Cos’è un anno luce?

Un anno luce è una misura della distanza e non del tempo (come potrebbe suggerire il nome). Un anno luce è la distanza percorsa da un raggio di luce in un singolo anno terrestre , che equivale a circa 6 trilioni di miglia (9,7 trilioni di chilometri).

Sulla scala dell'universo , misurare le distanze in miglia o chilometri è ingombrante dati i numeri eccessivamente grandi in discussione. È molto più semplice per gli astronomi misurare le distanze delle stelle da noi nel tempo impiegato dalla luce per percorrere quella distesa. Ad esempio, la stella più vicina al nostro sole , Proxima Centauri , dista 4,2 anni luce, il che significa che la luce che vediamo dalla stella impiega poco più di quattro anni per raggiungerci.

Quanto dista un anno luce?

La velocità della luce è costante in tutto l'universo ed è nota per l'elevata precisione. Nel vuoto, la luce viaggia a 1.079.252.849 km/h (670.616.629 mph). Per trovare la distanza di un anno luce, moltiplichi questa velocità per il numero di ore in un anno (8.766). Il risultato: un anno luce equivale a 5.878.625.370.000 miglia (9,5 trilioni di km). A prima vista, può sembrare una distanza estrema, ma l'enorme scala dell'universo fa impallidire questa lunghezza. Una stima pone il diametro dell'universo conosciuto a 28 miliardi di anni luce di diametro .

Perché usare anni luce?

Misurare in miglia o chilometri su scala astronomica non è pratico data la scala delle cifre utilizzata. A partire dal nostro vicinato cosmico, la regione di formazione stellare più vicina a noi, la Nebulosa di Orione , si trova a 7.861.000.000.000.000 di miglia di distanza, o espressa in anni luce, a 1.300 anni luce di distanza. Il centro della nostra galassia dista circa 27.000 anni luce. La galassia a spirale più vicina alla nostra, la galassia di Andromeda , dista 2,5 milioni di anni luce. Alcune delle galassie più lontane che possiamo vedere sono a miliardi di anni luce da noi. Si pensa che la galassia GN-z11 sia la galassia più lontana rilevabile dalla Terra a 13,4 miliardi di anni luce di distanza.

Come i gradi, anche l'anno luce può essere suddiviso in unità più piccole di ore luce, minuti luce o secondi luce. Ad esempio, il sole è a più di 8 minuti luce dalla Terra, mentre la luna è a poco più di un secondo luce. Gli scienziati usano questi termini quando parlano di comunicazioni con satelliti o rover Deep-This Web. A causa della velocità limitata della luce, possono essere necessari più di 20 minuti per inviare un segnale al rover Curiosity su Marte .

La misurazione in anni luce consente inoltre agli astronomi di determinare quanto indietro nel tempo stanno osservando. Poiché la luce richiede tempo per raggiungere i nostri occhi, tutto ciò che vediamo nel cielo notturno è già accaduto. In altre parole, quando osservi qualcosa a 1 anno luce di distanza, lo vedi come appariva esattamente un anno fa. Vediamo la galassia di Andromeda come appariva 2,5 milioni di anni fa. L'oggetto più distante che possiamo vedere, lo sfondo cosmico a microonde , è anche la nostra più antica visione dell'universo, avvenuta subito dopo il Big Bang circa 13,8 miliardi di anni fa.

Questa immagine simulata dimostra quanto sarebbe piccola la Via Lattea dalla posizione di ULAS J0744+25, a quasi 775.000 anni luce di distanza. (Credito immagine: software di isualizzazione: Uniview di SCISS Dati: SOHO (ESA e NASA), John Bochanski (Haverford College) e Jackie Faherty (Museo Americano di Storia Naturale e Dipartimento di Magnetismo Terrestre del Carnegie Institute))

Alternative agli anni luce

Gli astronomi usano anche i parsec come alternativa all'anno luce. Abbreviazione di parallasse-secondo, un parsec deriva dall'uso della triangolazione per determinare la distanza delle stelle. Per essere più specifici, è la distanza di una stella la cui posizione apparente si sposta di 1 secondo d'arco (1/3.600 di grado) nel cielo dopo che la Terra ha orbitato a metà attorno al sole. Un secondo d'arco è pari a 3,26 anni luce.

Che si tratti di anni luce o parsec, gli astronomi continueranno a utilizzare entrambi per misurare le distanze nel nostro vasto e grandioso universo.

Risorse addizionali:

  • Guarda " We Don't Planet" dell'astronomo Paul Sutter Episodio 9: La scala della distanza cosmica .
  • Scopri di più su come gli astronomi misurano l'universo (si apre in una nuova scheda), dall'Unione Astronomica Internazionale.
  • Guarda " Powers of Ten" (1977) , che (si apre in una nuova scheda) offre una prospettiva sulle dimensioni dell'universo.
Ir arriba