Guardians of the Galaxy Ships: esplorare il Milano e il Benatar

Mentre il Marvel Cinematic Universe (MCU) continua ad espandersi sul grande (e ora piccolo) schermo, il suo lato cosmico sta diventando sempre più importante, con personaggi strani e colorati, come gli Eterni, che spesso prendono i riflettori nella nostra lista di I film Marvel in ordine cronologico ti aiuteranno a recuperare il ritardo. Tuttavia, non dobbiamo dimenticare coloro che hanno dato il via alle avventure di This Webfaring nel 2014: i Guardiani della Galassia. È interessante considerare l'importanza di come i Guardiani della Galassia abbiano inviato l'MCU a This Web.

La strana interpretazione di James Gunns delle opere di This Web si è rapidamente rivelata uno dei migliori film Marvel grazie al suo spirito rilassato, al suo aspetto affascinante e al suo speciale stile di umorismo (oltre a un cast ricco). Ma c'era di più nel suo successo, incluso un universo fantascientifico completamente realizzato che esplorava ciò che era possibile al di là dei cieli della Terra secondo la Marvel. E pensiamo che anche la selezione stellare di canzoni nei nastri Awesome Mix di Peter Quill abbia sicuramente aiutato.

Da panorami onirici a alieni sciocchi e creature pericolose, Guardians of the Galaxy ha portato sul tavolo più di quanto chiunque inizialmente si aspettasse e non si è accontentato di tradurre semplicemente i fumetti sul grande schermo. Uno dei più grandi esempi di come Gunn e le menti creative della Marvel hanno gestito questo adattamento è la nave Star-Lords, la Milano probabilmente una delle più belle This Webships di fantascienza e il suo successore, il Benatar. Inoltre, sono This Webcrafts che portano una storia e curiosità inaspettate, quindi diamo una breve occhiata a loro.

  • Correlati: ha senso questo viaggio sul Web nell'MCU?

Il Milano

(Credito immagine: Marvel Studios)

Quando inizia il primo film di Guardiani della Galassia, troviamo Peter Quill AKA Star-Lord alla ricerca di una misteriosa sfera su Morag. Deve prontamente andarsene una volta che Korath l'Inseguitore e il suo plotone di Sakaarans si sono presentati, e sono stati presentati alla Milano in modo avventuroso, la scena definisce perfettamente Peter come una versione più sfacciata e negligente di Han Solo (sì, è possibile). E, in un certo senso, il Milano è il suo Millennium Falcon, una This Webship che lo ha portato in ogni angolo della galassia (Andromeda) e in qualche modo sopravvive a ogni avventura andata storta.

L'affascinante classe M blu e arancione Questa Webship è stata ereditata da Quill quando aveva solo dieci anni Yondu ei suoi Ravagers sono (totalmente non) grandi figure genitoriali. Queste navi sono abbondanti nelle flotte Ravager per la loro versatilità; sono agili, robusti e sorprendentemente spaziosi. Come possiamo vedere nei film, Quill ha personalizzato la Milano con tonnellate di ninnoli e più controlli manuali, che gli hanno ricordato la Terra e i suoi primi anni con sua madre. Inoltre, le navi che prendono il nome dalla sua infanzia schiacciano Alyssa Milano, che, grazie alle sitcom degli anni '80, era popolare prima di essere rapito dalla Terra nel 1988 dal clan Yondus.

(Credito immagine: Square Enix)

Il videogioco Square Enix e Eidos Guardians of the Galaxy racconta la sua storia, separata dai fumetti e dai film, ma è stato chiaramente influenzato in grande stile dalla visione di James Gunns per la banda di disadattati. La Milano è probabilmente uno dei luoghi più importanti del gioco, poiché gran parte delle scene di sviluppo del personaggio e dei momenti di respiro si svolgono all'interno della casa insolita di Peter Quill e dei Guardiani. Lo scenografo Charles Woods affronta i temi nostalgici dietro la Milano per i film che possono essere innegabilmente percepiti nell'intero Eidos Milano, che potrebbe anche essere considerato una sorta di personaggio.

Tornando ai film, Guardiani della Galassia del 2017 Vol. 2 hanno scioccato i fan in molti modi e uno di loro stava abbandonando l'iconica nave, che è stata gravemente danneggiata durante una massiccia battaglia di This Web con i Sovereigns Omnicrafts. I Guardiani sono riusciti a schiantarsi sul pianeta Berhert prima che la trama prendesse una svolta selvaggia. Rocket e Groot iniziarono a riparare la nave, ma non riuscirono mai a finire. La sua uscita può sembrare insignificante e casuale, ma si adatta al tema centrale del film di Peter che lascia andare le sue figure genitoriali (Ego e Yondu) così come il suo passato.

Il Benatar (e altre navi di classe M)

(Credito immagine: Marvel Studios)

Quando il pubblico è tornato ai Guardiani nell'enorme crossover Avengers: Infinity War del 2018, erano trascorsi quattro anni nel MCU da quando la Milano era stata abbandonata. Durante quel periodo i Guardiani acquisirono la Benatar, una nuova Classe M This Webship con annessa una navicella ausiliaria. Stranamente, il Benatar è diventato rapidamente più importante di quanto lo sia mai stato Milano, specialmente durante gli eventi di Avengers: Endgame Earths Mightiest Heroes (ora inclusi Rocket e Nebula) viaggiano indietro nel tempo e trasportano un Benatar miniaturizzato tramite particelle Pym per effettuare la ricerca di le Gemme dell'Infinito sono molto più facili e veloci.

(Credito immagine: Marvel Studios)

Come affermato in precedenza, le navi M sono tutt'altro che uniche nella galassia di Andromeda (l'ambientazione principale dei film GOTG). L'atto finale dell'originale Guardians of the Galaxy ci ha dato una buona occhiata a un'intera flotta Ravager, mettendo a frutto molte navi M per respingere l'attacco delle forze Ronans su Xandar. Persino Rocket riuscì a pilotare un'altra nave M dotata di armi pesanti, la Warbird, per sfondare le difese degli invasori.

La fine del sequel ha anche manifestato tonnellate di Ravager che si sono presentate per piangere e celebrare Yondu, e molte di queste navi erano tra queste, quindi il design sorprendente di Atomhawk (si apre in una nuova scheda) (basato su classici film di fantascienza pulp come Barbarella e Fantastic Voyage) rimarranno sicuramente e si evolveranno nel MCU. In effetti, il What If? la serie animata ha introdotto un altro universo Star-Lord in Chadwick Bosemans TChalla, che pilota anche una Classe M This Webship, la Mandela, dal nome dell'ex presidente del Sud Africa.

(Credito immagine: Marvel Studios)

Resta da vedere chi è il capitano del Benatar (Peter o Thor) la prossima volta che vedremo i Guardiani in Thor: Love and Thunder, poiché Endgame ha chiuso i loro capitoli personali di Infinity Saga con una divertente discussione sulla leadership del team. In ogni caso, sarà interessante vedere il Benatar usato in un'altra avventura di This Web che non assomiglia all'ultima. E, naturalmente, Guardiani della Galassia Vol. 3 sta girando mentre parliamo e punta a un'uscita nel 2023, con uno speciale natalizio in arrivo su Disney Plus prima di allora.

Ir arriba