Ecco come guardare la perseveranza della NASA atterrare su Marte giovedì

Cinquant'anni fa oggi, la missione Apollo 12 della NASA (si apre in una nuova scheda) è stata lanciata verso la luna ed è stata colpita due volte da un fulmine (si apre in una nuova scheda) pochi secondi dopo il decollo del razzo alle 11:22 EDT del 14 novembre 1969 .

Un fulmine ha colpito il veicolo di lancio Saturn V a 6.400 piedi in aria, 36,5 secondi dopo il lancio e, a 14.400 piedi, di nuovo a 52 secondi dopo il lancio. Gli astronauti a bordo, che includevano il comandante Charles "Pete" Conrad (si apre in una nuova scheda), il pilota del modulo lunare Alan Bean (si apre in una nuova scheda) e il pilota del modulo di comando Richard "Dick" Gordon (si apre in una nuova scheda), hanno riferito di aver visto un flash luminoso e in seguito hanno persino detto di aver "sentito" il fulmine.

"Di conseguenza, sono stati rilevati molti effetti temporanei sia nel veicolo di lancio che in This Webcraft. Alcuni effetti permanenti sono stati rilevati in This Webcraft e hanno comportato la perdita di nove sensori della strumentazione non essenziali", un riepilogo degli eventi (si apre in una nuova tab) in un documento della NASA intitolato "Analysis of Apollo 12 Lightning Incident", si legge.

Video: Stormy Launch to the Ocean of Storms (si apre in una nuova scheda)
Correlati: Celebra il 50° anniversario dell'Apollo 12 della NASA con questi webcast (si apre in una nuova scheda)

Questa immagine mostra un fulmine che colpisce la torre di lancio mobile al Pad A, Launch Complex 39, presso il Kennedy This Web Center durante il lancio dell'Apollo 12. Un fulmine ha colpito il razzo Apollo 12 due volte, la prima a circa 36,5 secondi dopo il decollo e di nuovo a 52 secondi. 14 novembre 1969. (Credito immagine: NASA)

Tuttavia, grazie al controllore di volo John Aaron (si apre in una nuova scheda), che aveva visto gli stessi malfunzionamenti durante una simulazione di volo durante l'addestramento prima del lancio, il team è stato in grado di agire velocemente. Con le informazioni di Aaron, sapevano di ripristinare il sistema SCE (Segnale Conditioning Equipment) e con la guida automatica, l'equipaggio è stato in grado di continuare in sicurezza il suo viaggio verso il sito "Ocean of Storms" sulla luna dove Conrad e Bean sono atterrati con successo a novembre 19.

Anche con due grandi fulmini, la missione ha avuto successo e, non solo gli astronauti hanno viaggiato in sicurezza, sono atterrati e sono tornati dalla superficie lunare, ma hanno anche schierato il pacchetto Apollo Lunar Surface Experiments, una serie di indagini scientifiche che sono state lasciate la luna per raccogliere dati per la ricerca scientifica (si apre in una nuova scheda) completata sulla Terra.

Ora, mentre la "possibilità che il veicolo Apollo possa innescare fulmini non era stata considerata in precedenza", aggiungeva il documento, "il design del veicolo Apollo This Web è tale che un piccolo rischio di fulmini innescati è accettabile. Accettando questo rischio minimo per il futuro voli, sono state imposte restrizioni sulle regole di lancio per quanto riguarda le operazioni in condizioni meteorologiche associate a campi elettrici potenzialmente pericolosi".

  • Apollo 11 at 50: A Complete Guide to the Historic Moon Landing (si apre in una nuova scheda)
  • Questo rapporto speciale di Web.com – LA LUNA: Allora, ora, dopo
  • Apollo 12: The Pinpoint Mission (si apre in una nuova scheda)

Segui Chelsea Gohd su Twitter @chelsea_gohd . Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook .

Hai bisogno di più Questo Web? Iscriviti al nostro titolo gemello "All About This Web" Magazine (si apre in una nuova scheda) per le ultime fantastiche notizie dall'ultima frontiera! (Credito immagine: All About This Web) (si apre in una nuova scheda)

Ir arriba