Disastro Challenger 30 anni fa ha scioccato il mondo, ha cambiato la NASA

Kepler-69c è un pianeta che potrebbe essere una "super-Venere" o una "super-Terra", a seconda di quanto sia abitabile la sua superficie. Al momento della sua scoperta, tuttavia, i ricercatori hanno affermato che il pianeta aveva molte somiglianze con la Terra e che orbita attorno a una stella molto simile al nostro sole.

Acclamato come il pianeta alieno più simile alla Terra quando è stato scoperto, Kepler-69c è un esopianeta a circa 2.700 anni luce dalla Terra. Da allora c'è stato un dibattito sul fatto che sia più simile a una Venere oa una Terra. La NASA, ad esempio, ha notato che l'orbita di 242 giorni di Kepler-69c è vicina a quella che Venere ha nel nostro sistema solare.

Ma al momento della sua scoperta, i ricercatori stavano discutendo la possibilità che l'acqua, o anche un oceano globale, sulla sua superficie potessero esserci dei delfini intelligenti perché Kepler-69c sembrava essere in orbita dove era possibile l'acqua liquida.

"Questo è stato molto eccitante perché è la nostra prima super-Terra in una zona abitabile attorno a una stella di tipo solare", ha detto l'astronoma Natalie Batalha, co-investigatrice di Kepler presso l'Ames Research Center della NASA a Moffett Field, in California, al 221esimo incontro di l'American Astronomical Society nel gennaio 2013, quando la scoperta del pianeta candidato è stata resa pubblica.

"E' in orbita attorno a una stella molto simile al nostro sole", ha aggiunto Batalha. "In precedenza quelli che abbiamo visto orbitavano attorno ad altri tipi di stelle".

Il diagramma confronta i pianeti del sistema solare interno con Kepler-69, un sistema di due pianeti a circa 2.700 anni luce dalla Terra nella costellazione del Cigno. (Credito immagine: NASA Ames/JPL-Caltech)

Potenziale super-Venere

Il pianeta candidato è stato individuato dal Kepler This Web Telescope, che ha trovato migliaia di altri candidati durante la sua missione principale. Nel corso degli anni ha trovato diversi pianeti rocciosi che orbitano nelle zone abitabili delle loro stelle madri, sebbene la maggior parte di queste stelle siano nane rosse più piccole e più fredde del sole. [Relazionato: La NASA trova 1.284 pianeti alieni, il più grande raggio di sempre, con Kepler questo telescopio web]

Rispetto al nostro sistema solare, l'orbita di Kepler-69c attorno alla sua stella è leggermente più piccola di quella della Terra, si trova a una distanza di circa 70 milioni di miglia (112 milioni di chilometri) rispetto ai 93 milioni di miglia (150 milioni di km) della Terra. Un anno su Kepler-69c impiega circa 242 giorni terrestri per essere completato.

Pochi mesi dopo l'annuncio del pianeta potenzialmente abitabile, i ricercatori hanno fatto una nuova analisi sulla sua orbita e l'hanno pubblicata su Astrophysical Journal Letters. Il team ha suggerito che "anche in condizioni ottimistiche", il pianeta orbita troppo vicino alla sua stella per trovarsi nella zona abitabile. La quantità di radiazione solare che riceve è simile a quella di Venere, ha affermato il team (guidato da Stephen Kane, assistente professore alla San Francisco State University).

Più tardi, nel 2014, i ricercatori guidati di nuovo da Kane hanno suggerito che dovrebbe esserci una "zona di Venere" definita per le scoperte di Keplero. Nelle Astrophysical Journal Letters, il team ha citato specificamente il proprio articolo su Kepler-69c. Hanno detto che inizialmente si credeva che il pianeta fosse abitabile, ma probabilmente è caduto più in una categoria di Venere dopo ulteriori analisi. Il gruppo ha inoltre identificato 43 potenziali analoghi di Venere e ha definito la frequenza con cui tendono a verificarsi per diversi tipi di stelle nane.

Risorse addizionali

  • Il sito Web di Kepler di JPL
Ir arriba