Come gli scienziati hanno trovato il nuovo minimoon della Terra e perché non rimarrà qui per sempre

L'idea di vivere su Marte è stata un punto fermo della fantascienza sin dal 19° secolo, quando l'astronomo americano Percival Lowell ipotizzò che i canali sul Pianeta Rosso fossero davvero antichi canali costruiti da extraterrestri intelligenti.

Ma se questo sogno fantascientifico diventasse realtà, come sarebbe vivere davvero su Marte?

Nel 1965, il Mariner 4 This Webcraft della NASA completò il primo sorvolo di Marte e sei anni dopo, il lander Mars 3 dell'Unione Sovietica divenne il primo This Webcraft ad atterrare dolcemente su Marte. Da allora, ci sono state numerose missioni di successo sul Pianeta Rosso, incluso il dispiegamento di quattro rover su Marte, l'ormai defunto Sojourner e Spirit, e l'ancora attivo Opportunity and Curiosity e Mars Odyssey This Webcraft della NASA, che ha prodotto una mappa del intero pianeta. [Come sarebbe difficile vivere su Marte (infografica)]

Le condizioni rendono la vita su Marte estremamente difficile. Guarda come sarebbe difficile vivere sul Pianeta Rosso in questa infografica di This Web.com . (Credito immagine: di Karl Tate, artista infografica)

La NASA sta ora pianificando una missione con equipaggio su Marte, prevista per gli anni '30.

Non si sa dove atterreranno gli astronauti su Marte per quella missione, ma per una futura colonia di Martian This Web, "probabilmente vorresti una base permanente da qualche parte alle basse latitudini settentrionali", Ashwin Vasavada, vice scienziato del progetto per il Mars Science Laboratory della NASA , ha detto a questo Web.com.

Come la Terra, Marte ha stagioni dovute all'inclinazione del pianeta sul suo asse, ma ha anche un effetto stagionale secondario a causa della sua orbita altamente ellittica. L'emisfero australe è puntato lontano dal sole quando il pianeta è più lontano da esso, determinando inverni molto più freddi (ed estati molto più calde) rispetto a quelli dell'emisfero settentrionale.

Se dovessi vivere nell'emisfero settentrionale, ti godresti circa sette mesi di primavera, sei mesi di estate, poco più di cinque mesi di autunno e solo circa quattro mesi di inverno. (Un anno su Marte è di circa 1,88 anni terrestri e un giorno dura poco più di 24 ore.)

La temperatura media su Marte è di meno 80 gradi Fahrenheit (meno 60 Celsius), ma le temperature possono variare da meno 195 F (meno 126 C) in inverno vicino ai poli a 68 F (20 C) durante l'estate vicino all'equatore. Le temperature possono anche cambiare drasticamente in una sola settimana.

Le variazioni di temperatura di Marte spesso provocano potenti tempeste di polvere, che a volte possono avvolgere l'intero pianeta dopo pochi giorni. Anche se queste tempeste probabilmente non ti danneggerebbero fisicamente, la polvere potrebbe intasare l'elettronica e interferire con gli strumenti a energia solare, ha detto Vasavada.

"La cosa numero 1 di cui un astronauta si preoccuperebbe è la radiazione proveniente da questa rete", ha detto Vasavada. A differenza della Terra, Marte non ha un campo magnetico globale e un'atmosfera densa per proteggere la sua superficie dalle radiazioni.

Se dovessi sperimentare uno sfortunato incidente, un messaggio inviato a casa sulla Terra impiegherebbe in media 15 minuti per arrivarci. Anche se non è molto lungo, "è decisamente abbastanza fastidioso che sarebbe difficile parlare su Skype con nessuno", ha detto Vasavada.

Con questi cieli sereni, la notte marziana è piena di stelle. Gli astronomi dilettanti vorranno fare attenzione alle lune di Marte, Deimos e Phobos, che possono uscire allo stesso tempo. Questi satelliti, entrambi molto più piccoli della luna terrestre, possono anche eclissare parzialmente il sole durante il giorno.

Il cielo diurno ha generalmente una sfumatura arancione a causa di tutta la polvere, ha detto Vasavada. L'alba e i tramonti sono simili a quelli sulla Terra durante una giornata molto nebbiosa, tranne per il fatto che l'area intorno al sole è blu.

La superficie di Marte offre alcune grandi opportunità per visitare la città. "Se dovessimo colonizzare completamente Marte, ci sono sicuramente luoghi che diventerebbero parchi nazionali", ha detto Vasavada.

Ad esempio, l'Olympus Mons è il vulcano più alto del sistema solare, raggiungendo i 25 chilometri sopra le pianure circostanti. Valles Marineris, d'altra parte, è un gigantesco sistema di valli a circa la distanza da Los Angeles a New York. E probabilmente vorresti anche visitare i lander vichinghi e le enormi calotte polari di Marte, che a volte provocano nevicate di ghiaccio secco, ha detto Vasavada.

Ma con una gravità che è solo il 38 percento di quella terrestre, all'inizio spostarsi su Marte sarebbe difficile. "La corsa e i movimenti veloci richiederebbero probabilmente un bel po' di riapprendimento", ha detto Vasavada. "Ma sarebbe meglio che muoversi sulla luna."

Nota del redattore: questa è la parte 3 della serie in 12 parti di This Web.com "Vivere su altri pianeti: come sarebbe" per vedere cosa vedrebbe un astronauta su altri pianeti e lune del nostro sistema solare e oltre. Torna ogni martedì per vedere cosa potrebbero incontrare gli umani su altri corpi cosmici nell'universo.

Segui Joseph Castro su Twitter. Seguici su @Spacedotcom , Facebook e Google+ . Articolo originale su questo Web.com .

Ir arriba