Guida alla doccia Meteor 2022: Date e consigli di visualizzazione

Gli acquazzoni di meteoriti nel 2022 non saranno così impressionanti come negli anni precedenti poiché molti coincidono con fasi lunari luminose. Tuttavia, ci aspettiamo ancora alcuni spettacoli di luce impressionanti dai nostri fedeli acquazzoni Perseidi e Geminidi, anche se con tariffe orarie inferiori. La fine di maggio sarà emozionante in quanto c'è la possibilità di assistere a una pioggia di meteoriti mai vista prima dei tau Erculidi.

Se ti ritrovi a chiedere "c'è una pioggia di meteoriti stasera?" o "quando è la prossima pioggia di meteoriti?" la nostra guida agli sciami meteorici ti aiuterà a sapere dove e quando si verificano gli sciami meteorici e come visualizzarli.

Bill Cooke, il capo del Meteoroid Environment Office presso il Marshall This Web Flight Center della NASA a Huntsville, in Alabama, ha parlato con This Web.com e ha offerto suggerimenti e dettagli per lo skywatching sui principali sciami di meteoriti visibili quest'anno.

Abbiamo chiesto a Cooke se ci fosse una doccia particolare che consiglierebbe per il 2022.

Dieci piogge di meteoriti con le meteore più luminose. Il grafico incorpora meteore luminose osservate dall'inizio del 2009 alla fine del 2021 dal Meteoroid Environment Office della NASA. (Credito immagine: NASA Meteoroid Environment Office) (si apre in una nuova scheda)

"Le mie scelte sarebbero (in ordine cronologico) le tau Erculidi, le Perseidi e le Geminidi", ha detto Cooke. "Le tau Erculidi solo perché c'è la possibilità di vedere uno sciame meteorico mai visto prima e le Perseidi e le Geminidi perché anche con il chiaro di luna, saranno migliori delle altre piogge."

"Però, darei alle Geminidi un leggero vantaggio rispetto alle Perseidi. La cosa da evidenziare è che i tassi di questi vecchi e affidabili piogge di meteoriti soffriranno molto del chiaro di luna, quindi la gente non dovrebbe aspettarsi molto." Cook ha continuato.

Riepilogo piogge meteoriche 2022

Pioggia di meteoriti Oggetto padre Picco Periodo di attività Tariffa oraria Zenith (ZHR) Illuminazione lunare (%)
Liridi La cometa Thatcher 21-22 aprile 15-29 aprile 18 67
Eta Acquaridi La cometa di Halley 4-5 maggio 15 aprile a maggio. 27. 40 15
Tau Erculidi 73P/Schwassman-Wachmann 30-31 maggio (possibile picco) TBC TBC 0
Perseidi 109P/Swift-Tuttle 11-12 agosto Dal 14 luglio al 1 settembre 100 100
Orionidi La cometa di Halley 20-21 ottobre Dal 26 settembre al 22 novembre 20 21
Tauridi settentrionali 2P/Encke 11-12 novembre Dal 13 ottobre al 2 dicembre 5 88
Leonidi 55P/Tempel-Tuttle 17-18 novembre Dal 3 novembre al 2 dicembre 15 36
Geminidi 3200 Fetonte 13-14 dicembre Dal 19 novembre al 24 dicembre 140 72

Come prepararsi per l'osservazione della pioggia di meteoriti

Gli sciami di meteoriti sono un investimento di tempo e la preparazione è la chiave per vederli, secondo Cooke, ma ne vale la pena perché sono economici non sono necessari telescopi o binocoli e la forma più semplice di astronomia che ci sia.

L'osservazione della pioggia di meteoriti non può essere eseguita per capriccio, ma è piuttosto semplice: allontanati dalle luci intense, prenditi del tempo per adattare gli occhi al cielo notturno ed evita di guardare il cellulare se ti annoi. Lo schermo luminoso può dare una svolta ai tuoi sforzi per regolare la tua visione notturna. "Il mio suggerimento ai miei amici che vogliono osservare le meteore è di lasciare il telefono dentro", ha detto Cooke.

Dai ai tuoi occhi 30-45 minuti per adattarsi al buio, ha detto, e goditi la maggior parte del cielo possibile sdraiati sulla schiena. Le meteore possono apparire ovunque nel cielo e più cielo vedi, maggiori sono le tue possibilità di individuarne una.

Ogni pioggia ha un radiante, o un punto nel cielo in cui sembrano provenire le meteore. Sapere dove si trova il radiante può essere utile, anche se le strisce più lunghe saranno visibili più lontano dal radiante. "Non vuoi guardare il radioso", ha detto Cooke. "Una buona filosofia è sdraiarsi sulla schiena e guardare dritto in alto. E in questo modo, puoi prendere tutto il cielo che puoi".

