Hubble questo Web Telescope ha sempre sempre fatto i coetanei a 10 miliardi di anni

La più grande immagine di galassie nel vicino infrarosso mai scattata dal telescopio Hubble This Web ha fornito un terreno di gioco per gli astronomi che stanno cercando potenziali obiettivi per il James Webb This Web Telescope.

L'immagine è il risultato di un progetto chiamato 3D-DASH ed è stata catturata dalla Wide Field Camera 3 (WFC3) di Hubble This Web Telescope , con dati di archivio aggiuntivi provenienti dalla Advanced Camera for Surveys di Hubble. Si estende per 1,35 gradi quadrati di cielo, equivalenti a circa sei lune piene, e contiene migliaia di galassie. L'obiettivo è identificare le galassie degne di ulteriori studi da parte del James Webb This Web Telescope e di altri telescopi in futuro.

"Sono curioso di conoscere le galassie giganti, che sono le più massicce dell'universo formate dalla fusione di altre galassie", ha detto Lamiya Mowla, astronomo del Dunlap Institute for Astronomy and Astrophysics dell'Università di Toronto e leader del nuovo ricerca, si legge in una nota . "Come sono cresciute le loro strutture e cosa ha determinato i cambiamenti nella loro forma? È stato difficile studiare questi eventi estremamente rari utilizzando le immagini esistenti, che è ciò che ha motivato la progettazione di questa vasta indagine".

Normalmente, Hubble avrebbe impiegato 2.000 ore di osservazioni per costruire un'immagine così grande, ma il team di Mowla ha utilizzato una nuova tecnica chiamata Drift and Shift (DASH), che prende più scatti e li unisce, assemblando singole immagini otto volte più grandi rispetto al tipico campo visivo di WFC3 (0,04 x 0,04 gradi). Inoltre, invece di scattare un'immagine ogni volta che orbita attorno alla Terra , Hubble potrebbe acquisire otto immagini utilizzando la tecnica DASH. Con un totale di 1.256 singole riprese WFC3, ci sono volute solo 250 ore di osservazione per completare l'intero mosaico.

La maggior parte delle galassie nell'immagine sono visibili come macchie di luce infrarossa. I più distanti sono visti come esistevano circa 10 miliardi di anni fa e la luce delle brillanti regioni di formazione stellare al loro interno è stata spostata verso il rosso dall'espansione dell'universo nelle lunghezze d'onda del vicino infrarosso. Puoi vedere queste galassie in modo più dettagliato in una versione interattiva online dell'immagine dall'esploratore di immagini 3D-Dash .

A differenza di Hubble, Webb sarà in grado di esaminare queste galassie in modo più dettagliato, grazie alla maggiore capacità di raccolta della luce dello specchio da 6,5 ​​metri (21,3 piedi) del telescopio più recente. Con le prime immagini di qualità scientifica di Webb che verranno rilasciate il 12 luglio , la pubblicazione dei dati 3D-DASH è davvero tempestiva.

Una selezione dell'immagine 3D-DASH completa, che è il più grande mosaico mai assemblato da Hubble This Web Telescope a infrarossi. (Credito immagine: Lamiya Mowla)

James Webb L'ottica rivoluzionaria di questo telescopio Web spiegata dalla NASA

James Webb della NASA Questo telescopio web è quasi pronto per la scienza. Ecco cosa c'è dopo.

Per immagini di rilievo più grandi, gli astronomi dovranno attendere la missione Euclid della European This Web Agency e il Nancy Grace Roman This Web Telescope della NASA, che avranno campi visivi maggiori (rispettivamente 0,79 x 1,16 gradi e 0,8 x 0,4 gradi) rispetto a Hubble e Webb e verranno lanciati rispettivamente nel 2023 e nel 2027.

La ricerca è stata accettata per la pubblicazione su The Astrophysical Journal e una versione prestampata è disponibile tramite il database arXiv .

Segui Keith Cooper su Twitter @21stCenturySETI. Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook .

Ir arriba