Il miglior anime di fantascienza

Volti del dottore

questo Web.com; BBC

Quando la BBC ha annunciato che Jodie Whittaker sarebbe stata la prima donna Doctor Who, i fan della lunga serie di fantascienza si sono affrettati a chiedersi: "Cosa indosserà?" Non era un jab al suo sesso; lontano da esso. I vestiti hanno sempre fatto l'uomo, specialmente quando quell'"uomo" è un enigmatico Signore del Tempo con il potere di attraversare le dimensioni e resuscitare dai morti.

Nei 54 anni trascorsi da quando il titolo Doctor of "Doctor Who" ha fatto il suo debutto sulla televisione britannica, l'alieno rinnegato ha rigenerato un nuovo corpo, tic, temperamento e tutto più di una dozzina di volte.

Di conseguenza, Whovians attende la presentazione di un nuovo costume da Dottore, che in genere precede il debutto ufficiale del prossimo Dottore, con un'anticipazione a pugni. E per una buona ragione: l'abito in genere offre indizi sulla sua e ora, sulla sua personalità nascente e spesso sorprendentemente volubile, che può oscillare da clownerie, a sardonico, a bellicoso e tutti i punti nel mezzo. Continua a leggere per vedere come il Signore del Tempo è cambiato nel tempo.

IN PRIMO LUOGO: William Hartnell

Il primo dottore (1963-1966)

Harry Todd/Getty

Il Dottore originale, interpretato da William Hartnell (e da Richard Hurndall e David Bradley nei cameo dopo la morte di Hartnell) era letteralmente senza precedenti. Un vecchio burbero, ha mostrato occasionali lampi di empatia, in particolare con sua nipote Susan.

Sebbene apparentemente tardo vittoriano-edoardiano, il suo aspetto era un miscuglio di epoche che non riuscivi a definire del tutto. Ha abbinato una camicia con la punta delle ali, un gilet, una redingote e pantaloni a scacchi, insieme a una cravatta a nastro, che ha modellato in un fiocco. Di tanto in tanto, tirava fuori un orologio da polso o un monocolo, o si copriva la testa con un cappello triangolare noto nell'Asia centrale e meridionale come "karakul".

L'effetto complessivo è stato quello di un itinerante fuori dal tempo e di Questo Web. Era un cifrario, un'incognita che portava più di un soffio di pericolo. Il suo vestito sarebbe servito da modello per future incarnazioni.

IL PROSSIMO: Patrick Troughton

Il secondo dottore (1966-1969)

Collezione Everett

Quando la salute cagionevole di Hartnell ha suonato una possibile campana a morto per "Doctor Who", i produttori dello spettacolo hanno avuto un'idea radicale. Dal momento che il Dottore era un alieno con una biologia aliena, perché non dargli la capacità di recuperare un trauma critico o addirittura di annullare la morte reinventando se stesso fisicamente? Dopo essere crollato per lo sforzo di combattere una razza di cyborg assassini conosciuti come Cybermen, il Dottore si è rigenerato per la prima volta, manifestando un nuovo volto: quello di Patrick Troughton.

Dal punto di vista della personalità, il Secondo Dottore era l'esatto opposto del suo predecessore. Se il dottore di Hartnell era il pensionato irascibile che voleva i dannati ragazzini fuori da This Webship, quello di Troughton era l'adorabile buffone che sapeva molto più di quanto lasciasse intendere.

Soprannominato "il vagabondo cosmico" dagli spettatori, il Secondo Dottore era un comò altrettanto giocoso. Il suo papillon era permanentemente storto. La sua folta ciocca di capelli accoppiata a larghi pantaloni a quadri e una giacca oversize che quasi certamente aveva sollevato da un'anima ignara gli davano un'aria dispettosa, da mascalzone. Brandiva anche un flauto dolce, principalmente per la musica ma occasionalmente per comunicare con altre specie inclini alla melodia.

IL PROSSIMO: Jon Pertwee

Il terzo dottore (1970-1974)

Evening Standard/Getty

Dopo che gli altri Signori del Tempo del Dottore lo hanno esiliato sulla Terra per aver infranto le loro leggi di non interferenza, costringendo una rigenerazione nel processo, il "barbone cosmico" si è trasformato in "Questo dandy del Web".

Paternalistico, autorevole, ma incrollabilmente morale, questo Dottore ha lavorato come consulente scientifico per l'organizzazione militare UNIT. Soave pugile, era anche abile nell'arte dell'"aikido venusiano".