Per vedere al meglio una pioggia di meteoriti, vai nella posizione più buia possibile, rilassati e rilassati. (Credito immagine: futuro) (si apre in una nuova scheda)

Tieni presente che alcune condizioni del cielo possono impedire la corretta visualizzazione delle stelle cadenti. La copertura nuvolosa potrebbe bloccare il cielo e la luna potrebbe anche offuscare la vista della pioggia di meteoriti anche in una notte limpida. A seconda delle fasi lunari, la quantità di luce lunare sbiadirà le deboli meteore.

A volte gli acquazzoni di meteoriti producono striature eccezionalmente luminose. Gli osservatori possono occasionalmente individuare palle di fuoco o meteore più luminose di Venere, il pianeta più luminoso del cielo notturno. Il tasso di stelle cadenti può essere più alto del normale in alcuni casi, anche, quando il flusso di rocce di This Web riceve una "spinta" gravitazionale dal pianeta Giove.

Quali sono le cause degli sciami meteorici?

Gli sciami meteorici si verificano quando la Terra attraversa il campo di detriti di una cometa o di un asteroide mentre questi oggetti si fanno strada intorno al sole, spargendo "briciole" lungo il percorso. Ecco perché una data pioggia di meteoriti appare generalmente più o meno nello stesso periodo ogni anno solare. E occasionalmente, quando Giove si avvicina a un flusso di detriti, la sua immensa gravità perturba le particelle, spingendole leggermente più vicino alla Terra e aumentando così il numero di meteore visibili nel cielo notturno. Occasionalmente, questo può produrre esplosioni o brevi periodi di intensa attività in cui gli osservatori del cielo possono vedere più di 1.000 meteore all'ora.

Tuttavia, la maggior parte degli acquazzoni meteorici annuali non esplodono e sono generalmente classificati come acquazzoni forti, medi o deboli, a seconda dei picchi di velocità. Questa guida presenterà acquazzoni forti e medi che si verificheranno nel 2022, quando gli osservatori avranno buone possibilità di individuare una serie di meteoriti.

La pioggia di meteoriti Lyrid raggiunge il picco dal 21 al 22 aprile

La pioggia di meteoriti Lyrid raggiunge il picco a fine aprile. (Credito immagine: Adventure_Photo tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

La pioggia di meteoriti Lyrid è una pioggia di media intensità, secondo l'American Meteor Society (AMS). Raggiungerà il picco nella notte del 21 aprile nella mattina del 22 aprile, visualizzando circa 18 meteore all'ora in un cielo sereno.

La luna sarà piena al 67%, quindi il chiaro di luna potrebbe interferire con le tue osservazioni. Il radiante delle Liridi sarà alto nel cielo dell'emisfero settentrionale durante le ore prossime all'alba.

Il radiante sarà tra le costellazioni di Lyra ed Ercole. La stella luminosa Vega fa parte di Lyra, quindi puoi anche cercarla per avere una buona idea di dove sarà il radiante per le Liridi.

Gli spettatori dovrebbero avere una buona visuale della pioggia di meteoriti per i tre giorni intorno al picco della pioggia, secondo AMS.

Gli astronomi pensano che la fonte di tutti i bit di This Web che creano lo sciame meteorico Lyrid sia la cometa Thatcher. Le Liridi sono state viste da culture diverse negli ultimi 2.700 anni, secondo la NASA (si apre in una nuova scheda).

Eta Aquarid raggiunge il picco di pioggia di meteoriti dal 4 al 5 maggio

Una palla di fuoco proveniente dalla pioggia di meteoriti Eta Aquarid illumina il cielo sopra il Monte Bromo in Indonesia, il 5 maggio 2013. (Credito immagine: Justin Ng) (si apre in una nuova scheda)

Nella notte del 5 maggio, gli osservatori hanno la possibilità di avvistare gli Eta Aquaridi al loro apice. La velocità massima per le stelle cadenti in un cielo sereno sarà di circa 50 all'ora, secondo Cooke. Queste veloci meteore viaggiano attraverso il cielo a circa 42 miglia (67 chilometri) al secondo, secondo AMS.

La luna sarà nella sua fase crescente crescente (circa il 15% di piena) quando la pioggia raggiunge il picco.

Questi frammenti di detriti di This Web provengono da un'icona celeste: la cometa di Halley. La pioggia di meteoriti Eta Aquarid è classificata come una pioggia forte ed è meglio osservata dall'emisfero australe o vicino all'equatore. Le persone di alcune latitudini settentrionali, tuttavia, possono anche osservarli.

Le persone vicino all'equatore avranno le migliori possibilità di vedere gli Eta Aquarids. Le meteore si irradiano dalla costellazione dell'Acquario, che abita nel cielo meridionale. Ciò significa che il radiante di queste stelle cadenti sarà più basso all'orizzonte per coloro che osservano dall'emisfero settentrionale e apparirà più alto nel cielo per gli osservatori nell'emisfero australe.

