Come funziona la terraformante nell’universo alieno?

Il Nikkor AF-S 200-500mm f/5.6E ED VR è il teleobiettivo zoom più lungo che Nikon vende nella sua gamma di innesto F ed è la madre di tutti i telezoom Nikkor. Ideale per l'aviazione, lo sport e la fotografia naturalistica con le fotocamere Nikon presenti nel nostro elenco delle migliori fotocamere per l'astrofotografia (si apre in una nuova scheda), questo obiettivo consente di eseguire brevi lavori su piccoli soggetti lontani e con l'ulteriore possibilità di ingrandire e fuori, significa che ricomporre le inquadrature è un gioco da ragazzi.

Ha un'apertura f/5.6 costante invece di un intervallo di apertura variabile che è abbastanza comune tra i telezoom. Eppure, nonostante questo, ha un prezzo incredibile.

Informazioni essenziali:

Tipo: Telezoom FX

Compatibilità: Nikon F-mount

Intervallo focale: 200-500 mm

Intervallo di apertura: f/5.6 costante

Dimensioni del filo: 95 mm

Peso: 5 libbre (incluso collare per treppiede)

Progettato come obiettivo FX full frame, il Nikkor AF-S 200-500mm f/5.6E ED VR funziona anche con i corpi macchina DX con sensore di ritaglio (come la D7500) dove il rapporto di ingrandimento amplifica la gamma di lunghezza focale effettiva a 300 -750 mm – ideale per i fotografi di uccelli.

Nella sua costruzione, ha 19 elementi in 12 gruppi (inclusi tre elementi in vetro ED), ha una distanza minima di messa a fuoco di 7,22/2,2 m dal piano focale (il piano focale può essere trovato come un cerchio attraversato da una linea da qualche parte sul tuo corpo macchina Nikon), e si sente incredibilmente robusto con il suo corpo in metallo/plastica/gomma.

Quattro interruttori sul lato dell'obiettivo consentono la commutazione manuale e automatica della messa a fuoco, la distanza di messa a fuoco automatica restrittiva, l'attivazione/disattivazione per la riduzione delle vibrazioni e una modalità normale/sportiva per il VR. C'è un interruttore aggiuntivo (LOCK 200) che blocca l'obiettivo nella sua posizione più corta (quando l'obiettivo è ingrandito a 200 mm) per renderlo più corto durante il trasporto e fermare l'estensione indesiderata. È un obiettivo mostruoso ed è l'ideale se stai fotografando la luna. È facilmente uno dei migliori obiettivi zoom, se sei l'orgoglioso proprietario di un corpo macchina Nikon DSLR.

Nikkor AF-S 200-500mm f/5.6E ED VR: Design

  • Anello dello zoom liscio
  • Ottime prestazioni VR
  • Interruttore di blocco dello zoom

Se c'è una cosa che questo obiettivo è, è pesante. Certo, non è niente in confronto ai lunghi teleobiettivi a focale fissa che sono spessi come la tua coscia, ma 5 libbre non sono nulla con cui scherzare. Se scatti a mano libera, dovrai iniziare ad andare in palestra poiché l'obiettivo Nikkor AF-S 200-500 mm f/5.6E ED VR è lungo quasi 27 cm (10,6 pollici). Detto questo, la maggior parte dei tiratori utilizzerà probabilmente un monopiede, un gimbal o un treppiede come base di supporto perché si presta perfettamente alla fotografia di sport, fauna selvatica e aviazione, dove rimanere fermi con un grosso pezzo di vetro è la norma accettata.

(Credito immagine: Jason Parnell Brookes)

Anche se l'obiettivo Nikkor AF-S 200-500mm f/5.6E ED VR è piuttosto pesante, l'anello dello zoom è sorprendentemente fluido e leggero. Una leggera torsione con un dito o un pollice è tutto ciò che serve per farlo girare. Confrontalo con il vecchio Nikkor AF-S 70-200mm f/2.8G ED VRII che sembra molto più pesante, rende la ricomposizione un gioco da ragazzi. Tuttavia, se desideri passare rapidamente da 200 mm a 500 mm, sarà necessario un mezzo giro dell'anello di messa a fuoco. Potrebbe non sembrare molto, ma se si considera che il barilotto dell'obiettivo ha un diametro di circa 4,2 pollici (10,8 cm), possono essere facilmente necessari tre o quattro giri dalla mano sinistra per arrivarci. Ciò significa più tempo dedicato alle chiacchiere e meno tempo a scattare, con conseguente perdita di scatti, qualcosa che davvero non può essere offerto nella fotografia sportiva o in qualsiasi altra disciplina appropriata per cui questo obiettivo è stato progettato.

(Credito immagine: Jason Parnell Brookes)

Nikkor AF-S 200-500mm f/5.6E ED VR: prestazioni

La messa a fuoco può richiedere del tempo su questa bestia, specialmente quando il punto AF manca e la fotocamera cerca il soggetto target. Ecco perché uno dei quattro interruttori sul lato dell'obiettivo Nikkor AF-S 200-500mm f/5.6E ED VR può limitare la distanza di messa a fuoco automatica, con le opzioni di FULL (che metterà a fuoco automaticamente l'intera gamma dalla distanza minima di messa a fuoco all'infinito) o infinito – 6 metri. Ciò riduce drasticamente il tempo di caccia AF, il che può fare la differenza tra ottenere uno scatto o meno quando si lavora con soggetti lontani e in rapido movimento.

