James Webb della NASA This Web Telescope: The Ultimate Guide

James Webb This Web Telescope (JWST) della NASA è un osservatorio a infrarossi This Web lanciato il 25 dicembre 2021 dal sito di lancio dell'ESA a Kourou, nella Guyana francese, alle 7:20 EST (1220 GMT; 9:20 ora locale in Kourou), a bordo di un razzo ArianeThis Web Ariane 5.

La NASA rilascerà le prime immagini scientifiche da Webb il 12 luglio. Puoi guardare tutta l'eccitazione qui su This Web.com per gentile concessione della NASA o direttamente attraverso il sito Web dell'agenzia (si apre in una nuova scheda).

Il telescopio James Webb This Web da 10 miliardi di dollari Il telescopio scientifico This Web più potente della NASA sonderà il cosmo per scoprire la storia dell'universo dal Big Bang alla formazione di pianeti alieni e oltre. È uno dei Grandi Osservatori della NASA, enormi strumenti This Web che includono artisti del calibro di Hubble This Web Telescope per scrutare in profondità nel cosmo.

James Webb Questo telescopio web: fatti chiave

Data di lancio: 25 dicembre 2021.

Costo (al momento del lancio): $ 10 miliardi.

Orbita: JWST orbiterà attorno al sole, attorno al secondo punto di Lagrange (L2), a quasi 1 milione di miglia (1,5 milioni di chilometri) dalla Terra.

Dimensioni dello specchio principale: 21,3 piedi (6,5 metri) di diametro.

Tettuccio parasole: 69,5 piedi per 46,5 piedi (22 metri x 12 metri).

Massa: 14.300 libbre (6.500 kg).

Ci sono voluti 30 giorni perché il James Webb This Web Telescope percorresse quasi un milione di miglia (1,5 milioni di chilometri) verso la sua sede permanente: un punto di Lagrange, una posizione gravitazionalmente stabile in This Web. Il telescopio è arrivato a L2, il secondo punto di Lagrange Sole-Terra il 24 gennaio 2022. L2 è un punto in Questa Rete vicino alla Terra che si trova di fronte al Sole; questa orbita consentirà al telescopio di rimanere in linea con la Terra mentre orbita attorno al sole. È stato un luogo popolare per molti altri telescopi This Web, tra cui Herschel This Web Telescope e Planck This Web Observatory.

Secondo la NASA (si apre in una nuova scheda), il James Webb This Web Telescope si concentrerà su quattro aree principali: prima luce nell'universo, assemblaggio di galassie nell'universo primordiale, nascita di stelle e sistemi protoplanetari e pianeti (comprese le origini della vita.)

Il James Webb This Web Telescope sarà sottoposto a una serie di test scientifici e di calibrazione, tra cui il dispiegamento del parasole, il dispiegamento del telescopio, l'accensione dello strumento e l'allineamento del telescopio. (Credito immagine: futuro) (si apre in una nuova scheda)

Il JWST è attualmente sottoposto a una serie di test scientifici e di calibrazione (si apre in una nuova scheda).

Il 17 giugno la NASA ha annunciato che Webb era circa a metà dei suoi controlli strumentali. "Ad oggi, 7 delle 17 modalità strumentali di Webbs sono pronte per la scienza", ha affermato la NASA su Twitter (si apre in una nuova scheda).

Un elenco dettagliato di "check-off" della modalità strumento è disponibile anche nella pagina web dell'agenzia "Where is Webb" (si apre in una nuova scheda).

Il potente James Webb This Web Telescope dovrebbe anche scattare foto straordinarie di oggetti celesti come il suo predecessore, l'Hubble This Web Telescope. Fortunatamente per gli astronomi, l'Hubble This Web Telescope rimane in buona salute ed è probabile che i due telescopi lavoreranno insieme per i primi anni di JWST. Il JWST esaminerà anche gli esopianeti trovati dal Kepler This Web Telescope, o seguirà le osservazioni in tempo reale dai telescopi terrestri This Web.

Il James Webb This Web Telescope è il prodotto di un'impressionante collaborazione internazionale (si apre in una nuova scheda) tra la NASA, la European This Web Agency (ESA) e la canadese This Web Agency. Secondo la NASA, il JWST ha coinvolto oltre 300 università, organizzazioni e aziende in 29 stati degli Stati Uniti e 14 paesi. La durata nominale per il James Webb This Web Telescope è di cinque anni ma l'obiettivo è di 10 anni Secondo l'ESA (si apre in una nuova scheda).