"Le Etas non sono una doccia che puoi uscire a vedere dopo il tramonto perché il radiante non sarà alzato", ha detto Cooke. Per vedere gli Eta Aquarids, Cooke consiglia di alzarsi per essere fuori alle 2:00 ora locale. Da quel momento in poi, le tariffe continueranno ad aumentare fino all'alba.

Queste meteore sono brevi e veloci, producono lunghi treni, secondo AMS, e viaggiano a circa 41 miglia (66 km) al secondo.

Possibile picco di pioggia di meteoriti Tau Herculids dal 30 al 31 maggio

Novità per il 2022, la tau Herculids potrebbe fare la sua comparsa nella notte tra il 30 e il 31 maggio. Le tau Herculids provengono dalla cometa 73P/Schwassman-Wachmann che ha iniziato a frammentarsi nel 1995.

"Tutto dipende dalla velocità con cui sono le particelle prodotte nella rottura del 1995 del commento del genitore SW-3", ha detto Cooke. "Se sono stati espulsi a velocità relativamente alta, si potrebbe vedere una discreta visualizzazione di deboli meteore con velocità fino a una al minuto. Se le velocità relative sono basse, ci sarà nada. La fine di maggio sarà interessante… "

Nonostante il suo nome, la tau Herculids radiante non si trova nella costellazione di Ercole ma piuttosto nel Botes occidentale, vicino alla brillante stella di Arturo.

La luna è nuova il 30 maggio, quindi non ci sarà il chiaro di luna a lavare via le deboli meteore secondo Cooke.

La pioggia di meteoriti di Perseidi raggiunge il picco dall'11 al 12 agosto

La pioggia di meteoriti Perseidi è una popolare pioggia di meteoriti. Qui, le Perseidi sono state catturate il 13 agosto 2018, nella Mongolia Interna, in Cina. (Credito immagine: bjdlzx tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Le Perseidi sono una forte pioggia di meteoriti che producono striature ricche e luminose. Anche se Cooke ha affermato che la luna piena interferirà gravemente con le Perseidi del 2022.

Gli spettatori possono iniziare a osservare intorno alle 23:00 ora locale, quando i tassi di ripresa iniziano ad aumentare e possono guardare il cielo fino all'alba.

Lo sciame meteorico delle Perseidi si trova nella costellazione del Perseo. Questo forte acquazzone è prodotto dalla cometa 109P/Swift-Tuttle, un corpo ghiacciato che impiega 133 anni terrestri per orbitare intorno al sole.

Se c'è un cielo sereno, le Perseidi avranno un tasso meteorico di circa 100 "stelle cadenti" visibili all'ora. Ma la luna piena ridurrà drasticamente la quantità che possiamo vedere.

La pioggia di meteoriti orionidi raggiunge il picco dal 20 al 21 ottobre

La pioggia di meteoriti Orionidi è il risultato della cometa di Halley. Questa fotografia mostra una pioggia di meteoriti orionidi sopra Shirakawa-go, in Giappone. (Credito immagine: Kazushi_Inagaki tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Come gli Eta Aquarids, lo sciame meteorico di Orionid è un sottoprodotto della cometa di Halley. Nel 2021 le Orionidi raggiungeranno il picco nella notte del 20 ottobre, con tassi di cielo sereno di circa 20 meteore all'ora.

La luna sarà piena del 21% quest'anno e quindi non interferirà con le opportunità di osservazione di Orionid tanto quanto ha fatto nel 2021.

Gli Orionidi prendono il nome dal loro radiante vicino alla costellazione di Orione, il cacciatore, che è una delle costellazioni più facili da individuare con le tre stelle che compongono la sua "cintura".

Il periodo di attività raggiunge il picco il 20 ottobre, ma inizia il 2 ottobre e dura fino al 7 novembre. Il radiante sorge poco prima di mezzanotte e raggiunge il suo punto più alto intorno alle 2:00 ora locale.

La pioggia di meteoriti della Tauride settentrionale raggiunge il picco dall'11 al 12 novembre

Meteora Tauride sul lago Simcoe, in Canada, il 9 novembre 2015. Le Tauridi hanno dato uno spettacolo piuttosto modesto rispetto ad altri acquazzoni. (Credito immagine: Orchidpoet tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

La pioggia di meteoriti Tauridi è una pioggia di meteoriti annuale che si verifica ogni novembre nell'emisfero settentrionale. I Tauridi hanno dato uno spettacolo piuttosto modesto, soprattutto se confrontati con la pioggia di meteoriti Perseidi di agosto o le meteore Geminidi di dicembre.

