Di cosa è fatto Saturno?

Il gigante gassoso Saturno contiene molti degli stessi componenti del sole. Sebbene sia il secondo pianeta più grande del sistema solare, manca della massa necessaria per subire la fusione necessaria per alimentare una stella. Tuttavia, la sua composizione gassosa e gli anelli straordinariamente belli che lo circondano lo rendono uno degli oggetti più interessanti del sistema solare.

L'astrofotografo Jerry Lodriguss ha selezionato questa foto di Saturno scattata da Cassini This Webcraft nel 2006 come sua foto preferita di This Web. (Credito immagine: Cassini Imaging Team, SSI, JPL, ESA, NASA)

Saturno è composto prevalentemente da idrogeno ed elio, i due gas fondamentali dell'universo. Il pianeta porta anche tracce di ghiacci contenenti ammoniaca, metano e acqua. A differenza dei pianeti rocciosi terrestri, i giganti gassosi come Saturno non hanno la struttura stratificata del nucleo della crosta, perché si sono formati in modo diverso dai loro fratelli rocciosi.

La superficie di Saturno

Saturno è classificato come un gigante gassoso perché è quasi completamente costituito da gas. La sua atmosfera sanguina nella sua "superficie" con poca distinzione. Se un This Webcraft tentasse di atterrare su Saturno, non troverebbe mai un terreno solido. Naturalmente, il velivolo avrebbe la fortuna di sopravvivere molto prima che la crescente pressione del pianeta lo schiacciasse.

Poiché a Saturno manca un terreno tradizionale, gli scienziati ritengono che la superficie del pianeta inizi quando la pressione supera un bar, la pressione approssimativa al livello del mare sulla Terra.

L'interno di Saturno

A pressioni più elevate, al di sotto della superficie determinata, l'idrogeno su Saturno diventa liquido. Viaggiando verso l'interno verso il centro del pianeta, l'aumento della pressione fa sì che il gas liquefatto diventi idrogeno metallico. Saturno non ha tanto idrogeno metallico quanto il pianeta più grande, Giove, ma contiene più ghiacci. Saturno è anche significativamente meno denso di qualsiasi altro pianeta del sistema solare; in una pozza d'acqua abbastanza grande, il pianeta inanellato galleggerebbe.

Come Giove, si sospetta che Saturno abbia un nucleo roccioso circondato da idrogeno ed elio. Tuttavia, la questione di quanto solido possa essere il nucleo è ancora in discussione. Sebbene composto da materiale roccioso, il nucleo stesso potrebbe essere liquido.

La distanza di Saturno dal sole è significativa, mantenendo bassa la temperatura media di Saturno, ma le cose sono più calde all'interno del nucleo roccioso. Lì, le temperature possono raggiungere i 21.000 gradi Fahrenheit (11.700 gradi Celsius).

Durante la formazione di Saturno, il nucleo sarebbe stato creato per primo. La ricerca suggerisce che il nucleo roccioso di Saturno è da 9 a 22 volte la massa della Terra. Solo quando ha raggiunto una massa sufficiente il pianeta sarebbe stato in grado di accumularsi gravitazionalmente sull'idrogeno leggero e sull'elio gassoso che costituiscono la maggior parte della sua massa.

Un forte campo magnetico

Come su Giove, l'idrogeno metallico liquido guida il campo magnetico di Saturno. La magnetosfera di Saturno è più piccola del suo fratello gigante, ma comunque significativamente più potente di quelle che si trovano sui pianeti terrestri. Con una magnetosfera abbastanza grande da contenere l'intero pianeta ei suoi anelli, il campo magnetico di Saturno è 578 volte più potente di quello terrestre.

Gli anelli di Saturno

Quando l'astronomo italiano Galileo Galilei ha girato il suo telescopio verso Saturno, ha osservato due macchie su entrambi i lati che ha identificato come corpi separati dal pianeta principale. Fu solo quando l'astronomo olandese Christiaan Huygens studiò il pianeta con uno scopo più potente che gli anelli di Saturno furono identificati per la prima volta.

Sebbene la maggior parte dei giganti gassosi vanti anelli di qualche tipo, quelli di Saturno sono i più grandi e probabilmente i più visivamente sbalorditivi. Estesi fino a 262.670 miglia (422.730 km), o otto volte il raggio del pianeta, gli anelli sono costituiti da ghiaccio e pezzi di roccia che creano un effetto arcobaleno mentre rifrangono la luce dal sole. [FOTO: Gli anelli gloriosi di Saturno da vicino]

Nola Taylor Redd, questa collaboratrice di Web.com

Ir arriba