Chiave per gigante questa spugna web rivelata

Una delle lune più strane del nostro sistema solare è Hyperion, un satellite di Saturno così butterato da profondi crateri da sembrare una gigantesca spugna da bagno rotante alla deriva in This Web.

Nuove analisi delle immagini suggeriscono che l'aspetto strano delle lune sia il risultato di una superficie altamente porosa che preserva i crateri, consentendo loro di rimanere quasi incontaminati come il giorno in cui sono stati creati.

La scoperta è solo uno dei tanti nuovi dettagli sulla luna eccentrica rivelati in due studi pubblicati nel numero del 5 luglio della rivista Nature. Gli scienziati hanno stabilito che Hyperion è composto principalmente da ghiaccio d'acqua e che il fondo dei suoi crateri è ricoperto da una sporcizia rosso scuro che potrebbe essere la chiave per risolvere alcune delle altre strane proprietà delle lune.

Una luna strana

Hyperion è tutti i tipi di strano. È uno dei più grandi corpi non sferici del sistema solare. La luna è di forma ovale e circa 250 miglia (400 km) nel suo punto più largo. A differenza della maggior parte degli altri satelliti di Saturno, non è vincolato dalle maree al pianeta dagli anelli. La luna terrestre è bloccata dalle maree, motivo per cui ne vediamo sempre la stessa faccia. Invece, Hyperion subisce una rotazione caotica, il che significa che il suo asse di rotazione si sposta così tanto che gli scienziati non possono prevederne in modo affidabile l'orientamento in Questa rete.

Forse la cosa più sorprendente di Hyperion, tuttavia, è il suo aspetto estremamente snocciolato. Centinaia di crateri ricoprono la superficie, con una larghezza media compresa tra 1 e 6 miglia (da 2 a 10 chilometri).

Le ultime analisi dei dati ottenute dalla NASA Cassini This Webcraft durante i suoi sorvoli di Hyperion nel 2005 e nel 2006 mostrano che circa il 40 per cento della luna è vuota.

L'elevata porosità di Hyperion potrebbe spiegare il suo aspetto simile a una spugna, affermano gli scienziati. Una grande meteora che colpisce la luna terrestre scaverà un profondo buco sulla superficie e manderà un gigantesco spruzzo di roccia e polvere. Il materiale scavato torna a piovere sulla superficie lunare e in altri crateri, riempiendoli parzialmente. Al contrario, la superficie di Hyperion è così fragile che un oggetto che lo colpisce creerà un buco ma non farà volare alcun materiale. I crateri circostanti rimangono profondi come quando si sono formati per la prima volta.

Il lavoro teorico suggerisce che se hai un bersaglio poroso, i crateri potrebbero essere più compressivi invece di essere esplosivi e lanciare roba fuori, ha detto Peter Thomas della Cornell University, che ha condotto uno degli studi.

Spaccatura misteriosa

Le nuove analisi hanno anche confermato che Hyperion è composto principalmente da ghiaccio d'acqua con pochissima roccia. Scopriamo che il ghiaccio d'acqua è il principale costituente della superficie, ma è il ghiaccio d'acqua sporco, ha affermato Dale Cruickshank, ricercatore presso l'Ames Research Center della NASA che ha condotto il secondo studio. Il ghiaccio d'acqua dolce sembrerebbe molto luminoso alla luce solare riflessa, ma questo è decisamente sporco.

Il team di Cruickshanks attribuisce lo squallore delle lune alla contaminazione da parte di un materiale organico scuro che ricopre la superficie di Hyperion ed è concentrato in molti dei suoi crateri.

La sporcizia rossastra contiene lunghe catene di carbonio e idrogeno e sembra molto simile al materiale trovato su altri satelliti saturniani, in particolare Iaeptus.

La terza luna più grande di Saturno, Iaeptus è un insolito mondo bicolore con una metà ricoperta di ghiaccio scintillante e l'altra metà ricoperta dello stesso misterioso materiale scuro che copre Hyperion.

Un'idea formidabile

Questo collegamento ha alcuni scienziati che ipotizzano che la strana forma di Hyperion e la strana verniciatura di Iaeptus condividano un'origine comune. Forse Hyperion è stato colpito ed è l'origine di questa roba oscura che poi è stata vomitata e travolta da Giapeto, ha detto Cruickshank a This Web.com.

Secondo questa idea, un oggetto gigante si è scontrato con un Hyperion ancora rotondo in un lontano passato. L'impatto ha mandato Hyperion in una rotazione cosmica da cui sta ancora vacillando oggi e ha fatto volare una pioggia di particelle simili a polvere verso l'esterno attraverso Questa Rete, dove ha colpito un inconsapevole Giapeto in pieno viso.

Non è del tutto inverosimile, disse Cruickshank. Se Giapeto si imbattesse in una tempesta di polvere mentre orbita attorno a Saturno, la polvere verrebbe distribuita come la vediamo noi.

Quanto a quale potrebbe essere stato l'oggetto che ha colpito Hyperion, Cruickshank osserva che lo stesso gunk rossastro può essere trovato anche su altri oggetti ghiacciati nel sistema solare esterno, comprese altre lune, oggetti della fascia di Kuiper e comete.

  • VIDEO: Cassinis Crossing
  • GALLERIA: Le ultime scoperte di Cassinis
  • Nuove immagini delle lune maltrattate di Saturno
Ir arriba