Il prototipo di Starship SN10 di Spacex atterra dopo il lancio di test epici – ma poi esplode

Il rover Perseverance Mars della NASA ha appena raggiunto un traguardo importante per la missione.

La perseveranza è arrivata in sicurezza ai resti di un antico delta del fiume Pianeta Rosso sul pavimento del cratere Jezero largo 45 chilometri, ha annunciato la NASA oggi (19 aprile).

I membri del team della missione hanno affermato che il delta sarà una "vera festa geologica" per Perseverance, che è alla ricerca di segni di vita fossilizzata su Marte. (Le rocce più promettenti saranno memorizzate nella cache per una campagna di missioni di ritorno del campione che la NASA e la sua controparte europea intendono lanciare entro la fine di questo decennio.)

"Abbiamo osservato il delta da lontano per più di un anno mentre esploravamo il fondo del cratere", ha dichiarato mercoledì (aprile) Ken Farley, scienziato del progetto Perseverance presso il California Institute of Technology. 19) del Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA, che gestisce la missione di Perseverance.

Ora che il rover è nella regione, le sue prossime mosse saranno "ottenere immagini di dettagli sempre maggiori che rivelano dove possiamo esplorare al meglio queste importanti rocce", ha aggiunto Farley.

Perseverance è atterrato nel febbraio 2021 all'interno del cratere Jezero, che secondo gli scienziati della missione ospitava un lago e un delta di un fiume miliardi di anni fa. Tali condizioni dovrebbero essere soggette ai microbi, il che significa che la regione del delta è un'area ricca in cui cercare segni della vita su Marte (se mai esistita).

Il rover stava lavorando un po' a sud e ad ovest del suo sito di atterraggio durante il suo primo anno (terrestre) su Marte, ma recentemente è tornato indietro attraverso l'area di atterraggio per raggiungere il delta. Perseverance trascorrerà circa la prossima settimana guidando verso sud-ovest e ovest, per capire come esplorare al meglio questa zona del delta.

I dati di Perseverance suggeriscono che i depositi del delta si trovano a circa 130 piedi (40 metri) sopra il fondo del cratere e le squadre stanno valutando due opzioni, secondo la dichiarazione del JPL. Il percorso preferito, almeno per ora, è attraverso una regione soprannominata "Hawksbill Gap", poiché sembra essere raggiungibile in un tempo più breve. Ma un'opzione di backup, "Capo Nukshak", è disponibile nel caso in cui i dati nei prossimi giorni mostreranno che si tratta di un percorso più sicuro.

Il rover Perseverance individua il suo paracadute su questa immagine scattata l'8 aprile 2022. (Credito immagine: NASA/JPL-Caltech)

"Qualunque sia il percorso che Perseverance prende per l'altopiano in cima al delta, il team eseguirà indagini scientifiche dettagliate, incluso il prelievo di campioni di carote di roccia, durante la salita, quindi si girerà e farà la stessa cosa durante la discesa", hanno detto i funzionari del JPL in la dichiarazione.

Il rover impiegherà circa sei mesi a raccogliere otto campioni durante questa campagna di manovra, chiamata Delta Front. Il piano prevede quindi che Perseverance salga di nuovo in cima al delta, magari scegliendo l'opzione di riserva per provare una regione non percorsa prima, per trascorrere altri sei mesi in una "campagna Delta Top".

"Il delta è il motivo per cui Perseverance è stato inviato a Jezero Crater: ha così tante caratteristiche interessanti", ha detto Farley. "Cercheremo segni di vita antica nelle rocce alla base del delta, rocce che pensiamo fossero fango sul fondo del 'Lago Jezero'".

Perseverance tenterà anche di raccogliere sabbia e frammenti di roccia provenienti da monte, in aree che il rover non dovrebbe visitare durante la sua vita su Marte. Farley ha affermato che la geografia sarà di immenso aiuto: "Possiamo trarre vantaggio da un antico fiume marziano che ci ha portato i segreti geologici del pianeta".

I funzionari del JPL hanno aggiunto che Perseverance ha iniziato la sua seconda campagna scientifica un mese prima del previsto, grazie al suo sistema autonomo di rilevamento dei pericoli aggiornato che gli consente di schivare gli ostacoli nel cratere Jezero come massi, rocce taglienti, crateri e sabbiere. (Al rover è stato ordinato di fermarsi e girare sul posto 55 volte per evitare pericoli durante questo ultimo viaggio su strada, ha aggiunto JPL.)

Al contrario, il rover Curiosity Mars più vecchio di dieci anni della NASA ha dovuto tornare indietro di recente da una rotta pianificata a causa del pericoloso terreno "gator-back". Curiosity sfoggia anche una versione precedente della ruota marziana meno ottimizzata per il terreno a volte insidioso, rispetto a Perseverance. I funzionari del JPL affermano (si apre in una nuova scheda) che le ruote di Percy hanno il doppio dei gradini e una curva dolce, che è più adattabile al terreno.

Segui Elizabeth Howell su Twitter @howellspace (si apre in una nuova scheda) . Seguici su Twitter @Spacedotcom (si apre in una nuova scheda) o Facebook.

Ir arriba