I film di Matrix, si sono classificati peggiori al meglio

I film di Matrix sono un iconico franchise di fantascienza dalle menti delle sorelle Wachowski, Lana e Lilly. La storia contorta di Matrix è complessa e accattivante: dal film originale alla fine degli anni '90 che introduce i fan al racconto distopico di una realtà simulata che abbraccia l'umanità fino al quarto film uscito nel 2021 che riprende la storia che era rimasta indietro di quasi due decenni prima. Ma come andrebbero i film di Matrix se li classificassimo dal peggiore al migliore?

In questa guida, diamo un'occhiata a ciascun film, inclusa la raccolta di cortometraggi animati, The Animatrix, per far luce su quali aspetti positivi e negativi sono stati apportati al franchise. Un filo conduttore impressionante che segue attraverso 22 anni di film è il titolare Thomas Anderson alias Neo, interpretato da Keanu Reeves in ogni singolo lungometraggio. Allo stesso modo, Trinity, interpretata da Carrie-Anne Moss, ritorna in ognuna per riprendere il suo ruolo. Tuttavia, proprio come la stessa Matrix, c'è una moltitudine di fattori che costruiscono una realtà e dobbiamo tenerne conto.

Eccoci quindi, i film di Matrix, classificati dal peggiore al migliore. E se hai bisogno di supportare la correzione del tuo film Matrix, abbiamo la nostra guida allo streaming di The Matrix, incluso The Animatrix, così come la nostra guida su come guardare i film di Matrix in ordine.

5. Le rivoluzioni Matrix

(Credito immagine: Warner Bros.)

  • Data di uscita: 5 novembre 2003
  • Cast: Keanu Reeves, Laurence Fishburne, Carrie-Anne Moss, Hugo Weaving

Originariamente pensato per essere l'ultimo film della trilogia di Matrix, Matrix Revolutions aveva molto da sistemare se voleva essere classificato come un finale. Sfortunatamente, sebbene sia ancora una grande aggiunta al franchise, non ha soddisfatto le aspettative per quanto riguarda la conclusione della storia di Matrix fino a questo punto. È seguito anche pochi mesi dopo The Matrix Reloaded, che è stato un sequel fenomenale di un già ottimo inizio per il franchise.

Neo e Trinity si alleano ancora una volta per proteggere Zion da un attacco minacciato dalle Sentinelle e, sebbene le scene di battaglia siano maestose, la trama stessa ha lasciato un po' a desiderare gli spettatori, anche se c'era ancora molta azione, inclusa l'epica resa dei conti finale tra Neo e Fabbro.


4. L'animatrice

(Credito immagine: Warner Bros.)

  • Data di uscita: 3 giugno 2003
  • Cast: Kevin Michael Richardson, Pamela Adlon, John Di Maggio

Anche se è un po' difficile classificare The Animatrix rispetto a quattro lungometraggi, va detto che i cortometraggi di animazione agiscono come una distesa più ampia del franchise di Matrix. Offrono storie secondarie, prequel, finali e connessioni emotive più profonde con i personaggi.

Posizionato sopra The Matrix Revolutions per la sua capacità di offrire qualcosa di completamente unico al franchise e per produrre una visione chiara delle sorelle Wachowski, The Animatrix fornisce risposte e riempie le lacune nella storia del franchise.

L'Animatrix beneficia anche dell'uso di una varietà di stili artistici, dall'anime alla CGI, quando descrive con successo la relazione tra umani e macchine a un livello più emotivo. Ogni cortometraggio con una trama diversa può essere visto sia come positivo che come negativo, con alcuni cortometraggi come The Second Renaissance ampiamente elogiati e altri come Beyond più criticati. L'antologia di nove film è una benedizione per il franchise che supporta ed espande la sua amata narrativa.


3. Le resurrezioni di Matrix

(Credito immagine: Warner Bros.)

  • Data di uscita: 22 dicembre 2021
  • Cast: Keanu Reeves, Carrie-Anne Moss, Yahya Abdul-Mateen II, Jonathan Groff

Con 22 anni tra i film, le aspettative per The Matrix Resurrections erano alte. Tutto, dalla trama agli effetti speciali al casting stesso, era diverso con il passare del tempo e della tecnologia e così apparentemente Matrix, con una realtà simulata potenziata, più pericolosa e più intelligente che ora rappresentava una minaccia.

