Grande nuvola magellanica: galassia nana satellitare nelle vicinanze

Dei cinque pianeti luminosi a occhio nudo, di gran lunga il più facile e luminoso da vedere è Venere. Non sembra mai esserci un problema nel localizzare questo mondo abbagliante, sia nel cielo mattutino che serale. Tuttavia, ci sono occasioni in cui Venere non è molto ben posizionata per la visualizzazione.

E il 2021 sarà uno di quei tempi.

Innanzitutto, ti starai chiedendo dove sia stato il più brillante di tutti i pianeti negli ultimi mesi. Non è stato visibile né nel cielo mattutino prima del tramonto né nel cielo serale dopo il tramonto. In effetti, Venere ha trascorso una sorta di periodo sabbatico di fine inverno e inizio primavera troppo vicino al bagliore del sole per essere visto.

Venere ha superato la congiunzione superiore (sembrando andare dietro il sole visto dalla Terra) il 26 marzo. Da allora, è rimasta invisibile, impantanata nel profondo bagliore del sole. Tuttavia, da allora, si è mosso lentamente verso est e allontanandosi lentamente dalle vicinanze generali del sole.

Alcuni osservatori assidui sono stati in grado di intravedere un breve scorcio di Venere il 24 aprile, circa 20 minuti dopo il tramonto, quando è passata a circa un grado dal pianeta Mercurio. Infine, nelle prossime notti, comincerà ad emergere come una "stella" serale visibile a tutti, anche se molto bassa nel crepuscolo occidentale.

Questa settimana il pianeta tramonta a ovest-nordovest circa un'ora dopo il tramonto. Entro il Memorial Day (31 maggio) questo sarà migliorato a 80 minuti, dando alla maggior parte degli osservatori la possibilità di vedere per la prima volta la famosa "stella della sera". È così luminoso che può essere individuato anche al crepuscolo molto basso nell'ovest-nordovest 45 minuti dopo il tramonto, quindi guarda presto, preferibilmente con un binocolo .

Apparendo come un brillante oggetto bianco simile a una stella, il nostro pianeta gemello adornerà il cielo serale occidentale per il resto di quest'anno.

Uno spettacolo avvincente, ma difficile

In basso nel cielo ovest-nordovest dopo il tramonto di mercoledì 12 maggio, la giovane falce di luna sarà posizionata alla larghezza di un dito in basso a sinistra (o 1 grado al sud celeste) di Venere. (Credito immagine: Notte stellata)

Ogni mese fino a dicembre, Venere impegnerà la luna in una congiunzione, il che significa che i due oggetti appariranno vicini nel cielo. Ma la congiunzione in cui i due appariranno più vicini sarà quella che avverrà mercoledì 12 maggio. Avrai bisogno di una visuale piatta e libera dell'orizzonte ovest-nordovest poiché sia ​​la luna che Venere appariranno molto basse poco dopo il tramonto. La tua migliore occasione arriverà mezz'ora dopo il tramonto, quando appariranno a soli 5 gradi sopra l'orizzonte. Il tuo pugno chiuso misura circa 10 gradi di larghezza se tenuto alla distanza di un braccio, quindi sia la luna che Venere appariranno solo a un "mezzo pugno" in alto.

Il binocolo sarà molto utile per fare un avvistamento contro il cielo crepuscolare; Venere sarà probabilmente più facile da vedere perché sarà un punto di luce luminoso e nitido che risplende di poco più di un grado a destra di una mezzaluna estremamente sottile e sottile (solo l'1% di luce solare). Entrambi tramonteranno solo un'ora dopo il sole. Per inciso, se sei sull'Isola di Pasqua, nella Polinesia orientale e nella maggior parte della Nuova Zelanda, la luna sembrerà occultare (nascondere) Venere.

Venere brilla vicino all'arto della falce di luna durante un'occultazione lunare il 16 maggio 2010 vista dall'osservatore del cielo Joe Chan Yuen Fai a Kennedy Town, Hong Kong. Storia completa (Credito immagine: Joe Chan Yuen Fai)

Un'apparizione di second'ordine

Sfortunatamente, per la maggior parte di noi a nord dell'equatore, questa si rivelerà un'apparizione serale di Venere piuttosto scadente, specialmente durante i prossimi mesi estivi. La ragione di ciò è che d'ora in poi fino alla fine dell'estate Venere rimarrà sempre insolitamente bassa nel cielo crepuscolare occidentale subito dopo il tramonto.