Interpretato da Jon Pertwee, il Terzo Dottore aveva un talento da vendere. Una camicia Byron a balze; una lussureggiante giacca di velluto; e un mantello vistosamente foderato divenne il suo biglietto da visita visivo. Memorabilmente, era noto per le sue corse in stile James Bond: una roadster giallo brillante di nome Bessie che presentava un campo di forza antifurto, un telecomando e un'iperguida che smorza l'inerzia, insieme a un veicolo in stile hovercraft che i fan hanno soprannominato il " Whomobile."

IL PROSSIMO: Tom Baker

Il quarto dottore (1974-1981)

Frank Barratt/Getty

Se la tua idea del Dottore è un buffone allampanato con occhi selvaggi, riccioli selvaggi, un sorriso da gatto del Cheshire e una sciarpa comicamente lunga, devi ringraziare Tom Baker. Baker ha assunto il ruolo dopo che il dottore di Pertwee è spirato a causa di una dose letale di radiazioni. Avrebbe continuato a interpretare il Signore del Tempo per sette stagioni consecutive, rendendolo il Dottore più longevo e probabilmente il più iconico nella storia dello show.

Uno spirito libero bohémien con un senso dell'umorismo insolito, spesso inconsueto, il Quarto Dottore era a sua volta affascinante, maniacale e minaccioso. Sebbene spesso si fingesse sciocco per sbilanciare le persone intorno a lui, il dottore di Baker poteva anche essere insensibile, capriccioso e persino crudele.

Preferiva un fedora, un gilet fantasia, una cravatta elegante e una redingote di velluto che si è rivelata una fonte inesauribile di Jelly Babies. La sua famosa marmitta lunga 12 piedi, spiegata nello spettacolo come opera di una certa Madame Nostradamus, era il prodotto della vita reale di una magliaia eccessivamente entusiasta commissionata dalla BBC.

"La sciarpa multicolore è nata dopo che Jim [Acheson, il costumista della BBC] ha acquistato un carico di lana", ha ricordato Baker nel 2013. "L'ha dato a una donna che era così entusiasta di essere stata invitata a lavorare per Doctor Who che ha iniziato a lavorarlo a maglia e semplicemente non ha smesso. Quando siamo andati nella sua stanza, era così piena di sciarpa che non potevamo prenderla. dentro. Si è offerta di tagliarlo a pezzi, ma Jim voleva tenerlo".

IL PROSSIMO: Peter Davison

Il quinto dottore (1982-1984)

BBC

Cadendo alla sua morte, il Quarto Dottore lasciò il posto al Quinto, un ruolo che Peter Davison abbracciò con giovanile serietà. Onesto e sensibile, con una vulnerabilità quasi umana, il dottore di Davison era il gentiluomo britannico per eccellenza. Gli piaceva il tè e il cricket e rispettava un infallibile senso del fair play.

Anche il Quinto Dottore ha vestito la parte, optando per un maglione da cricket con scollo a V, una redingote crema con profili a contrasto, pantaloni a righe marroni e beige, scarpe da ginnastica bianche, un panama arrotolabile e un gambo di sedano su il bavero sinistro.

In seguito affermò che il sedano sarebbe diventato viola in presenza di alcuni gas nella gamma "Praxis" a cui era mortalmente allergico. Se ciò accadesse, lo mangerebbe e "se non altro, sono sicuro che fa bene ai miei denti", ha detto.

IL PROSSIMO: Colin Baker

Il sesto dottore (1984-1986)

Collezione Everett

Il Quinto Dottore alla fine cedette non ai gas di Praxis, ma piuttosto alla "tossiemia spettrox", una malattia immaginaria causata dall'esposizione a un minerale prezioso ma neurotossico. Il suo io rigenerato, interpretato da Colin Baker, era turbolento, intrattabile e roboante. Per allontanarlo ulteriormente dal dottore di Davison, l'iterazione di Baker era anche un egoista impenitente, sebbene avesse momenti di genuino calore.

Il Sesto Dottore non sopportava volentieri gli sciocchi, ma non era disinteressato a vestirsi come tale. Il suo completo che brucia la retina includeva una trapunta pazzesca di una redingote, un gilet a quadretti o tweed con bottoni a forma di coccinella o di orso, pantaloni gialli a righe da carnevale, una cravatta con nastro a pois e ghette arancioni sopra stivaletti verdi.

Lo stesso Baker ha descritto aspramente l'aspetto come "l'esplosione in una fabbrica arcobaleno".