Con l'interruttore di blocco della distanza di messa a fuoco automatica attivato su infinito, l'AF a 6 metri si blocca rapidamente sui soggetti anche quando si muovono a velocità (Credito immagine: Jason Parnell-Brookes)

La riduzione delle vibrazioni (stabilizzazione dell'immagine) sull'obiettivo pretende ben 4,5 stop, il che è pesante anche se confrontato con i moderni obiettivi e corpi mirrorless. L'interruttore Sport VR converte la VR nell'obiettivo per rendere più facile seguire l'azione in campo. Ha un controllo dell'esposizione più affidabile utilizzando il controllo del diaframma elettromagnetico Nikon, rendendo le raffiche di foto molto più coerenti rispetto alla vecchia tecnologia di collegamento meccanico con cui Nikon lavorava.

Immagine 1 di 3 (Credito immagine: Jason Parnell-Brookes) Immagine 1 di 3

Come puoi vedere, c'è un'aberrazione cromatica minima sui bordi estremamente contrastati, anche con un crop del 200% è difficile trovare aree con frange di colore

(Credito immagine: Jason Parnell-Brookes) Immagine 1 di 3

Come puoi vedere, c'è un'aberrazione cromatica minima sui bordi estremamente contrastati, anche con un crop del 200% è difficile trovare aree con frange di colore

(Credito immagine: Jason Parnell-Brookes) Immagine 1 di 3

C'è una minima aberrazione cromatica sui bordi estremamente contrastati; anche con un ritaglio del 200% è difficile trovare aree con margini colorati nelle foto scattate con l'obiettivo Nikkor AF-S 200-500 mm f/5.6E ED VR.

Con 19 elementi in vetro all'interno dell'obiettivo, saresti perdonato per aver presunto che probabilmente c'è molta aberrazione cromatica (frange di colore) attorno ai bordi contrastati nell'inquadratura. Questo è quello che pensavamo prima del test, ma dando un'occhiata ai risultati siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla competenza con cui li ha gestiti. In alcuni casi, abbiamo dovuto ritagliare al 200% prima ancora di notare qualsiasi aberrazione cromatica, e anche allora era solo una piccola sezione verde proprio nel punto di alcune linee di intersezione. Sebbene l'obiettivo soffra un po' di vignettatura attorno al bordo, questo aggiunge fascino alle foto e può essere facilmente rimosso nel software di modifica delle immagini, se lo si desidera. L'immagine rimane nitida in tutto il fotogramma, ma diventa leggermente più morbida verso i bordi, come ci si può aspettare da quasi tutti gli obiettivi.

I 4,5 stop di riduzione vibrazioni aiutano ad alleviare la sfocatura del movimento della fotocamera o del soggetto anche quando si scatta in condizioni di scarsa illuminazione o con velocità dell'otturatore inferiori, il che aiuta a mantenere l'immagine nitida. (Credito immagine: Jason Parnell Brookes)

Dovresti comprare il Nikkor AF-S 200-500mm f/5.6E ED VR?

Se ti piacciono gli sport, la fauna selvatica o la fotografia aeronautica – anzi se c'è qualche possibilità che desideri catturare un soggetto più piccolo o molto più lontano – e hai bisogno di una buona portata a un prezzo ragionevole, allora il Nikkor AF-S 200-500mm f /5.6E ED VR è sicuramente una scelta fantastica. È abbastanza buono per l'uso professionale, ma chi lavora in condizioni di scarsa illuminazione potrebbe voler prendere in considerazione un altro telezoom con un'apertura massima più ampia, anche se i 4,5 stop di VR fanno molto per aiutare in questo senso. Questo obiettivo probabilmente non è l'ideale per un principiante (anche se sicuramente non ti tratterrà) perché gli obiettivi 70-300 mm più economici e leggeri menzionati di seguito sono probabilmente una scommessa più sicura da introdurre nel mondo del telezoom.

Se questo prodotto non fa per te

Sebbene sia l'unico obiettivo della gamma Nikon con innesto F (si apre in una nuova scheda) che offre una gamma di zoom teleobiettivo così generosa, il Nikkor AF-S 200-500mm f/5.6E ED VR non è per tutti. Ha un buon prezzo considerando il prezzo di altri obiettivi, che costano all'incirca lo stesso nuovo di zecca del 70-200 mm f/2.8.

Se i budget sono un problema, un'opzione migliore potrebbe essere il più conveniente Nikon AF-P 70-300mm f/4.5-5.6E ED (si apre in una nuova scheda) o l'equivalente Tamron Tamron SP 70-300mm f /4-5.6 Di VC USD ( si apre in una nuova scheda), che offre gran parte della gamma di lunghezze focali a un prezzo molto più basso. Ma attenzione alla forte aberrazione cromatica di questi obiettivi, potrebbe essere utile attivare le correzioni obiettivo durante la modifica nel software di post-elaborazione.

(Credito immagine: Jason Parnell Brookes)

Tuttavia, se si desidera abbinare la gamma di lunghezze focali del 200-500 mm ma raccogliere più luce per riprese in condizioni di scarsa illuminazione, l'obiettivo Sigma 200-500 mm f/2.8 EX DG (si apre in una nuova scheda) potrebbe essere un'opzione, a quasi 6x il prezzo. Tuttavia, viene fornito con la sua maniglia per il trasporto integrata nell'obiettivo.

Ir arriba