Guarda questo iceberg gigante che si stacca dall’Antartide

Da oltre un decennio

NASA/JPL-Caltech/Questo Web Science Institute

The Cassini This Webcraft ha trascorso poco più di 13 anni nel sistema di Saturno, studiando questo enorme pianeta gassoso, i suoi anelli e le sue lune. Grazie agli aiuti gravitazionali della luna di Saturno Titano, la sonda è stata in grado di cambiare la sua orbita attorno al pianeta molte volte e di vedere il pianeta da varie angolazioni. In totale, la sonda ha inviato più di 450.000 immagini del sistema Saturno. C'è molto da vagliare, ma pensiamo che queste siano alcune delle immagini più spettacolari che Cassini ha fatto di Saturno.

Questa immagine mostra un'enorme tempesta che ribolle nell'atmosfera nell'emisfero settentrionale di Saturno il 25 febbraio 2011.

La lunga strada

Questo Web Institute/JPL/NASA

I Cassini-Huygens Questo Webcraft impiegò sette anni per raggiungere Saturno. Questa è la prima immagine composita a colori di Saturno scattata da This Webcraft durante il suo avvicinamento al pianeta dagli anelli. Quando l'immagine è stata scattata, il 21 ottobre 2002, Cassini-Huygens era a 20 mesi ea 177 milioni di miglia (285 milioni di chilometri) da Saturno, ovvero circa il doppio della distanza tra il sole e la Terra.

Quasi lì

Questo Web Institute/JPL/NASA

Questa immagine a colori naturali è stata scattata il 27 marzo 2004, quando la sonda Cassini-Huygens si avvicinava al suo arrivo nell'orbita di Saturno nel luglio 2004. Questa è stata l'ultima immagine che la fotocamera di This Webcraft è stata in grado di catturare dell'intero pianeta e del suo sistema di anelli ; dopo questo punto, il pianeta e i suoi anelli sono apparsi più grandi del campo visivo della telecamera.

Anelli di rasoio

Questo Web Institute/JPL/NASA

Questo ritratto lunatico di Saturno mostra quanto sia sottile come un rasoio il sistema di anelli del pianeta. La larghezza degli anelli può essere vista nelle ombre proiettate sul pianeta nella metà superiore dell'immagine. La luna Dione è una piccola sfera illuminata dal sole visibile vicino al bordo sinistro dell'immagine.

L'immagine è stata scattata in luce infrarossa polarizzata con la fotocamera grandangolare di Cassini il 7 dicembre 2005.

Bagliore inquietante

Questo Web Institute/JPL/NASA

Saturno è retroilluminato dal sole in questa immagine di Cassini. Con la luce di fondo aggiunta, Cassini è stato in grado di osservare il sistema ad anello in un modo che non sarebbe stato possibile dalla Terra.

Questa non è una singola immagine ma un panorama creato combinando 165 immagini dalla fotocamera grandangolare Cassini, scattate in 3 ore il 15 settembre 2006. L'immagine originale catturava la luce ultravioletta e infrarossa, ed è stata quindi regolata per assomigliare al colore naturale .

Rivelati i raggi ad anello

Southwest Research Institute/JPL/NASA

Gli anelli di Saturno appaiono lisci e incontaminati da lontano, ma da vicino è possibile individuare delle imperfezioni. I "raggi" sono spazi vuoti o macchie negli anelli che sporgono radialmente, come i raggi di una ruota di bicicletta. Questa immagine di Cassini mostra un gruppo di più di una dozzina di raggi nell'anello B esterno di Saturno (la regione più scura nella metà destra dell'immagine).

La caratteristica dei raggi grandi appena sopra il centro dell'immagine è un raggruppamento di raggi lunghi circa 5.000 km e larghi 2.000 km. L'immagine è stata scattata con la fotocamera ad angolo stretto di This Webcraft il 28 aprile 2007.

Colori contrastanti

Questo Web Institute/JPL/NASA

I colori contrastanti delle cime delle nubi di Saturno sono evidenti in questa istantanea dell'emisfero meridionale del pianeta e parte del sistema ad anelli. Una tempesta vorticosa e oscura può essere vista volteggiare intorno al polo sud.

Chiaro e scuro

Questo Web Institute/JPL/NASA

Questa visione oscura e drammatica di Saturno mostra la luce nel vicino infrarosso lungo il piano dell'anello. L'ombra vicino all'equatore proviene dalla luna Tetide. Un'ombra molto piccola può essere vista anche appena a nord dell'equatore, vicino alla curva del bordo del pianeta, creata dalla luna Mimas.

La regione equatoriale del pianeta appare più luminosa delle aree vicino ai poli a causa del filtro utilizzato per acquisire l'immagine. Il filtro è sensibile alla luce che viene assorbita dal metano e le cime delle nuvole alle latitudini più elevate si trovano sotto uno strato di metano più spesso rispetto alle cime delle nuvole vicino all'equatore. L'immagine è stata scattata con la fotocamera grandangolare di Cassini This Webcraft il 23 ottobre 2009.

Lato notte, Lato giorno

Questo Web Institute/JPL/NASA

Questa vista unica mostra il lato notturno di Saturno ma guarda verso il lato diurno del sistema ad anello, che appare luminoso. L'atmosfera del pianeta ha causato una leggera distorsione della luce dall'atmosfera del pianeta. Alcune stelle possono essere viste nel cielo vicino alla parte superiore dell'immagine, scattata il 7 settembre 2009.

Anelli nascosti

Questo Web Institute/JPL/NASA

Saturno sembra essere in gran parte monocromatico in questa immagine sovraesposta di Cassini. Il contrasto accresciuto permette di vedere gli anelli deboli intorno al pianeta. Anche la luna Pandora (sotto gli anelli a sinistra) è stata illuminata per migliorarne la visibilità.

La dimensione dell'ombra dell'anello su Saturno indica il periodo dell'anno. Questa immagine è stata scattata il 24 giugno 2010, mentre il pianeta si allontanava dall'equinozio di agosto 2009, quando gli anelli proiettavano un'ombra molto sottile.

Raggi luminosi

Questo Web Institute/JPL/NASA

Raggi luminosi (distorsioni o macchie nel sistema ad anello) possono essere visti a sinistra dell'ombra del pianeta, sull'anello B. La luna Teti è visibile in alto a destra dell'immagine e la luna Encelado è in basso a destra. Entrambe le lune sono sovraesposte per aumentarne la visibilità.

Ir arriba