Come fotografare un’eclissi lunare

La migliore scelta di telescopi!

(Credito immagine: Celestron)

Cerchi un telescopio per l'eclissi lunare? Consigliamo il Celestron Astro Fi 102 (si apre in una nuova scheda) come la scelta migliore nella nostra migliore guida al telescopio per principianti.

Le eclissi lunari sono più comuni delle forse più note eclissi solari ma non sono meno spettacolari dal punto di vista fotografico. Quando la Terra si posiziona tra il Sole e la Luna, proietta un'ombra gigante sulla superficie lunare, oscurandola drasticamente, immergendosi in una tonalità rosso intenso perfetta per la fotografia.

In questa guida, copri bene tutto ciò che devi sapere per scattare splendide immagini di eclissi lunari. Spiegheremo che tipo di attrezzatura dovrai mettere in valigia, quali impostazioni utilizzare e come mettere a fuoco la tua fotocamera.

  • Correlati: Le migliori fotocamere per l'astrofotografia

Attrezzatura fotografica

(Credito immagine: Getty Images)

Sebbene ci siano alcuni pezzi di kit dedicati di cui avrai bisogno, si spera che la maggior parte della tua attrezzatura dovrebbe essere già nella tua borsa fotografica.

Telecamera
Fotografare la Luna, in generale, è un momento in cui una fotocamera APS-C o micro Quattro Terzi ha effettivamente un vantaggio rispetto alle fotocamere full frame da 35 mm. Questo perché i sensori più piccoli utilizzano solo una parte del diametro completo dell'obiettivo durante le riprese, dando l'effetto di una lunghezza focale maggiore. Per la maggior parte dei sensori APS-C questa differenza è di circa 1,5x, il che significa che un obiettivo da 100 mm si comporterà ora come un obiettivo da 150 mm. Avvicinarsi fornisce maggiori dettagli quando si riprende la Luna. Qualunque sia la fotocamera che usi, è importante avere il pieno controllo manuale sulle impostazioni della fotocamera. Dai un'occhiata alla nostra guida alle migliori fotocamere per l'astrofotografia per la nostra raccomandazione di modelli.

Lenti a contatto
La scelta dell'obiettivo dipenderà dalla fotografia che desideri catturare. La maggior parte delle persone vorrà utilizzare il teleobiettivo più lungo che possono permettersi per una vista ravvicinata dell'eclissi lunare. Puoi anche aggiungere un moltiplicatore di focale per una lunghezza focale ancora maggiore. Ma vale anche l'utilizzo di un obiettivo grandangolare, che consideriamo i migliori obiettivi per l'astrofotografia. Usando questa varietà, puoi fotografare il percorso dell'eclissi all'interno di uno splendido paesaggio.

Treppiedi
Se utilizzi un teleobiettivo lungo come un 400 mm, avrai bisogno di un treppiede robusto e di una testa in grado di sopportare il peso anche in condizioni di vento. Assicurati che il peso combinato del corpo della fotocamera e dell'obiettivo non superi il carico utile massimo del treppiede e della testa del treppiede che stai utilizzando. Per una maggiore stabilità, puoi anche aggiungere un monopiede per supportare l'obiettivo (la maggior parte dei teleobiettivi più lunghi è dotata di un collare per treppiede). Erano grandi fan di Manfrotto e Gitzo, che realizzano alcuni dei migliori treppiedi sul mercato. Ma quelli sempre in movimento potrebbero voler dare un'occhiata anche ad alcuni dei migliori treppiedi da viaggio.

Extra
Prendi un sacco di schede di memoria e batterie extra, tieni queste ultime nelle tasche del cappotto vicino al tuo corpo per tenerle al caldo. Avrai anche bisogno di un rilascio dell'otturatore o, idealmente, di uno dei migliori intervallimetri per evitare che le vibrazioni della fotocamera tocchino il pulsante di scatto. Se decidi di prendere sul serio la fotografia delle eclissi lunari (o in effetti qualsiasi fotografia del cielo notturno), probabilmente vorrai investire in un tracker equatoriale. Una volta impostato, il tracker si regolerà automaticamente per i movimenti della luna, il che significa che non devi riadattare la tua composizione ogni pochi minuti.

