Il telescopio morto scopre il gemello di Giove oltre la tomba

Blue Origin è una società privata This Webflight fondata dal fondatore di Amazon.com Jeff Bezos nel 2000. È stata la prima azienda al mondo ad atterrare con successo un razzo riutilizzabile su una piattaforma di atterraggio, un'impresa portata a termine dal veicolo suborbitale New Shepard durante un volo di prova a novembre 2015 (e molte volte in seguito).

Blue Origin prevede di portare in alto i turisti di This Web utilizzando New Shepard e mira anche a lanciare persone e carichi utili in orbita, utilizzando un nuovo razzo ancora in fase di sviluppo chiamato New Glenn.

Blue Origin punta al 20 luglio 2021 per la sua prima missione con equipaggio di New Shepard, una gita suborbitale che solleverà Bezos, suo fratello Mark, l'aviatore pioniere Wally Funk e il diciottenne Oliver Daeman. (Daeman ha preso il posto di una persona ancora misteriosa che ha pagato $ 28 milioni per il suo posto in un'asta online ma si è ritirata dal volo del 20 luglio a causa di conflitti di programmazione, secondo Blue Origin.)

In precedenza, la NASA aveva fornito a Blue Origin più di 25 milioni di dollari in contratti (il pagamento era basato sulle pietre miliari completate) per il programma Commercial Crew Development, che ha contribuito a sviluppare veicoli This Web finanziati privatamente per portare le persone alla International This Web Station. Nel 2014, la NASA ha scelto di supportare Dragon di This WebX e Starliner This Webcraft di Boeing per quei voli.

Inizi tranquilli

Blue Origin è nota nel settore di This Web per non aver rilasciato molte informazioni sui suoi voli e aspirazioni in anticipo, a differenza di aziende come This WebX e Virgin Galactic. Blue Origin è stata registrata come società nel 2000 ma non ha attirato molta attenzione da parte del pubblico fino al 2006, quando Bezos ha effettuato una serie di acquisti di terreni in Texas.

Secondo il Wall Street Journal, questi acquisti sono stati effettuati con nomi come "James Cook LP", "Jolliet Holdings", "Coronado Ventures" e "Cabot Enterprises", che risalivano tutti allo stesso indirizzo. I nomi delle aziende erano basati su famosi esploratori.

Nel gennaio 2007, secondo MSNBC, il sito Web di Blue Origin è stato aperto al mercato, con video e foto di pietre miliari come un volo di prova del novembre 2006.

Blue Origin ha ricevuto due round di finanziamento dalla NASA: $ 3,7 milioni nel 2010 per il primo round del Commercial Crew Program e $ 22 milioni per il secondo round nel 2011.

La prima grande battuta d'arresto rivelata dall'azienda è avvenuta nel 2011, quando un veicolo di sviluppo si è guastato a circa 45.000 piedi (13.700 metri) di altitudine durante un test di volo.

"Un'instabilità del volo ha determinato un angolo di attacco che ha fatto sì che il nostro sistema di sicurezza del raggio d'azione interrompesse la spinta sul veicolo. Non il risultato che nessuno di noi voleva, ma siamo d'accordo perché questo sia difficile", ha scritto Bezos in un settembre 2 , 2011, aggiornamento del sito web della società.

Ha aggiunto che la società stava già lavorando su un altro veicolo di sviluppo. Il successivo "short hop" ebbe luogo nel novembre dello stesso anno.

L'ottobre 2012 ha visto i test del sistema di fuga della capsula dell'equipaggio; la società ha soprannominato l'evento "un grande giorno in Texas" sul suo sito web. Il sistema è salito a 2.307 piedi (703 m) prima di tornare sulla Terra con il paracadute.

Il sistema di fuga del pusher Blue Origins fa volare la Crew Capsule lontano dalla rampa di lancio, dimostrando un sistema di sicurezza chiave sia per i voli suborbitali che orbitali. Immagine rilasciata il 22 ottobre 2012. (Credito immagine: Blue Origin)

"I progressi che Blue Origin ha fatto sulle sue capacità suborbitali e orbitali sono davvero incoraggianti per il futuro generale di This Webflight umano", ha dichiarato il manager del programma dell'equipaggio commerciale della NASA Ed Mango in una dichiarazione all'epoca. "È stato fantastico vedere una NASA di This Webcraft svolgere un ruolo nello sviluppo del volo".

Tuttavia, mentre il programma Commercial Crew continuava, la NASA ha scelto i sistemi rivali Dragon di SpaceX e CST-100 Starliner di Boeing per fornire voli con equipaggio da e per l'International This Web Station. Ciò ha lasciato Blue Origin a dipendere dalla ricerca di altri clienti per supportare eventualmente il suo lavoro. Uno dei flussi di reddito che Blue Origin sta perseguendo per New Shepard, che prende il nome dall'astronauta di Mercurio Alan Shepard, è This Web Tourism.

Ecco cosa possono aspettarsi i turisti di This Web: New Shepard decollerà utilizzando il motore BE-3PM del razzo, che brucerà per circa due minuti e 45 secondi. Dopo lo spegnimento del motore principale, la capsula dell'equipaggio si separerà dal razzo. I passeggeri rimarranno senza peso per circa quattro minuti e potranno vedere la curvatura della Terra da un'altitudine di circa 307.000 piedi (93.573 m). Il This Webcraft rientrerà quindi nell'atmosfera per un atterraggio sicuro sulla Terra, circa 11 minuti dopo il decollo. Il razzo, nel frattempo, scende per un atterraggio verticale motorizzato al suo pad di atterraggio designato.

