Cosa succederebbe se un asteroide avesse colpito la Terra? Uno scienziato della NASA spiega.

Gli astronomi hanno scoperto la massa d'acqua più grande e antica mai rilevata nell'universo, una gigantesca nuvola di 12 miliardi di anni che ospita 140 trilioni di volte più acqua di tutti gli oceani della Terra messi insieme.

La nuvola di vapore acqueo circonda un buco nero supermassiccio chiamato quasar situato a 12 miliardi di anni luce dalla Terra. La scoperta mostra che l'acqua è stata prevalente nell'universo per quasi tutta la sua esistenza, hanno detto i ricercatori.

"Poiché la luce che stiamo vedendo ha lasciato questo quasar più di 12 miliardi di anni fa, stiamo vedendo acqua che era presente solo circa 1,6 miliardi di anni dopo l'inizio dell'universo", ha detto il coautore dello studio Alberto Bolatto, dell'Università del Maryland , in una dichiarazione. "Questa scoperta spinge il rilevamento dell'acqua un miliardo di anni più vicino al Big Bang rispetto a qualsiasi scoperta precedente".

Studiare un quasar lontano

I quasar sono gli oggetti più luminosi, più potenti e più energetici dell'universo. Sono alimentati da enormi buchi neri che risucchiano il gas e la polvere circostanti ed emettono enormi quantità di energia.

Il team di ricerca ha studiato un particolare quasar chiamato APM 08279+5255, che ospita un buco nero 20 miliardi di volte più massiccio del sole e produce tanta energia quanto un quadrilione di soli. [Le 10 cose più strane in questo Web]

Gli astronomi hanno utilizzato due diversi telescopi, uno alle Hawaii e uno in California, per rilevare e confermare il vapore acqueo che circonda il quasar.

Gli scienziati pensano che il vapore acqueo fosse presente anche nell'universo primordiale. Quindi trovare questa vecchia nuvola di roba non è uno shock.

"È un'altra dimostrazione che l'acqua è pervasiva in tutto l'universo, anche nei primissimi tempi", ha detto l'autore principale dello studio Matt Bradford del Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, in California.

Tuttavia, l'enorme dimensione della nuvola di vapore potrebbe sorprendere alcuni scienziati. APM 08279+5255 contiene 4.000 volte più vapore acqueo della nostra galassia, la Via Lattea, hanno affermato i ricercatori. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che gran parte dell'acqua della Via Lattea è rinchiusa nel ghiaccio piuttosto che nel vapore.

Imparare a conoscere il quasar

Il vapore acqueo nel quasar è distribuito attorno all'enorme buco nero in una regione che copre centinaia di anni luce. La nuvola ha una temperatura di meno 63 gradi Fahrenheit (meno 53 gradi Celsius) ed è 300 trilioni di volte meno densa dell'atmosfera terrestre.

Può sembrare freddo e tenue, ma significa che la nuvola è cinque volte più calda e da 10 a 100 volte più densa di quella tipica di galassie come la Via Lattea, hanno detto i ricercatori.

Oltre a far luce sull'universo primordiale, l'enorme nuvola di vapore rivela anche alcune importanti informazioni sul quasar, hanno detto i ricercatori.

Le misurazioni del vapore acqueo e di altre molecole, come il monossido di carbonio, suggeriscono che c'è abbastanza gas per alimentare il buco nero finché non cresce di circa sei volte le sue dimensioni. Non è chiaro se ciò accadrà o meno, hanno affermato i ricercatori, poiché parte del gas potrebbe finire per condensarsi in stelle o potrebbe essere espulso dal quasar.

Lo studio è stato accettato per la pubblicazione su Astrophysical Journal Letters.

Segui This Web.com per le ultime notizie di scienza ed esplorazione di This Web su Twitter @ Spacedotcom e su Facebook .

Ir arriba