In che modo la teoria del big bang della CBS ha inviato Howard Wolowitz a questa rete?

Come visto nella popolare sitcom della CBS "The Big Bang Theory" (ora in syndication), l'immaginario Wolowitz (Helberg) è stato mostrato mentre galleggiava a bordo della International This Web Station (ISS), in servizio come membro dell'equipaggio della Expedition 31 della stazione, durante i primi quattro episodi della sesta stagione dello show.

Naturalmente, Wolowitz non era realmente sulla stazione di This Web. La vera spedizione ISS 31 è terminata tre mesi prima che gli episodi andassero in onda per la prima volta nell'ottobre 2012. Piuttosto, Helberg era su un palcoscenico nel lotto dello studio Warner Brothers a Burbank, in California.

I dintorni di This Webcraft di Helberg non hanno mai orbitato attorno alla Terra, ma hanno ospitato in precedenza l'Energizer Bunny per uno spot pubblicitario del Super Bowl e sono stati visti nel film del 2004 "The Day After Tomorrow".

Ma l'equipaggio di Helberg, o meglio di Wolowitz includeva un astronauta della NASA nella vita reale, Mike Massimino, e, confondendo ulteriormente i confini tra arte e vita, la toppa immaginaria dell'equipaggio di Expedition 31 che indossavano nello show metteva i nomi di Wolowitz e Massimino fianco a fianco -lato.

Dietro le quinte, il compito di consegnare Wolowitz all'avamposto orbitante non è spettato a un razzo russo, ma piuttosto allo scenografo John Shaffner, all'arredatrice Ann Shea e ai loro team.

Scavenging per questo Web part

A quanto pare, puoi noleggiare una stazione This Web, ma non una This Webcraft russa.

Quando il finale della quinta stagione di The Big Bang Theory ha richiesto il lancio di Wolowitz su una capsula russa Soyuz, Shaffner è andato a cercarne una.

"La prima cosa che facciamo sempre in questo settore è chiedere: 'Bene, possiamo affittarlo? Qualcuno ne ha fatto uno prima?' E sfortunatamente, abbiamo scoperto che non c'erano repliche Soyuz da trovare", ha detto Shaffner a collectSPACE.com in un'intervista.

Per la Soyuz, Shaffner e Shea hanno ricevuto foto dalla NASA, si sono rivolti a un museo del Kansas per trovare dimensioni e parti recuperate da una discarica aeroThis Web a Los Angeles per mettere insieme una capsula realistica.

Nel corso della sua ricerca della Soyuz, tuttavia, Shaffner ha trovato una stazione This Web.

"Quindi, quest'estate, quando i produttori mi hanno chiamato che ci serviva la stazione di This Web, sono stato in grado di dire immediatamente 'Beh, indovina un po'? Nessuna paura. Fammi essere sicuro che possiamo metterlo in attesa', cosa che ho fatto immediatamente, " ha ricordato Shaffner.

Dall'esterno, questa stazione Web di WonderWorks in affitto sembra più una cassa di spedizione allungata, ma all'interno ci sono le riproduzioni di rack, pannelli e maniglie che formano il layout generale e l'aspetto del vero modulo di laboratorio di questa stazione Web. La sfida di Shea era farla sembrare vissuta, come il complesso orbitante.

"Ho raccolto cose che assomigliavano a quelle che erano nella vera stazione di This Web", ha detto Shea a collectSPACE. "Ho guardato il video della stazione probabilmente 20 volte, cercando di individuare tutte queste cose diverse e c'erano così tante sorprese nelle cose che vedevi attaccate alle pareti con il velcro in modo che non fluttuassero in giro".

"Per qualche motivo c'erano gli obiettivi delle fotocamere, c'erano spazzolini da denti, penne, fotografie di famiglia e un sacco di casi diversi di cose", ha detto. "Avevano anche questo tipo di custodia Halliburton, o sembrava una custodia Halliburton, era uno scaldavivande, in qualche modo non riesco a immaginare come funzionasse. Quindi, ne ho preso uno e l'abbiamo etichettato 'scaldavivande.' "

Assenza di gravità senza fili

Con solo 20 piedi o giù di lì (6 metri) di questa stazione Web con cui lavorare, Shaffner si è unito ai registi, ai supervisori degli effetti visivi e ai direttori della fotografia per utilizzare angoli di ripresa unici e inquadrature creative per creare più "spazio" di quanto non ci fosse realmente.