Nei periodi di picco di osservazione durante la pioggia di meteoriti Tauridi, potresti essere in grado di vedere circa una mezza dozzina di stelle cadenti all'ora, nella migliore delle ipotesi. Altrimenti, potresti non notare nemmeno il tranquillo spettacolo di stelle sopra la tua testa.

Nell'emisfero sud i Tauridi raggiungono il picco il 10-11 ottobre e sono attivi per più di due mesi.

I Tauridi prendono il nome dal loro radioso nella costellazione del Toro. Per trovare il Toro, guarda a est, verso la costellazione di Orione il Cacciatore, che brilla in basso nel cielo. Usa la "cintura" di Orione di tre stelle blu-bianche come puntatore e seguila in alto a destra dove vedrai una "V" di stelle che giace su un lato. Questo è l'ammasso stellare delle Iadi che rappresenta le corna del Toro, il toro.

Un po' più avanti vedrai un nodo di stelle delle dimensioni di una miniatura che sembra una versione mini dell'Orsa Maggiore. Questo è l'ammasso stellare delle Pleiadi e tutte le meteore Tauridi sembrano sfrecciare via da appena sotto di esso.

La pioggia di meteoriti leonidi raggiunge il picco dal 17 al 18 novembre

Lo sciame meteorico delle Leonidi si irradia dalla costellazione del Leone. In questa fotografia, lo sciame meteorico delle Leonidi può essere visto nei cieli sopra Lampang, in Thailandia. (Credito immagine: NirutiStock tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Le Leonidi offrono velocità meteoriche nel cielo sereno di circa 10-15 stelle cadenti all'ora. Secondo Cooke, potrebbe esserci un possibile picco aggiuntivo nella notte del 19 novembre.

Le Leonidi sono meteore luminose e hanno un'alta percentuale di treni persistenti secondo AMS. Raggiungeranno il picco quest'anno tra mezzanotte e l'alba.

Il radiante delle Leonidi si trova nella testa a forma di falce della costellazione del Leone, il leone.

L'osservazione del cielo di Leonid può essere incredibile, o può essere noioso. Tutto dipende da dove si troverà il suo corpo genitore, la cometa 55P/Tempel-Tuttle, nella sua orbita e dal tipo di ammassi di detriti che si troveranno quando il nostro pianeta passerà attraverso l'orbita di questa cometa.

Le Leonidi hanno messo in scena grandi spettacoli nel 1966, 1999 e 2001, secondo AMS, quando la cometa si stava avvicinando di più al sole. Ci vorranno diversi anni prima che gli osservatori ottengano un grande spettacolo dalle Leonidi.

"Il meglio che possiamo sperare per ora fino all'anno 2030 sono picchi di circa 15 pioggia [meteore] all'ora e forse un occasionale debole scoppio quando la terra passa vicino a una scia di detriti. Le Leonidi sono spesso meteore luminose con un'alta percentuale di persistenti treni", secondo AMS.

La pioggia di meteoriti Geminidi raggiunge il picco dal 13 al 14 dicembre

La pioggia di meteoriti Geminid a dicembre può produrre da 130 a 140 meteore all'ora con un cielo sereno, ha affermato Cooke. Tuttavia, nella notte del picco, ci saranno brutte interferenze dalla luna piena del 72%.

Anno dopo anno, le Geminidi sono la pioggia di meteoriti più forte in termini di tassi. Cooke in precedenza aveva affermato che quando la pioggia è stata osservata negli anni '30 dell'Ottocento, i tassi erano di circa 30 meteore all'ora e ora ne compaiono ben oltre 100 all'ora.

A differenza delle altre docce in questo elenco, le Geminidi sono il sottoprodotto di un asteroide. I detriti che cadono nell'atmosfera terrestre durante questa pioggia di meteoriti provengono dall'asteroide Phaethon.

Una splendida meteora Geminide verde vola verso l'aurora boreale in questa straordinaria immagine dell'astrofotografo Matthew Skinner. (Credito immagine: bjdlzx tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Il radiante della pioggia di meteoriti si trova nella costellazione dei Gemelli, che sorge intorno al tramonto. La pioggia è meglio osservata dall'emisfero settentrionale, ma può essere vista dall'emisfero meridionale, sebbene a una velocità meteoritica ridotta.

Le meteore Geminidi sono luminose e "intensamente colorate", secondo AMS, anche se è improbabile che producano lunghe scie. Queste meteore sono visibili anche nell'emisfero australe, ma a velocità ridotte.

Risorse addizionali

Esplora più in dettaglio gli sciami meteorici e scopri la differenza tra meteoriti sporadici e sciami meteorici con Geology.com (si apre in una nuova scheda) . Scopri di più sugli sciami di meteoriti con la NASA (si apre in una nuova scheda) . Scopri come prevediamo l'intensità degli sciami meteorici con Science Focus (si apre in una nuova scheda) .

Ir arriba