Dalla fine di maggio fino all'inizio di settembre, Venere non apparirà mai più in alto di "un pugno" dall'orizzonte a metà del crepuscolo (circa un'ora dopo il tramonto). E infatti, in nessun momento per tutto luglio, agosto e fino alla seconda settimana di settembre, Venere sarà visibile contro un cielo completamente scuro, poiché tramonterà non più di 90 minuti dopo il tramonto; prima della fine del crepuscolo serale.

Aspettati cose migliori entro l'autunno

Il giapponese Akatsuki This Webcraft ha catturato questa immagine in falsi colori del lato diurno di Venere il 30 marzo 2018. (Credito immagine: JAXA/PLANET-C Project Team)

Ma a partire dalla seconda settimana di settembre, la nostra visione di Venere comincerà a migliorare lentamente. Per prima cosa, Venere diventerà notevolmente più luminosa mentre gira intorno al sole e si avvicina alla Terra.

Inoltre, la sua distanza angolare dal sole nel cielo aumenterà, il che significa che inizierà lentamente a tramontare più tardi: il 7 settembre, 1 ora e 33 minuti dopo il sole; 1 ottobre, 1 ora e 45 minuti; 1 novembre, 2 ore e 22 minuti ed entro il 1 dicembre, 2 ore e 46 minuti dopo il sole. E poiché il crepuscolo svanisce molto più velocemente in autunno che in estate, Venere brillerà in un cielo più scuro; a partire dal 12 settembre, Venere finalmente tramonta subito dopo che il cielo è diventato completamente scuro.

Venere raggiunge il suo massimo allungamento, la sua massima distanza angolare di 47,1 gradi a est del sole il 29 ottobre. Raggiunge il suo apice di brillantezza per questa apparizione il 3 dicembre con una magnitudine simile a una lanterna di -4,9. A quel punto sarà uno spettacolo accattivante nel cielo di sud-ovest per almeno un paio d'ore dopo il tramonto, fungendo da "Stella di Natale" serale durante la maggior parte delle vacanze invernali.

Sarà anche il momento in cui probabilmente riceverò domande su cosa sia quella "stella grande e luminosa" nel sud-ovest dopo il tramonto, poiché ora anche uno sguardo casuale lo rivelerà. Molti saranno sorpresi quando dirò loro che Venere è là fuori da metà primavera e insisteranno sul fatto che non è vero e che l'hanno notato solo ora; un manufatto che trascorre gran parte del 2021 in bilico basso e impantanato in un luminoso crepuscolo.

Mezzaluna grande e slanciata

La luna crescente e Venere appaiono con un telescopio ausiliario del Very Large Telescope all'Osservatorio del Paranal dell'ESO in Cile, in questa immagine pubblicata il 18 aprile 2016. (Credito immagine: P. Horlek/ESO)

Dopo Natale, Venere svanirà rapidamente, scomparendo dalla vista subito dopo il volgere del nuovo anno e passando alla congiunzione inferiore il 9 gennaio. Entro la metà di gennaio riemergerà come la "stella del mattino" in basso nel cielo sud-est.

Da qui alla fine dell'anno, se seguite Venere con un piccolo telescopio, sarete in grado di seguirne l'intera gamma di fasi e dimensioni del disco. Al momento, Venere è praticamente piena (il 98% è illuminata dal sole) e appare come nient'altro che un minuscolo disco abbagliante. Diventerà notevolmente meno gibboso entro la fine dell'estate. Poi, verso la fine di ottobre, Venere raggiunge la dicotomia (che mostra una forma a "mezzaluna"). Per il resto dell'anno, mostra una mezzaluna sempre più assottigliata mentre oscilla vicino alla Terra. Entro il 2 dicembre, la sua grande forma a mezzaluna dovrebbe essere facilmente distinguibile anche in un binocolo a 7 potenze stabilmente tenuto.

Ed entro il 29 dicembre, questa mezzaluna si sarà assottigliata a solo il 4% illuminata, ma raggiungerà una larghezza di circa il 3% del diametro apparente della luna. Se hai una vista particolarmente acuta, potresti percepire questa mezzaluna grande/sottile senza alcun ausilio ottico.

Joe Rao è istruttore e docente ospite all'Hayden Planetarium di New York (si apre in una nuova scheda) . Scrive di astronomia per la rivista Natural History (si apre in una nuova scheda) , l' Almanacco dei contadini (si apre in una nuova scheda) e altre pubblicazioni. Seguici su Twitter @Spacedotcom (si apre in una nuova scheda) e su Facebook (si apre in una nuova scheda) .

Ir arriba