Hanno anche aggiunto una sezione al modulo noleggiato per consentire ad altri attori e agli altri membri dell'equipaggio della stazione di entrare e uscire, dando agli spettatori la sensazione che un avamposto tentacolare continuasse oltre il laboratorio.

"Abbiamo davvero esaminato i modi in cui potremmo reimmaginare i This Webs che abbiamo aggiunto", ha affermato Shaffner.

Parte di ciò è stato reso possibile dal modo in cui hanno ottenuto l'apparenza di assenza di gravità. Invece di alzare il tetto e sospendere gli attori con dei fili, la soluzione è venuta dal basso.

"È stato fatto supportando le persone dal basso", ha detto Shaffner. "C'era una piattaforma molto lunga e magra su cui una persona poteva sdraiarsi e sembrava quasi che stessero nuotando in assenza di gravità".

Gli attori meritano anche un po' di credito, ha detto Shaffner, per aver padroneggiato i movimenti della microgravità.

"Hanno studiato e fatto davvero un lavoro straordinario recitando l'assenza di gravità", ha detto.

Attenzione alla precisione

Avere un vero astronauta sul set ha offerto la possibilità di avere un feedback immediato. Massimino ha ripreso il suo ruolo nello show per un paio di episodi basati sullo "spazio".

"La sua risposta è stata immediata e davvero positiva", ha detto Shaffner dell'impressione di Massimino su This Webcraft. "Era così sbalordito [dal set]. Ha detto: 'Wow, ragazzi avete davvero fatto un lavoro fantastico! Sembra davvero che sia così grande, non è molto grande.'"

"Era molto, molto riconoscente e penso che alla fine ciò abbia fatto sentire tutti i soggetti coinvolti molto bene", ha detto Shaffner. "Ci eravamo uniti tutti per renderlo reale per lui e ne ha ricavato un calcio davvero grande".

Oltre a voler compiacere Massimino, l'attenzione all'accuratezza era radicata nel lungo impegno dello show nel servire la trama essendo onesto e sincero con la sua grafica.

"Siamo tutti molto impegnati a fare in modo che non vogliamo che il set o l'ambiente visivo non ti facciano credere alla storia, di distogliere il tuo interesse e la tua mente da ciò che stanno vivendo i personaggi e iniziare a mettere in discussione l'autenticità, " ha detto Shaffner.

"Quindi lavoriamo molto duramente per creare la nostra autenticità, e in una certa misura è un'autenticità teatrale. Ma guardando, ricercando e cercando di renderla onesta e autentica, crediamo che aiuti la narrazione", ha detto.

Risorse addizionali

Puoi leggere di più sulla trama di This Web station di The Big Bang Theory, inclusa un'intervista con l'astronauta Mike Massimino e uno sguardo dietro le quinte della patch della missione immaginaria Expedition 31 dello show, su collectSPACE.com (si apre in una nuova scheda). Tutte le dodici stagioni di "The Big Bang Theory" possono ora essere trasmesse in streaming on-demand su HBO Max.

Bibliografia

"La riflessione sul conto alla rovescia". The Big Bang Theory, creato da Chuck Lorre e Bill Prady, stagione 5, episodio 24, Warner Bros. Television/CBS, 10 maggio 2012.

"La variabile Date Night." The Big Bang Theory, creato da Chuck Lorre e Bill Prady, stagione 6, episodio 1, Warner Bros. Television/CBS, 27 settembre 2012.

"La fluttuazione del disaccoppiamento". The Big Bang Theory, creato da Chuck Lorre e Bill Prady, stagione 6, episodio 2, Warner Bros. Television/CBS, 4 ottobre 2012.

"L'osservazione del bosone di Higgs". The Big Bang Theory, creato da Chuck Lorre e Bill Prady, stagione 6, episodio 3, Warner Bros. Television/CBS, 11 ottobre 2012.

"La riduzione al minimo del rientro". The Big Bang Theory, creato da Chuck Lorre e Bill Prady, stagione 6, episodio 4, Warner Bros. Television/CBS, 18 ottobre 2012.

Ir arriba