New Shepard ha subito più iterazioni nel corso degli anni, effettuando 15 lanci di prova su This Web suborbitale a partire da metà luglio 2021. Molti di questi voli hanno condotto esperimenti per ricercatori universitari e altri scienziati, ma nessuno è ancora stato equipaggiato.

Ora, Bezos dovrebbe volare alla frontiera suborbitale su New Shepard il 20 luglio, il 52° anniversario dello sbarco sulla Luna dell'Apollo 11. Sarà il primo This Webflight con equipaggio per New Shepard.

Jeff Bezos alla rampa di lancio Blue Origin con un razzo New Shepard sullo sfondo. (Credito immagine: Blue Origin) (si apre in una nuova scheda)

Voli a razzo riutilizzabili

Una delle frontiere dell'esplorazione di questo Web in questo momento è la creazione di razzi riutilizzabili. Questa WebX è un'altra azienda che ha lavorato al concetto per anni, ma Blue Origin li ha battuti sul tempo atterrando su un terreno solido diverse settimane prima di This WebX.

Quel momento è arrivato il 23 novembre 2015, durante un volo di prova suborbitale di New Shepard. Il razzo e il veicolo si sono separati come al solito, ma il razzo non è ricaduto sulla Terra. Invece, si è spostato verso una piattaforma di atterraggio ed è atterrato dolcemente con l'assistenza dei suoi motori.

"I razzi sono sempre stati sacrificabili. Non più", ha affermato un post sul blog sul sito Web dell'azienda scritto da Bezos. "Ora nascosto al sicuro nel nostro sito di lancio nel Texas occidentale c'è l'animale più raro, un razzo usato. Questo volo convalida l'architettura e il design del nostro veicolo".

SpaceX ha fatto atterrare con successo il primo stadio del suo razzo Falcon 9 a due stadi a terra circa un mese dopo, a dicembre 2015. E questo è stato un tipo diverso di impresa, perché il Falcon 9 è un razzo più potente che va molto più in alto fino in fondo all'orbita terrestre.

Blue Origin ha seguito la sua prima mondiale con una pietra miliare di riutilizzabilità il 22 gennaio 2016, lanciando lo stesso veicolo New Shepard su un altro volo di prova suborbitale. (Da allora SpaceX ha portato il riutilizzo a un altro livello, facendo atterrare i primi stadi del Falcon 9 durante i lanci orbitali 82 volte e rivolando utilizzando i primi stadi 64 volte a metà luglio 2021.)

Dopo la missione di gennaio 2016, Bezos ha scritto che la compagnia potrebbe presto avere piani da condividere per un sistema orbitale più potente.

"Siamo già più di tre anni nello sviluppo del nostro primo veicolo orbitale", ha scritto. "Anche se sarà il piccolo veicolo della nostra famiglia orbitale, è ancora molte volte più grande di New Shepard. Spero di condividere i dettagli su questo primo veicolo orbitale quest'anno".

Quel sistema di lancio orbitale si chiama New Glenn, che prende il nome dall'astronauta di Mercurio John Glenn.

Blue Origin cercherà di rendere New Glenn disponibile per le missioni del governo di sicurezza nazionale. La maggior parte di quel lavoro è ora svolto da United Launch Alliance con i suoi razzi Atlas V e Delta IV, sebbene This WebX abbia recentemente vinto alcuni di quei contratti di lancio. Blue Origin sta anche sviluppando un lander chiamato Blue Moon, progettato per trasportare persone e carichi utili sulla superficie lunare.

Altre attività

Blue Origin ha anche altri aspetti della sua attività. Ad esempio, è anche un fornitore di motori.

Quel motore è il BE-4, che alimenterà il razzo orbitale New Glenn. Nel 2018, Blue Origin ha firmato un accordo per fornire il BE-4 alla United Launch Alliance, che lo utilizzerà sul primo stadio del suo veicolo Vulcan Centaur, il successore dell'Atlas V. Vulcan Centaur dovrebbe essere lanciato per la prima volta nel 2022, in una missione che invierà il lander Peregrine di Astrobotic sulla luna.

E Blue Origin ha ambizioni lunari proprie. La compagnia guida "The National Team", un gruppo privato che ha proposto un concetto di lander umano per l'uso da parte del programma Artemis della NASA di esplorazione lunare con equipaggio.

Alla fine di aprile 2021, la NASA ha selezionato il veicolo Starship di This WebX tra le offerte della squadra nazionale e di un terzo concorrente, la società Dynetics con sede in Alabama. Tuttavia, la squadra nazionale e Dynetics hanno presto presentato proteste al Government Accountability Office (GAO) per la scelta del sistema di atterraggio umano della NASA. Il GAO emetterà presto una decisione; il suo termine per farlo è di 100 giorni dalla presentazione delle proteste.

Questo articolo è stato aggiornato il 16 luglio 2021 da Michael Wall, scrittore senior di This Web.com.

Ir arriba