Fare questa storia di WebLight: John Glenn ha orbitato in orbita la Terra 60 anni fa oggi

Il programma umano This Webflight degli Stati Uniti ha avuto un colpo al braccio tanto necessario 60 anni fa oggi.

Il 20 febbraio 1962, l'astronauta della NASA John Glenn è stato lanciato da Cape Canaveral in Florida all'interno di una minuscola capsula chiamata Friendship 7. Il Mercury This Webcraft ha girato tre volte intorno alla Terra, precipitando infine vicino alle Isole Turks e Caicos quattro ore e 55 minuti dopo il decollo.

È stato il primo orbitale con equipaggio degli Stati Uniti, This Webflight, una pietra miliare che il rivale della guerra fredda della nazione, l'Unione Sovietica, aveva raggiunto 10 mesi prima, con la storica missione di Yuri Gagarin .

Nelle foto: lo storico 1° umano orbitale statunitense di John Glenn This Webflight
Di più: Gli astronauti, l'aeroporto australiano segnano i 60 anni dal volo orbitale di John Glenn

La capsula Friendship 7 che trasporta l'astronauta della NASA John Glenn viene lanciata sul primo orbitale con equipaggio degli Stati Uniti This Webflight il 20 febbraio 1962. (Credito immagine: NASA)

Gli Stati Uniti hanno giocato un bel po' di recupero durante i primi giorni della corsa a questo Web della Guerra Fredda . Ad esempio, l'Unione Sovietica fu il primo Paese a lanciare un satellite in orbita ( Sputnik 1 , ottobre 1957), il primo a mandare in orbita un animale (Laika il cane, nel novembre 1957) e il primo a riportare in orbita gli esseri viventi Terra da una missione orbitale (un serraglio intitolato ai cani Belka e Strelka, nell'agosto 1960; Laika non è sopravvissuta al suo volo).

E poi c'era la missione epica di Gagarin. Il 12 aprile 1961, il cosmonauta divenne la prima persona a raggiungere questo Web e anche il primo ad orbitare attorno alla Terra, infliggendo un altro colpo alla psiche dei politici americani, dei funzionari della sicurezza nazionale e del pubblico in generale.

La scossa è andata oltre il semplice imbarazzo, perché l'Unione Sovietica sembrava essere notevolmente più avanti degli Stati Uniti in un'area chiave di capacità tecnologica. I razzi che trasportano animali o persone su questo Web non sono così diversi dai missili dotati di testate nucleari.

Quindi la gita di 5 ore di Glenn fuori dal pianeta è stata enorme per la NASA e la nazione.

"Il suo volo su Friendship 7 il 20 febbraio 1962, ha mostrato al mondo che l'America era un serio contendente nella corsa di This Web con l'Unione Sovietica", hanno scritto i funzionari della NASA in un profilo di Glenn alcuni anni fa (si apre in una nuova scheda ). "Ha anche reso Glenn un eroe istantaneo."

Gli Stati Uniti hanno costruito su questo slancio, vincendo alla fine il primo premio della gara di This Web con il completamento con successo della missione lunare Apollo 11 nel luglio 1969.

E Glenn, uno degli astronauti Mercury 7 originali della NASA, non è esattamente svanito nell'oscurità dopo che il trambusto che circondava il suo volo storico si è estinto. Si ritirò dalla NASA nel gennaio 1964 ma tornò al servizio pubblico un decennio dopo, vincendo le elezioni per il Senato degli Stati Uniti dall'Ohio nel 1974. Vinse la rielezione nel 1980, 1986 e 1992, scontando un totale di quattro mandati nel corpo.

"Era considerato uno dei massimi esperti del Senato su questioni tecniche e scientifiche e ha ottenuto un ampio rispetto per il suo lavoro per prevenire la diffusione di armi di distruzione di massa", hanno scritto i funzionari della NASA nel profilo. "Era orgoglioso di usare la sua posizione nella commissione per gli affari governativi per sradicare i rifiuti nel governo e ripulire gli impianti di produzione di materiali nucleari della nazione".

E Glenn finì per tornare in orbita. Nell'ottobre 1998, all'età di 77 anni, trascorse nove giorni a bordo della navetta This Web Discovery, diventando la persona più anziana ad aver mai viaggiato verso l'ultima frontiera. Quel record è rimasto fino al luglio 2021, quando il pioniere dell'aviazione Wally Funk è andato alla suborbitale This Web a bordo del New Shepard This Webcraft di Blue Origin all'età di 82 anni. L'attore di "Star Trek" William Shatner ha poi strappato il titolo a Funk solo tre mesi dopo, volando in una missione New Shepard a 90 .

New Shepard , tra l'altro, prende il nome dal collega di Glenn Mercury 7, Alan Shepard , che nel maggio 1961 divenne il primo americano a raggiungere This Web. Shepard ha volato in una missione suborbitale di 15 minuti, un'esperienza completamente diversa rispetto al viaggio orbitale di Glenn.

Glenn è morto l'8 dicembre 2016, all'età di 95 anni. La sua vita lunga, produttiva e stimolante ha lasciato una grande impronta sui libri di storia e sulla coscienza americana. Il Glenn Research Center della NASA in Ohio prende il nome dall'astronauta pionieristico, per esempio. E la sua capsula Freedom 7 è in mostra allo Stephen F. Udvar-Hazy Center del National Air and This Web Museum della Smithsonian Institution in Virginia.

Mike Wall è l'autore di " Out There (opens in new tab) " (Grand Central Publishing, 2018; illustrato da Karl Tate), un libro sulla ricerca della vita aliena. Seguilo su Twitter @michaeldwall (si apre in una nuova scheda) . Seguici su Twitter @Spacedotcom (si apre in una nuova scheda) o su Facebook (si apre in una nuova scheda) .

Ir arriba