Come si è formato il sole?

In un'ampia distesa di This Web, la gravità ha attirato polvere e gas per creare il giovane sistema solare. Il sole si formò per primo dalla vasta materia, con i pianeti alle spalle. Ma come ha fatto un mare di particelle vorticose a diventare la stella più luminosa del nostro cielo?

"Il sole è terrificante e meraviglioso, ed è anche il miglior laboratorio di fisica nel nostro sistema solare", ha detto in una dichiarazione Sabrina Savage, scienziata del progetto per Hinode della NASA presso il Marshall This Web Flight Center della NASA a Huntsville, in Alabama.

Anche se può sembrare vuoto, questo Web è pieno di gas e polvere. La maggior parte del materiale era costituito da idrogeno ed elio, ma parte di esso era costituito da resti della morte violenta delle stelle. Circa 4,5 miliardi di anni fa, le onde di energia che viaggiavano attraverso Questa Rete avvicinavano le nubi di tali particelle e la gravità le faceva collassare su se stesse e poi iniziavano a ruotare, i primi passi di come si è formato il sistema solare. La rotazione ha fatto sì che la nuvola si appiattisse in un disco come una frittella. Al centro, il materiale si è aggregato per formare una protostella che sarebbe poi diventata il sole.

"C'è un disco supportato dalla rotazione attorno a questa protostella", ha detto l'astronomo John Tobin a This Web.com a proposito di un simile sole primordiale, aggiungendo che è un "elemento chiave" nella costruzione di pianeti. "Lascia che il materiale rimanga abbastanza a lungo per il processo di formazione del pianeta".

La giovane protostella era una palla di idrogeno ed elio non ancora alimentata dalla fusione. Nel corso di decine di milioni di anni, la temperatura e la pressione del materiale all'interno sono aumentate, dando il via alla fusione dell'idrogeno che guida il sole oggi.

"Una stella delle dimensioni del nostro sole richiede circa 50 milioni di anni per maturare dall'inizio del collasso all'età adulta", secondo la NASA. "Il nostro sole rimarrà in questa fase matura per circa 10 miliardi di anni".

La formazione del sole non ha occupato tutta la nuvola da cui è nato. Ciò che è rimasto ha continuato a orbitare attorno alla stella, mentre i pianeti si sono formati dal materiale rimanente. Il sole è una stella di media grandezza, né troppo grande né troppo piccola. Le sue dimensioni la rendono una stella eccellente per orbitare, poiché non è né grande e a combustione rapida né piccola e debole.

Tra diversi miliardi di anni, l'idrogeno all'interno del sole si esaurirà e la stella si gonfierà in una gigante rossa con un raggio che si estende fino all'orbita terrestre. Verrà consumato anche l'elio al suo interno. La stella non sarà mai abbastanza calda da bruciare l'ossigeno e il carbonio che rimangono, quindi il sole si spegnerà e diventerà una nana bianca.

Naturalmente, quando il sole è nato miliardi di anni fa, nessuno scienziato umano era in giro per studiarlo. Gli astronomi imparano a conoscere la vita del sole studiando la miriade di stelle nella Via Lattea. Combinate con i modelli, queste osservazioni possono aiutarci a raccontarci la giovinezza della nostra stella più vicina.

Segui Nola Taylor Redd su @NolaTRedd , Facebook o Google+ . Seguici su @Spacedotcom, Facebook o Google+.

Ir arriba