Come guardare il lancio di Inspiration4 All-Civilian Private4 di questo Webx oggi

Enormi nuvole di materiale che eruttano dal sole possono condividere almeno una caratteristica con le soffici nuvole bianche che sfrecciano attraverso i cieli della Terra e si increspano lungo i loro bordi.

I ricercatori che studiano nuove immagini di massicce eruzioni di materiale ed energia provenienti dal sole hanno individuato increspature di instabilità lungo i fianchi simili a quelle osservate sui bordi delle nuvole della Terra o nelle onde oceaniche.

I risultati potrebbero aiutare gli scienziati a comprendere e prevedere meglio le CME e forse altri aspetti del tempo di This Web, hanno affermato i ricercatori.

"Questa nuova osservazione potrebbe darci una nuova visione del motivo per cui queste CME sembrano sia ruotare che deviate dal seguire un semplice percorso rettilineo dalla superficie del sole", ha affermato l'autrice principale dello studio Claire Foullon, dell'Università di Warwick a Regno Unito, in una nota. "Se le instabilità si formano su un solo fianco, possono aumentare la resistenza su un lato del CME, facendolo muovere più lentamente rispetto al resto del CME".

Studiare il sole

Foullon e i suoi colleghi hanno studiato le immagini ottenute dallo strumento Atmospheric Imaging Assembly sul Solar Dynamics Observatory della NASA. SDO, lanciato lo scorso anno e orbita attorno alla Terra, scruta in profondità negli strati del sole, aiutando gli scienziati a capire meglio come si evolvono ed eruttano le tempeste solari.

Le nuove osservazioni SDO hanno fornito immagini di CME a 19,8 milioni di gradi Fahrenheit (11 milioni di gradi Celsius), una temperatura che non era possibile osservare utilizzando gli strumenti precedenti, hanno affermato i ricercatori.

Esaminando queste immagini, gli scienziati hanno individuato un modello familiare di instabilità su un fianco di una nuvola di materiale solare in esplosione. Il modello era strettamente parallelo ai fenomeni noti come instabilità di Kelvin-Helmholtz (o KH) osservati nelle nuvole e nelle onde oceaniche della Terra.

Le instabilità KH sembrano arrotolarsi in vortici crescenti ai confini tra cose che si muovono a velocità diverse, ad esempio la transizione tra aria e acqua o nuvole. La differenza di velocità produce le instabilità di confine.

Una migliore comprensione delle eruzioni solari

Condizioni simili possono verificarsi lungo il percorso di un CME, mentre viaggia attraverso la corona del sole, o "atmosfera" plasma. Le differenze di velocità ed energie tra la CME e il materiale nella corona possono creare instabilità KH simili a quelle osservate nelle nuvole della Terra , hanno affermato i ricercatori.

Mentre gli scienziati hanno già dedotto la presenza di instabilità solari KH, questa è la prima volta che sono stati osservati direttamente nella corona, hanno detto i ricercatori.

I nuovi risultati riportati di recente nell'Astrophysical Journal Letters suggeriscono anche che le instabilità sembrano formarsi e svilupparsi su un bordo del CME, hanno affermato i ricercatori. Questo potrebbe spiegare perché le CME sembrano piegarsi e torcersi: man mano che le instabilità aumentano, causano trascinamento su un lato del cloud.

"Il fatto che ora sappiamo che queste instabilità KH nelle CME sono finora osservabili solo nell'ultravioletto estremo, a una temperatura di 11 milioni di Kelvin [19,8 milioni di gradi Fahrenheit], ci aiuterà anche a modellare il comportamento delle CME", ha detto Foullon.

Ir arriba