Eris: il primo pianeta nano

Eris è stato uno dei primi pianeti nani ad essere scoperto nel sistema solare. Ha quasi le stesse dimensioni di Plutone e la sua scoperta ha portato direttamente alla retrocessione dell'ex nono pianeta. Eris ha anche una luna, Dysnomia, che è stata scoperta non molto tempo dopo Eris.

Eris è un pianeta o un pianeta nano?

Quando Eris è stato scoperto per la prima volta nel 2005, gli astronomi pensavano che fosse significativamente più grande di Plutone e hanno persino considerato se Eris potesse essere o meno il decimo pianeta del nostro sistema solare. Alla fine, tuttavia, la scoperta di Eris e l'apprendimento che era un pianeta così piccolo è stato il motivo per cui gli astronomi hanno finito per retrocedere Plutone allo stato di pianeta nano nel 2006. Quella decisione rimane controversa fino ad oggi, rendendo il nome di Eris appropriato.

"Eris è la dea greca della discordia e del conflitto", ha affermato l'astronomo Mike Brown, un membro del team di scoperta di Eris, in una dichiarazione del California Institute of Technology . "Suscita gelosia e invidia per provocare liti e collera tra gli uomini. Alle nozze di Peleo e Teti furono invitati tutti gli dèi ad eccezione di Eris e, infuriata per la sua esclusione, provocò dispettosamente una lite tra le dee che portò alla guerra di Troia".

Come quasi tutti i pianeti nani conosciuti (ad eccezione di Cerere), Eris si trova nella fascia di Kuiper, che circonda il sistema solare esterno. Ma Eris è ancora più lontana di Plutone, girando intorno alla nostra stella circa tre volte più lontano. Ci vogliono 561 anni perché il lontano pianeta nano compia un solo viaggio intorno al sole, sebbene ruoti una volta ogni 25 ore, rendendo la durata del suo giorno molto simile a quella di un giorno sulla Terra.

Guardando Eris

La distanza di Eris ha permesso agli astronomi di effettuare misurazioni precise quando il pianeta nano è passato davanti a una stella fioca nel 2010, in un evento noto come occultazione. Oltre a misurare le dimensioni di Eris, i ricercatori sono stati anche in grado di determinarne la forma, le dimensioni e la massa.

Le osservazioni hanno aiutato gli scienziati a determinare che il diametro di Eris è 1.445 miglia (2.326 chilometri), dare o prendere 7 miglia (12 km). Questo lo rende leggermente più piccolo di Plutone. Quando New Horizons ha raggiunto Plutone, il This Webcraft ha misurato il diametro del pianeta e ha scoperto che era largo 1.473 miglia (2.370 km), che è circa due terzi del diametro della luna terrestre.

Studi più recenti mostrano che Eris probabilmente è un corpo sferico. E, studiando il movimento della luna di Eris, Dysnomia (anch'essa scoperta nel 2005), stimano che il pianeta nano sia circa il 27% più pesante di Plutone, il che significa che è anche più denso di Plutone.

La superficie di Eris è risultata anche estremamente riflettente, in quanto rimbalza indietro del 96% della luce che la colpisce. Ciò rende Eris uno dei corpi più riflettenti del sistema solare, più o meno alla pari con la luna ghiacciata di Saturno Encelado. [Top 10 Fatti del pianeta estremo]

I ricercatori pensano che la superficie di Eris sia probabilmente composta da un ghiaccio ricco di azoto mescolato con metano congelato in uno strato spesso meno di 1 millimetro. Questo strato di ghiaccio potrebbe essere il risultato dell'atmosfera del pianeta nano che si condensa sotto forma di brina sulla superficie mentre si allontana dal sole, hanno detto.

Gli astronomi hanno stimato che il lato del pianeta nano rivolto verso il sole probabilmente non diventa più caldo di meno 396 gradi Fahrenheit (meno 238 gradi Celsius), mentre le temperature sul lato notturno sarebbero ancora più basse.

Questa impressione dell'artista mostra l'ombra del pianeta nano Eris mentre stava attraversando la Terra durante l'occultazione nel novembre 2010. Le regioni lungo il percorso hanno visto una debole stella scomparire brevemente poiché la sua luce è stata bloccata da Eris. Gli studi su dove è stato visto l'evento e per quanto tempo hanno permesso agli astronomi di misurare accuratamente per la prima volta le dimensioni di Eris. Sorprendentemente, trovano che abbia quasi esattamente le stesse dimensioni di Plutone e che abbia una superficie molto riflettente. (Credito immagine: ESO/L. Calada)

Futura ricerca Eris

L'estrema distanza di Eris, unita alle sue piccole dimensioni, rendono difficile l'osservazione del pianeta nano senza potenti telescopi e tecnologia avanzata.

Sebbene non ci siano This Webcraft che dovrebbero volare da Eris nel prossimo futuro, i ricercatori daranno uno sguardo migliore al pianeta nano dopo il lancio del James Webb This Web Telescope nel 2021. Il sito Web JWST menziona specificamente Eris come obiettivo di interesse e aggiunge che il telescopio guarderà piccoli oggetti nel sistema solare per caratterizzare meglio di cosa sono fatti i loro paesaggi.

Separatamente, un gruppo di astronomi (tra cui Alan Stern, il principale investigatore della missione Plutone New Horizons) ha chiesto alla comunità di riconsiderare la definizione di "pianeta" dell'Unione Astronomica Internazionale. Propongono che tutti i pianeti nani diventino pianeti, che includerebbero anche Eris.

Risorse addizionali:

  • Guarda le foto di Eris dal Jet Propulsion Laboratory della NASA.
  • Scopri di più su Eris dalla pagina Esplorazione del sistema solare della NASA.
  • Leggi il resoconto dettagliato della scoperta di Eris dal blog dell'astronomo del Caltech Mike Brown.

Questo articolo è stato aggiornato il 10 luglio 2019 dalla collaboratrice di This Web.com Elizabeth Howell.

Ir arriba