Preparazione

Il segreto di ogni buona astrofotografia è la pianificazione e la preparazione! Prima ancora di uscire di casa, assicurati che la tua attrezzatura sia tutta pulita e pronta per l'uso. Un'app come PhotoPills (si apre in una nuova scheda) rende facile scoprire dove si troverà la luna nel cielo durante l'eclissi lunare. Tuttavia, ci sono molte app là fuori, quindi assicurati di utilizzare una delle migliori app per osservare le stelle. È anche importante tenere d'occhio le previsioni del tempo poiché la copertura nuvolosa potrebbe rovinare i tuoi scatti. È consigliabile avere in mente alcune posizioni per aggirare le direzioni delle nuvole.

Una volta trovato il punto giusto per le riprese e sapere qual è il momento giusto per le riprese per l'eclissi lunare, assicurati di essere sul posto presto con tutto il tempo per prepararti. Assicurati che il tuo treppiede sia posizionato in un punto stabile e in piano, senza alcuna prospettiva che venga scosso a metà dello scatto. Se il treppiede non ha una livella incorporata, assicurati di collegarne inizialmente una portatile alla tua slitta a caldo per ottenere i tuoi scatti livellati.

Impostazioni della fotocamera

(Credito immagine: Getty Images)

Scatta in formato file RAW per raccogliere più dati e darti quante più opzioni possibili in post-produzione. Certo, i file saranno più grandi, ma ci sono tante altre opzioni per modificare in modo flessibile e migliorare la tua foto in una delle migliori app di fotoritocco per l'astrofotografia.

Imposta l'apertura su f8 per darti una buona profondità di campo e inizia con un ISO di 100 (o 200 se è il più basso sulla tua fotocamera). Quando scatti una luna luminosa, probabilmente avrai bisogno di una velocità dell'otturatore di circa 1/125 1/250 di secondo. All'inizio di un'eclissi, questo funzionerà per il lato luminoso della luna, ma significherà che il lato oscuro non è affatto visibile. Quindi, l'esposizione diventa un atto di equilibrio tra l'esporre il lato oscuro della luna e il non sovraesporre il lato luminoso così tanto da perdere qualsiasi definizione.

L'uso di una velocità dell'otturatore più lunga potrebbe causare sfocature da movimento poiché la luna si muove rapidamente attraverso l'inquadratura. Puoi aprire l'apertura a circa f4 (non più di questo significa che non tutta la Luna sarà nitida) ma senza un inseguitore equatoriale motorizzato probabilmente dovrai aumentare considerevolmente i tuoi ISO. La velocità dell'otturatore più lenta che potrai utilizzare varia a seconda della lunghezza focale del tuo obiettivo. Un teleobiettivo di 300 mm e meno dovrebbe essere scattato a velocità superiori a due secondi. Ma un teleobiettivo più lungo ti consentirà di scattare solo a velocità di circa mezzo secondo più lente e la luna sarà sfocata. Ricorda però che è meglio avere del rumore nell'immagine rispetto al motion blur.

Sebbene sia probabilmente consigliabile raggruppare i tuoi scatti con il bracketing unico di tre foto in modo da avere una selezione di scatti tra cui scegliere, la fusione di diversi scatti insieme in post-produzione può sembrare davvero artificiale quando si tratta di immagini della luna. Consigliamo invece di esporre le alte luci durante un'eclissi parziale e, una volta che la luna si avvicina alla totalità, di impostare la misurazione sulle ombre.

Messa a fuoco

(Credito immagine: Getty Images)

Non vuoi rifocalizzare sulla luna ogni volta che scatti, quindi ti consigliamo di disattivare la messa a fuoco automatica e di utilizzare la messa a fuoco manuale per ottenere la luna nitida nei tuoi scatti. Scatta una fotografia e usa lo schermo LCD per ingrandire la luna e acquisire una messa a fuoco precisa facendo oscillare l'anello di messa a fuoco avanti e indietro. Ingrandisci completamente e assicurati che tutte le caratteristiche della luna siano a fuoco. Puoi provare a utilizzare l'autofocus per scattare questa foto iniziale prima che l'eclissi lunare inizi a concentrarsi sul bordo della luna, probabilmente renderà più facile per la tua fotocamera acquisire la messa a fuoco. Tuttavia, non fare affidamento sull'indicatore dell'infinito sull'obiettivo poiché questo spesso, nella nostra esperienza, in realtà non offre la migliore nitidezza.

