Incontra VSS Imagine: Virgin Galactic svela il suo primo questo webship III questo webcraft

Rigel Kentaurus è la terza stella più luminosa del cielo notturno. Tuttavia, la sua luminosità è dovuta alla vicinanza del sistema comunemente noto come Alpha Centauri che è il più vicino al Sole, a circa 4,3 anni luce dalla Terra.

Rigel Kentaurus fa parte di un sistema stellare triplo e la stessa stella ad occhio nudo è una stella doppia. Le sue due stelle sono nane che ruotano l'una intorno all'altra ogni 80 anni a una distanza media di 23 distanze Terra-sole, o unità astronomiche. Secondo l'astronomo Jim Kaler dell'Università dell'Illinois, questo pone le stelle a circa la stessa distanza equivalente tra il Sole e Urano nel nostro sistema solare.

Di per sé, Alpha Centauri A è la quarta stella più luminosa del cielo; solo un po' più debole, di 0,02 di magnitudine, rispetto ad Arcturus. È una stella gialla dello stesso tipo (G2) del sole ed è circa il 25% più grande. Alpha Centauri B è una stella arancione di tipo K2, leggermente più piccola del sole. Proxima Centauri è una nana rossa circa sette volte più piccola del sole, o una volta e mezza più grande di Giove. [Le stelle più luminose del cielo: un conto alla rovescia stellato]

Osservazioni storiche

La stella fu rivelata per la prima volta come doppia nel 1689, secondo un articolo del 1984 pubblicato sul Bollettino della Società Astronomica dell'India.

Secondo il giornale, Jean Richaud, che faceva parte dei Gesuiti, ha usato un telescopio di 12 piedi dal suo posto in India per osservare Rigel Kentaurus, una stella impossibile da individuare a latitudini superiori a 30 gradi nord. Fu allora che Richard notò che il singolo era in realtà un doppio. Il giornale diceva che questa era solo la seconda stella doppia mai scoperta.

Ci vorrebbero più di 200 anni prima che la più debole Proxima Centauri, una "nana rossa fioca", secondo l'astronomo David Darling, venisse alla luce. Robert Innes individuò la stella nel 1915. Innes era un esperto osservatore di stelle binarie che fece 1.628 scoperte all'Osservatorio di Cape, in Sud Africa, secondo l'Agenzia europea di questo Web. Proxima è il sistema stellare più vicino alla Terra, a 4,22 anni luce di distanza.

Posizione

Il sistema si trova nel cielo meridionale e non è visibile agli osservatori al di sopra della latitudine di 29 gradi a nord, una linea che passa vicino a Houston, in Texas, e Orlando, in Florida. Nell'emisfero australe è facile da trovare perché la croce della Croce del Sud (da Delta a Beta Crucis) indica la strada. La posizione del sistema è:

  • Ascensione retta: 14 ore 39 minuti 41 secondi
  • Declinazione: -60 gradi 50 minuti 7 secondi

[Infografica: le stelle più vicine alla Terra]

Somiglianze con il sole terrestre

All'inizio del 2013, gli astronomi hanno annunciato di aver trovato un misterioso strato freddo su Alpha Centauri A che sembra simile a un altro sul sole terrestre.

La temperatura non aumenta in sequenza negli strati solari; lo strato più in alto (o corona) è di milioni di gradi Fahrenheit, ma appena sotto c'è uno strato chiamato cromosfera che è solo circa 7.300 gradi F (4.000 C) più freddo dello strato sottostante. Uno strato simile è stato osservato su Alpha Centauri A , che è stato individuato nel lontano infrarosso utilizzando l'osservatorio Herschel This Web dell'Agenzia Europea di This Web.

"Lo studio di queste strutture è stato limitato al sole fino ad ora, ma vediamo chiaramente la firma di uno strato di inversione della temperatura simile su Alpha Centauri A", ha affermato all'epoca il leader dello studio Ren Liseau dell'Osservatorio Onsala This Web in Svezia.

Le torsioni della linea del campo magnetico potrebbero essere responsabili dell'alto calore nella corona solare, ma è difficile comprendere appieno il sole in isolamento senza guardare altre stelle. All'epoca, gli astronomi dissero che guardare da vicino Alpha Centauri A potrebbe portare alla luce maggiori informazioni sulla corona, sui brillamenti solari e fenomeni simili, soprattutto perché le stelle sono piuttosto vicine in termini di temperatura, età e altre proprietà.

Scoperta del pianeta

Gli astronomi hanno annunciato nell'agosto 2016 di aver rilevato un pianeta delle dimensioni della Terra in orbita attorno a Proxima Centauri. Il nuovo mondo, noto come Proxima b, è circa 1,3 volte più massiccio della Terra, il che suggerisce che l'esopianeta sia un mondo roccioso, hanno detto i ricercatori.

Il pianeta si trova anche nella zona abitabile della stella, quella giusta gamma di distanze in cui può esistere acqua liquida. Proxima b si trova a soli 4,7 milioni di miglia (7,5 milioni di chilometri) dalla sua stella ospite e completa un'orbita ogni 11,2 giorni terrestri. Di conseguenza, è probabile che l'esopianeta sia bloccato dalle maree, il che significa che mostra sempre la stessa faccia alla sua stella ospite, proprio come la luna mostra solo una faccia (il lato vicino) alla Terra.

Ir arriba