Gli astronomi rivelano strane nuvole sul pianeta alieno “soffice”

L'atmosfera di un pianeta alieno chiamato WASP-127b è stata osservata in modo più dettagliato che mai, sorprendendo gli scienziati che osservano da vicino l' esopianeta (si apre in una nuova scheda).

In primo luogo, durante il sondaggio di diverse regioni dell'atmosfera di WASP-127bs, gli scienziati hanno rilevato il sodio (si apre in una nuova scheda). Normalmente, la presenza di questo elemento non sarebbe una sorpresa in un pianeta così alieno, ma l'elemento è stato trovato a un'altitudine molto più bassa del previsto, secondo il leader dello studio Romain Allart, iREx/Universit de Montral e Universit de Genve .

Non è stata l'unica sorpresa. Gli scienziati hanno anche osservato strani segnali di vapore acqueo che erano forti nell'infrarosso ma inesistenti alle lunghezze d'onda visibili. "Ciò implica che il vapore acqueo ai livelli più bassi è schermato da nuvole che sono opache alle lunghezze d'onda visibili ma trasparenti nell'infrarosso", ha affermato Allart in una nota (si apre in una nuova scheda).

I risultati dello studio, originariamente pubblicati il ​​16 dicembre sulla rivista Astronomy and Astrophysics, sono stati svelati il ​​23 settembre dal leader dello studio Romain Allart al meeting del 2021 dell'Europlanet Science Congress, un luogo di incontro annuale dell'Europlanet Society e il più grande planetario. incontro scientifico in Europa.

I ricercatori sono stati in grado di studiare le diverse regioni dell'atmosfera di WASP-127b utilizzando i dati dell'Hubble This Web Telescope (si apre in una nuova scheda) e le misurazioni della luce visibile dello spettrografo ESPRESSO presso il Very Large Telescope dell'Osservatorio europeo (si apre in una nuova scheda) in Cile.

Utilizzando i dati combinati, i ricercatori hanno ristretto l'altitudine delle nuvole a uno strato atmosferico con una pressione compresa tra 0,3 e 0,5 millibar. Anche se di cosa sono fatte queste nuvole rimane un mistero.

"Non conosciamo ancora la composizione delle nuvole, tranne per il fatto che non sono composte da goccioline d'acqua come sulla Terra", ha detto Allart. "Siamo anche perplessi sul motivo per cui il sodio si trova in un posto inaspettato su questo pianeta".

WASP-127b possiede molte caratteristiche uniche, quindi forse non sorprende che lo strano pianeta stia sollevando così tante domande.

Rispetto ai pianeti del sistema solare, WASP-127b ha molte caratteristiche uniche. (Credito immagine: David Ehrenreich/Universit de Genve, Romain Allart/Universit de Montral) (si apre in una nuova scheda)

Scoperto nel 2016 (si apre in una nuova scheda), WASP-127b è considerato un "Saturno caldo", un pianeta gassoso simile in massa a Saturno ma orbita molto più vicino al suo sole. Secondo i ricercatori, l'esopianeta si trova a più di 525 anni luce di distanza e completa un'orbita della sua stella madre in circa quattro giorni terrestri. Durante la sua orbita, WASP-127b riceve un'irradiazione 600 volte maggiore della Terra (si apre in una nuova scheda) facendo sì che le temperature sul mondo alieno raggiungano i 2.012 gradi Fahrenheit (1.100 gradi Celsius).

Queste condizioni soffocanti gonfiano WASP-127b così tanto che è 1,3 volte più grande di Giove, ma solo un quinto della massa. In quanto tale, WASP-127b è considerato uno degli esopianeti "più soffici" (o meno densi) mai scoperti, secondo i ricercatori.

Per quanto riguarda la sua orbita, l'esopianeta è diverso da qualsiasi pianeta del nostro sistema solare. Utilizzando i dati dello strumento ESPRESSO, i ricercatori suggeriscono anche che WASP-127b non solo orbita nella direzione opposta rispetto alla sua stella, ma orbita anche su un piano diverso da quello equatoriale. Questa potrebbe essere un'indicazione che WASP-127b non è solo.

"Tale allineamento è inaspettato per un Saturno caldo in un vecchio sistema stellare e potrebbe essere causato da un compagno sconosciuto", ha detto Allart nella dichiarazione.

Secondo i ricercatori, WASP-127b è un luogo affascinante e sarà studiato molto intensamente in futuro. Lo studio ha evidenziato l'importanza di combinare questi dati Web e terrestri e potrebbe aprire la strada a studi simili su mondi lontani.

Contenuto relativo

La vita aliena potrebbe prosperare sui grandi esopianeti "Hycean" (si apre in una nuova scheda)

Lo strano esopianeta simile a Nettuno potrebbe avere nuvole d'acqua (si apre in una nuova scheda)

Molti esopianeti vicini delle dimensioni della Terra potrebbero nascondersi in bella vista (si apre in una nuova scheda)

La ricerca è stata descritta per la prima volta in uno studio pubblicato il 16 dicembre 2020 (si apre in una nuova scheda) sulla rivista Astronomy and Astrophysics ed è stata presentata all'Europlanet Science Congress (EPSC) 2021 (si apre in una nuova scheda) il 23 settembre.

Puoi seguire Daisy Dobrijevic su Twitter all'indirizzo @DaisyDobrijevic. Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook.

Ir arriba