Naturalmente, se stai fotografando l'eclissi lunare insieme a un paesaggio o soggetto interessante, ti consigliamo di mettere a fuoco tale soggetto. Ricorda che se il tuo soggetto è dietro la distanza iperfocale, l'eclissi apparirà ancora nitida nella tua fotografia. Hai un problema con una profondità di campo ridotta? Basta chiudere l'apertura e regolare ISO o velocità dell'otturatore per bilanciare l'esposizione.

Un'eclissi lunare non è il fenomeno più facile da catturare. Quindi, ti consigliamo di esercitarti con altre fotografie del cielo notturno prima di un'eclissi per sentirti a tuo agio con le riprese. Prova le nostre guide per fotografare la luna, le scie stellari o la via lattea per migliorare le tue abilità fotografiche prima della prossima eclissi lunare.

Composizione

(Credito immagine: Getty Images)

Se stai solo fotografando con la luna per riempire l'inquadratura, non devi preoccuparti della composizione poiché puoi facilmente ritagliare la luna in posizione in post-produzione. Ciò che conta di più è una corretta esposizione e una luna nitida. Per facilitare il rilevamento della luna durante le riprese, ti consigliamo di posizionare la luna nella cornice dell'angolo in alto a sinistra per iniziare e di lasciarla muovere verso l'angolo in basso a destra. Quando si avvicina al fondo, puoi riposizionare la fotocamera per riposizionarla nuovamente in alto a sinistra.

Se stai fotografando la luna nel mezzo di un paesaggio, cerca le linee principali o le caratteristiche che possono essere stagliate contro il cielo per dirigere lo sguardo degli spettatori nell'immagine e aiutarli a dirigerli verso la luna. Potresti anche considerare di utilizzare la regola dei terzi per bilanciare la tua immagine.

E se vuoi avere le stelle nella fotografia accanto alla luna, ti consigliamo di scattarle separatamente e poi combinare le due immagini.

Spiegazione delle eclissi lunari

(Credito immagine: NASA)

Allora, cos'è un'eclissi lunare? Le eclissi lunari si verificano quando la Terra si muove tra il sole e la luna, bloccando la luce del sole che altrimenti si rifletterebbe sulla luna. Esistono tre tipi di eclissi totale, parziale e penombra. Un'eclissi totale è la più drammatica, poiché la parte più oscura dell'ombra terrestre (conosciuta come ombra) copre completamente la luna.

Un'eclissi lunare attraversa in realtà sette fasi o fasi in totale:

Inizia l'eclissi di penombra (P1): la parte penombra dell'ombra terrestre – che è la parte esterna – inizia a muoversi sulla luna. Questa fase è estremamente difficile da osservare ad occhio nudo.
Inizia l'eclissi parziale (U1): L'ombra della Terra inizia a coprire la luna, rendendo l'eclissi più visibile.
Inizia l'eclissi totale (U2): L'ombra della Terra sta coprendo completamente la luna, facendola diventare rossa, marrone o gialla. Questa è popolarmente conosciuta come la Luna di Sangue.
Eclissi più grande (Max): questo è il momento centrale dell'eclissi totale.
L'eclissi totale finisce (U3): Quando l'ombra della Terra inizia ad allontanarsi dalla luna, inizia a diventare di nuovo visibile.
Eclissi parziale finisce (U4): La Terra umbra lascia completamente la luna, permettendole di diventare completamente visibile.
L'eclissi di penombra finisce (P4): L'ombra di penombra della Terra si allontana dalla luna, segnalando la fine dell'eclissi.

Prossime eclissi lunari

Ci sono solo due eclissi lunari nel 2022, ma sono entrambe eclissi totali. La prima eclissi lunare totale (conosciuta come Luna piena dei fiori) sarà visibile nella tarda serata del 15 maggio e durante la prima mattina del 16 maggio, a seconda del fuso orario in cui ti trovi. È visibile dal Nord e dal Sud America , Europa, Africa e parti dell'Asia. Questa sarà seguita da una seconda eclissi lunare l'8 novembre che sarà visibile in Nord America, Asia, Australia, gran parte del Sud America e parti dell'Europa settentrionale e orientale. La NASA tiene una lista che prevede le eclissi lunari fino al 2100.

Ir arriba