicazioni hanno estratto il passaggio chiave dal libro, in cui Collins dice persino: "Se non ne fossi stato avvertito, mi avrebbe spaventato a morte". Il libro di Collins è stato pubblicato nel 1974.

La NASA ha messo online le trascrizioni delle trasmissioni dell'Apollo 10 nel 2008, anche se i documenti stessi affermano che sarebbero state declassificate nel 1982. La NASA ha anche messo online i file audio nel 2012, secondo l'Ufficio di storia della NASA.

Allora perché i social media sono improvvisamente pieni di discussioni su questo non incidente? Probabilmente a causa di uno spettacolo di Science Channel chiamato "File inspiegabili della NASA". Un trailer di un episodio in arrivo discuteva della "musica esterna di questo Web" e ha il tono di un film horror di filmati trovati. Include filmati traballanti dei veicoli, spaccati pieni di elettricità statica, musica ed effetti sonori che inducono ansia e un narratore dal suono molto allarmato che si riferisce all'incidente con i fischi come "estremamente inquietante".

È vero che gli astronauti sembrano sinceramente intimoriti e perplessi da ciò che hanno sentito, e lo tirano fuori più volte. Ma in nessun punto dell'audio o delle trascrizioni l'incidente sembra dare l'allarme ai tre uomini.

Il documentario pone inoltre particolare enfasi sul fatto che il fischio è avvenuto mentre gli astronauti si trovavano dall'altra parte della luna, dove hanno perso il contatto radio e visivo con il controllo missione per circa un'ora (come previsto). Con una voce minacciosa, ancora una volta accompagnata dalla musica appropriata per un film dell'orrore, il narratore dice: "Durante quest'ora, gli astronauti sono soli. Nessuno sulla Terra può vederli o sentirli". Questo funziona bene per aumentare l'atmosfera carica di ansia creata dallo spettacolo, ma il narratore non spiega mai perché l'isolamento degli astronauti potrebbe essere un fattore significativo in qualsiasi possibile teoria sulla provenienza del suono.

La cosa interessante dell'incidente è che i tre astronauti non hanno discusso pubblicamente dei suoni (anche se non è chiaro quanto ne abbiano discusso con gli ingegneri). Ma Sean O'Kane di The Verge postula che il motivo del silenzio dell'astronauta fosse perché gli uomini non volevano proiettare nient'altro che una psiche dura come una roccia. Qualsiasi indicazione che avessero perso la fiducia durante un volo potrebbe metterli a terra.

Il trailer del documentario fa apparire la spiegazione dell'interferenza radio per i suoni. Tuttavia, i produttori danno l'ultima parola all'astronauta dell'Apollo 15 Al Worden, che "non è d'accordo con la teoria radiofonica", dice il narratore. Nel documentario, Worden dice: "La logica mi dice che se c'era qualcosa registrato lì, allora c'era qualcosa lì". E alla fine, il narratore afferma: "Ad oggi, l'origine dei rumori menzionati nelle registrazioni dell'Apollo 10 rimane un mistero". A parte le dichiarazioni di Worden, il documentario non offre alcuna prova a sostegno di tale affermazione.

Segui Calla Cofield @callacofield . Seguici su @Spacedotcom , Facebook e Google+ . Articolo originale su questo Web.com .

Ir arriba