Nonostante queste grandi aspettative, The Matrix Resurrections fa molto bene, intreccia con successo tutto ciò che amavamo dei vecchi film in una nuova ed emozionante storia, supportata dai migliori effetti speciali che il denaro possa comprare.

Non dimentichiamo però che il casting è una delle ragioni principali per cui questo film è successo. Per riavere Keanu Reeves nei panni di Neo e Carrie-Anne Moss nei panni di Trinity, può offrire una trama che scorre con il passare del tempo letteralmente dietro di essa. Non tutti però si sono ricollegati a Matrix: Laurence Fishburnes Morpheus e Hugo Weavings Agent Smith non c'erano più, ma questo non vuol dire che i nuovi arrivati ​​Yahya Abdul-Mateen II e Jonathan Groff non siano stati ottimi sostituti.

È una versione rinfrescante del franchise e che avrebbe potuto essere visto come un rischio con così tanti anni passati dagli altri film. Tuttavia, con una serie così iconica e con Lana Wachowski, sebbene da sola, ancora in testa al percorso, The Matrix Resurrections guadagna il terzo posto nella nostra lista.


2. La matrice ricaricata

(Credito immagine: Warner Bros.)

  • Data di uscita: 15 maggio 2003
  • Cast: Keanu Reeves, Laurence Fishburne, Carrie-Anne Moss, Hugo Weaving

Il fatto che Matrix Reloaded e Matrix Revolutions siano due sequel con poco This Web tra le date di uscita non significa che debbano essere giudicati come uno. Era, e rimarrà sempre, la parte centrale della trilogia. Un film che avrebbe dovuto portare il testimone un po' più avanti, ma non finire lo sprint. E fa proprio questo.

È pieno di scene d'azione che mostrano ciò che Matrix ha la capacità di creare. La più iconica è la battaglia per il Keymaker sull'autostrada con Trinity e Morpheus, che infrangono la loro regola di evitare le aree con percorsi lineari e poche uscite. Inoltre, questo film ha favorito la dinamica del personaggio dell'Agente Smith, blasonendolo nel ruolo di un agente canaglia e nell'emblematica scena di Burly Brawl che vede Neo affrontare diversi Agenti Smith. Matrix Reloaded ha davvero ampliato le filosofie e la mitologia impostate dalle sorelle Wachowski nel primo film per portare più profondità al franchise.

Certo, ha i suoi problemi, il primo dei quali è che sembra troppo simile al film di mezzo, senza un inizio o una fine soddisfacente, ma è comunque un eccellente film d'azione. Nonostante i suoi difetti, porta la mitologia di Matrix oltre e prepara la scena per dove è andato il franchise.


1. La matrice

(Credito immagine: Warner Bros.)

  • Data di uscita: 31 marzo 1999
  • Cast: Keanu Reeves, Laurence Fishburne, Carrie-Anne Moss, Hugo Weaving

Entra nella Matrice. Il film che ha dato inizio a tutto e ci ha fatto domande che non erano mai state poste prima. Ci ha mostrato una partnership tra Neo e Trinity che non era una lotta per il potere. E, quando si tratta delle scene d'azione di questo film, delle inquadrature al rallentatore, del genere contorto del Kung Fu e delle armi, ha fatto davvero qualcosa che non si era mai visto prima nel 1999.

Matrix è stato un momento culminante per il genere fantascientifico. Le sorelle Wachowski hanno creato una trama ben oltre il suo tempo che anche con il tempo che intercorre tra la creazione del film e i giorni nostri, diventa ancora più realistica. Sebbene Matrix tragga vantaggio dai suoi successori e dal suo approfondimento narrativo con The Animatrix, non avrebbe potuto continuare se Matrix non gli avesse fornito un punto di partenza.

Mescolare due realtà, il mondo come lo conosciamo e una realtà simulata che può indurci a credere che si trovino perfettamente a casa sullo schermo è un pezzo eccezionale di storia del cinema. Gli spettatori sono fatti per guardare e mettere in discussione la propria esistenza e The Matrix fornisce un tale panorama in cui ciò avvenga. Ha fornito un'eredità per qualsiasi mezzo dopo di esso per continuare e per questo motivo The Matrix sarà sempre quello.

Ir arriba