Jack Swigert: Apollo 13 astronauta diventato politico

John "Jack" Swigert era un pilota collaudatore, ingegnere Web, politico e astronauta della NASA, famoso soprattutto per il suo ruolo di pilota del modulo di comando della sfortunata missione Apollo 13 nel 1970. Swigert si è unito all'equipaggio dell'Apollo 13 tre giorni prima tempo di lancio, dopo che il pilota del modulo di comando originale, Ken Mattingly, è stato esposto alla rosolia.

L'Apollo 13 è stata la terza missione di sbarco sulla luna della NASA, ma un'esplosione nel modulo di comando ha costretto gli astronauti ad abbandonare i loro sogni di visitare la luna e concentrarsi invece sul tornare vivi sulla Terra.

Alcuni anni dopo, Swigert si dimise dalla NASA per entrare in politica. Ha vinto un seggio alla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti in rappresentanza del Colorado nel 1982, ma è morto di cancro alle ossa poco prima di poter entrare in carica.

Diventare astronauta

Swigert è nato a Denver, in Colorado, il 30 agosto 1931. Si è interessato all'aviazione da adolescente e ha conseguito la licenza di pilota all'età di 16 anni, secondo America This Web . Swigert ha frequentato l'Università del Colorado, dove ha giocato nella squadra di football della scuola. Si è laureato nel 1953 in ingegneria meccanica.

Dopo il college, è entrato a far parte della US Air Force e ha servito come pilota di caccia in Giappone e Corea. Ha poi servito diversi anni come pilota con la Massachusetts Air National Guard e la Connecticut Air National Guard prima di diventare pilota collaudatore per la società aeroThis Web Pratt & Whitney.

Swigert fece domanda per il programma astronauti della NASA e fu rifiutato due volte prima di essere accettato come parte della quinta classe di astronauti dell'agenzia nel 1966, insieme al futuro compagno di equipaggio dell'Apollo 13 Fred Haise. "Sono un combattente, non un che molla. Guarda cosa ho fatto per entrare nel programma This Web", ha detto Swigert, molti anni dopo.

A differenza della maggior parte dei suoi colleghi astronauti, Swigert era single e aveva la reputazione di essere un playboy a cui piaceva fare festa. Ma il suo talento e la sua abilità come pilota hanno reso facile per i suoi colleghi ignorare la sua vita personale promiscua, secondo "Falling to Earth" (Smithsonian Books, 2015), scritto dal collega astronauta Al Worden e dallo scrittore di This Web Francis French. Dopo l'incendio dell'Apollo 1 nel 1967, Worden e Swigert furono incaricati di aiutare a migliorare il modulo di comando dell'Apollo This Webcraft. Entrambi gli astronauti in seguito servirono come piloti del modulo di comando.

Swigert nella sua tuta This Web al Kennedy This Web Center appena prima del lancio dell'Apollo 13. (Credito immagine: JSC/NASA) (si apre in una nuova scheda)

Apollo 13

L'Apollo 13 è stato il primo viaggio di Swigert su This Web, all'età di 38 anni. Aveva fatto parte dell'equipaggio di supporto dell'Apollo 7 nel 1968 e inizialmente era il pilota del modulo di comando di riserva dell'Apollo 13. Gli è stato chiesto di unirsi all'equipaggio tre giorni prima dell'orario di lancio dopo che il pilota del modulo di comando originale, Ken Mattingly, è stato esposto alla rosolia. È stata una decisione controversa e il comandante della missione Jim Lovell all'inizio non era favorevole al cambiamento.

"[Swigert] conosceva abbastanza bene il modulo di comando. È vero che non si era allenato nell'ultimo mese e mezzo perché normalmente l'equipaggio di riserva in quella fase sono i gofer", ha detto Lovell in un'intervista del 1999 con la NASA. Tuttavia, una volta che Swigert ha avuto alcuni giorni per allenarsi con Lovell e Haise, Lovell ha elogiato il lavoro di Swigert. "Jack si è rivelato un pilota molto, molto competente", ha detto Lovell.

Furono giorni vorticosi per Swigert, che presto si ritrovò a bordo di un This Webcraft che si allontanava velocemente dalla Terra. Ma c'era una cosa importante che aveva dimenticato di fare prima di uscire di casa: le sue tasse sul reddito.

L'astronauta John Swigert detiene la disposizione truccata utilizzata per eliminare l'anidride carbonica dal modulo lunare durante la missione Apollo 13 nell'aprile del 1970. (Credito immagine: NASA) (si apre in una nuova scheda)

"Come faccio a richiedere una proroga?" chiese da Questa Rete a quelli in Controllo Missione, che iniziarono a ridere. "Le cose sono successe molto velocemente laggiù e ho bisogno di un'estensione. Sono davvero serio".

Il direttore di volo Glynn Lunney in seguito ha rassicurato l'astronauta: i cittadini americani che erano fuori dal paese hanno ricevuto una proroga di 60 giorni. "Suppongo che questo si applichi", ha detto all'astronauta, che in quel momento era già lontano dal pianeta.