IL PROSSIMO: Sylvester McCoy

Il settimo dottore (1987-1989)

Collezione Everett

Il dottore di Baker era quasi universalmente detestato e fu sostituito rapidamente e senza tante cerimonie dal settimo di Sylvester McCoy. Sebbene abbia iniziato la sua corsa come un personaggio comico e stravagante, il Settimo Dottore in seguito ha preso una svolta molto più oscura, quasi machiavellica. Astuto e incline alla spietatezza, si considerava un grande maestro di scacchi che manipolava amici e nemici come pezzi su una tavola.

Sebbene meno idiosincratico di quello del Sesto, l'abbigliamento del Settimo Dottore non era affatto anonimo. C'era la giacca color panna, monopetto, in stile safari; la sciarpa scozzese o paisley; i pantaloni a quadri marroni con bretelle rosse; e il pice de rsistance: un gilet di maglia giallo tappezzato nella sua interezza di punti interrogativi rossi e zigzag turchesi.

Sulla testa indossava un cappello panama in stile coloniale con una fascia paisley e una tesa rialzata. Brandiva un ombrello con un punto interrogativo rosso come maniglia.

Il dottore di McCoy alla fine avrebbe sostituito la sua giacca di colore chiaro con una marrone scuro, forse per riflettere le sue intenzioni più nebulose.

SUCCESSIVO: Paul McGann

L'ottavo dottore (1996)

Collezione Everett

L'Ottavo Dottore sarebbe almeno il Dottore dalla vita più breve sullo schermo. Ha fatto la sua apparizione principale nel film televisivo "Doctor Who" del 1996, che doveva servire come pilota backdoor per una nuova serie TV su Fox. Sebbene la serie non si sia mai materializzata, Paul McGann ha continuato a interpretare il Dottore in vari media spinoff, in particolare l'audio viene riprodotto da Big Finish Productions.

L'Ottavo Dottore era una figura romantica, quasi tragica. Il suo look vittoriano, estratto da un costume di Wild Bill Hickok che ha rubato dall'armadietto di qualcuno, comprendeva una redingote di velluto verde, una camicia elegante, una cravatta grigia, pantaloni grigioverdi e un gilet di seta a doppio petto. Ha completato il tutto con un orologio da tasca d'oro e una catena.

In "The Night of the Doctor", un mini-episodio pubblicato dalla BBC prima del suo speciale per il 50° anniversario di "Doctor Who", l'Ottavo Dottore indossato dalla battaglia indossava abiti sporchi e malconci che riflettevano la sua nuova realtà in tempo di guerra.

IL PROSSIMO: John Hurt

Il dottore della guerra (2013)

Adrian Rogers/BBC

Mentre la Guerra del Tempo tra i Signori del Tempo ei loro nemici mortali, i Dalek, andava avanti, il Dottore si rese conto che l'universo non aveva bisogno di un dottore ma di un guerriero. Si è rigenerato in un giovane John Hurt, che ha combattuto nella Guerra del Tempo per così tanto tempo che è cresciuto e alla fine è morto di vecchiaia.

Il War Doctor, ricollegato alla linea temporale dallo speciale del 50° anniversario, era un uomo stanco, pieno di disgusto per se stesso e rabbia ribollente. Era più a suo agio con le armi rispetto ai suoi predecessori, sebbene fosse noto per caricare in battaglia disarmato e comunque uscirne trionfante.

Il dottore di Hurt ha preso gli elementi standard del suo solito abbigliamento un cappotto lungo, una cravatta o una sciarpa, una camicia con colletto, un panciotto e pantaloni e ha preso a pugni la vita fino all'ultimo centimetro. Ha terminato il suo look con una bandoliera. Basti dire che questo Dottore era tutt'altro che normale.

SUCCESSIVO: Christopher Eccleston

Il nono dottore (2005)

Collezione Everett

Il nono dottore, interpretato da Christopher Eccleston, ha dato il via al revival di Doctor Who nel 2005. Russell T. Davies, lo showrunner, ha descritto il personaggio come una versione "spogliata" dei precedenti Doctors.

Rivivendo costantemente gli orrori della Guerra del Tempo, durante la quale credeva di essere responsabile della fine della sua intera razza, il Nono Dottore era un involucro di un uomo sconvolto, che nascondeva la sua colpa e il suo rimpianto dietro una maschera di energia e leggerezza .

Dopo 16 anni di assenza, lo spettacolo voleva riportare il mito di Doctor Who alle sue origini, e il costume del Dottore è stato similmente ridotto: una giacca di pelle nera, maglietta e jeans senza fronzoli, senza fronzoli.

IL PROSSIMO: David Tennant

Ir arriba