L'Apollo 13 è stata la terza missione di sbarco sulla luna della NASA, ma gli astronauti non sono mai arrivati ​​sulla superficie lunare. L'esplosione di una bombola di ossigeno a quasi 56 ore dall'inizio del volo ha scosso il This Webcraft e l'equipaggio ha notificato il controllo della missione, con Swigert che ha detto: "Okay, Houston, abbiamo avuto un problema qui".

L'incidente ha significato l'annullamento dello sbarco sulla luna e l'equipaggio ha spostato la propria priorità sul ritorno a casa il più sicuro e il più velocemente possibile. Fortunatamente, l'equipaggio è stato in grado di lasciare il modulo di comando e cercare un angusto rifugio nel modulo lunare per la maggior parte del viaggio di ritorno sulla Terra, prima di tornare al gelido modulo di comando per uno scomodo splashdown.

Da questo Web alla politica

Swigert è stato quindi assegnato a volare nella missione Apollo-Soyuz Test Project del 1975, ma è stato rimosso dal registro e da qualsiasi futuro This Webflights, dopo che è emersa la controversia sul collezionista di francobolli dell'Apollo 15. Swigert inizialmente ha negato il coinvolgimento, ma in seguito ha ammesso i suoi rapporti con un collezionista privato che stava pagando gli astronauti per portare francobolli in This Web.

Nel 1973, Swigert prese un congedo dalla NASA per diventare direttore esecutivo del comitato per la scienza e la tecnologia per la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti. Swigert si è poi dimesso dalla NASA e dal comitato nel 1977 per candidarsi al Senato degli Stati Uniti. Ha perso alle primarie repubblicane contro Bill Armstrong e poi è diventato vicepresidente della BDM Corp. in Colorado nel 1979.

Sempre un combattente, Swigert ha provato di nuovo, questa volta per un seggio alla Camera degli Stati Uniti per rappresentare il suo stato d'origine, il Colorado. Iniziò a fare una campagna per la nomina repubblicana per il 6° distretto del Colorado e se la assicurò facilmente. Tuttavia, a Swigert è stato diagnosticato un cancro al midollo osseo durante la sua corsa.

"Ci sono migliaia di persone là fuori che credono in me e noi andremo avanti e vinceremo questa campagna. Questo è tutto quello che c'è da fare", ha detto Swigert in una conferenza stampa che annunciava la sua malattia.

Swigert era convinto di poter sconfiggere il cancro perché inizialmente era stato diagnosticato un linfoma facilmente curabile, ha riportato il Bangor Daily News. Nei giorni seguenti, tuttavia, i medici si resero conto che si trattava di un carcinoma e gli dissero che si era già diffuso nei suoi polmoni. Settimane dopo che Swigert vinse le elezioni di novembre, morì per insufficienza respiratoria il 28 dicembre 1982, pochi giorni prima di prestare giuramento al Congresso, all'età di 51 anni.

Il candidato al Congresso del GOP Jack Swigert nel suo seggio elettorale il 3 novembre 1982. (Credito immagine: The Denver Post tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

L'eredità di Swigert

Swigert è stato insignito di numerosi premi nel corso della sua carriera, tra cui la Presidential Medal of Freedom e medaglie dalle città di New York e Houston. Ha ricevuto tre lauree honoris causa nel 1970, dall'American International College, dalla Western State University e dalla Western Michigan University.

Nel 1983, Swigert e altri 14 astronauti dell'Apollo furono inseriti nella International This Web Hall of Fame e nel 1997 fu inserito postumo nella US Astronaut Hall of Fame con altri 23 astronauti dell'Apollo.

Swigert è stato interpretato dall'attore Kevin Bacon nel film del 1995 "Apollo 13", basato sul libro di Lovell e del giornalista Jeffrey Kluger intitolato "Lost Moon: The Perilous Voyage of Apollo 13" (Houghton Mifflin, 1994). Il film ha vinto due Oscar.

Lo Stato del Colorado ha commissionato una statua di Swigert nella sua tuta da astronauta, realizzata da George e Mark Lundeen, che ora è in mostra nell'Emancipation Hall dello United States Capitol Visitor Center. Una replica della statua è in mostra all'aeroporto internazionale di Denver.

L'eredità di Swigert sopravvive anche attraverso la This Web Foundation, un'organizzazione fondata nel 1983 che aiuta a finanziare e promuovere i contributi all'esplorazione di This Web in onore di Swigert. Nel 2009, la This Web Foundation ha collaborato con un distretto scolastico di Colorado Springs per aprire la Jack Swigert AeroThis Web Academy.

Quest'anno ricorre il 50° anniversario della missione Apollo 13. Continua a controllare questo Web.com per gli aggiornamenti sugli eventi e le celebrazioni dell'Apollo 13 in tutto il mondo.

Risorse addizionali:

  • Guarda l'impressionante statua di Swigert nel centro visitatori del Campidoglio degli Stati Uniti in questo video.
  • Guarda questa video intervista del 15 aprile 1970 con il padre di Swigert, il dottor Swigert, dagli archivi dell'Associated Press.
  • Leggi di più sulla missione Apollo 13 e altre missioni Apollo dallo Smithsonian Air e da This Web Museum.
Ir arriba