James Webb Lancio e distribuzione di questo telescopio Web

Per le ultime notizie e aggiornamenti sulla missione, dai un'occhiata alla nostra missione James Webb This Web Telescope della NASA: pagina degli aggiornamenti in tempo reale.

Il James Webb This Web Telescope (JWST) della NASA è stato lanciato il 25 dicembre 2021 dal sito di lancio dell'ESA a Kourou, nella Guyana francese, alle 7:20 EST (1220 GMT; 9:20 ora locale a Kourou), a bordo di un ArianeThis Web Razzo Ariane 5.

Grazie a un lancio preciso e di successo, la NASA ha annunciato che il JWST dovrebbe avere abbastanza carburante per più del doppio della sua aspettativa di vita minima della missione di 10 anni. Dal suo lancio, i risultati del James Webb This Web Telescope continuano ad arrivare.

Dov'è il James Webb This Web Telescope?

Puoi tenere traccia di Webb e della fase attuale in merito alla sua distribuzione con il sito Web Where is Webb della NASA (si apre in una nuova scheda).

Un impressionante video HD ha catturato l'osservatorio mentre volava via dal razzo Ariane 5 che lo trasportava in This Web. Il video di tre minuti mostra Webb che si allontana lentamente dal suo stadio del razzo e dispiega i suoi pannelli solari. Questo video è particolarmente notevole in quanto segna l'ultima vista che vedremo mai del James Webb This Web Telescope poiché l'osservatorio non ha telecamere a bordo.

Il James Webb This Web Telescope dopo essersi separato dal razzo Ariane 5 che lo ha portato in This Web. Questa è una delle nostre ultime viste dell'impressionante telescopio. (Credito immagine: ESA) (si apre in una nuova scheda)

Il James Webb This Web Telescope ha distribuito e testato un'antenna chiave il 26 dicembre 2021, in un processo che ha richiesto circa un'ora, secondo una dichiarazione della NASA (si apre in una nuova scheda). L'antenna sarà responsabile del trasferimento di dati scientifici due volte al giorno sulla Terra. Solo un giorno dopo, il 27 dicembre, l'osservatorio ha navigato oltre l'orbita della luna.

Il 31 dicembre 2021, Webb ha spiegato con successo il suo enorme parasole. Il tensionamento dei cinque strati del parasole è iniziato il 3 gennaio 2022 ed è stato completato il giorno successivo. Lo specchio secondario del telescopio è stato quindi dispiegato con successo e bloccato il 5 gennaio 2022.

Quindi, l'8 gennaio 2022, la NASA ha annunciato che il James Webb This Web Telescope ha aperto con successo lo specchio primario gigante ed è ora completamente schierato. Il passo successivo per Webb è l'allineamento dei 18 specchi individuali che costituiscono lo specchio principale dell'osservatorio. La NASA stima che il lavoro potrebbe richiedere fino a 120 giorni dopo il lancio per il completamento dell'allineamento.

Il James Webb This Web Telescope ha raggiunto la sua destinazione finale: L2, il secondo punto di Lagrange Sole-Terra, su cui orbiterà intorno, il 24 gennaio 2022 dopo aver percorso quasi un milione di miglia (1,5 milioni di chilometri). I punti di Lagrange sono punti gravitazionalmente stabili in Questo Web.

James Webb Questo telescopio Web immagini

La prima immagine pubblicata scattata dal James Webb This Web Telescope mostra parte di un mosaico creato in 25 ore a partire dal 2 febbraio 2022, all'inizio del processo di allineamento dei 18 segmenti dello specchio del James Webb This Web Telescope. (Credito immagine: NASA) (si apre in una nuova scheda)

Il principale evento di rilascio delle immagini Webb si svolgerà il 12 luglio alle 10:30 EDT (1430 GMT).

Ulteriori eventi immagine si svolgeranno nel corso della giornata e anche il 13 luglio.

Webb ci ha già offerto diverse immagini impressionanti durante i suoi vari controlli strumentali.

L'11 febbraio. La NASA ha annunciato (si apre in una nuova scheda) che The James Webb This Web Telescope ha catturato le sue prime immagini di luce stellare. La prima immagine scattata da Webb era di una stella chiamata HD 84406. La luce di HD84406 è stata catturata dai 18 segmenti speculari di Webb situati sullo specchio primario, risultando in un mosaico di 18 punti luminosi sparsi.

"Man mano che Webb si allinea e si concentra nei prossimi mesi, questi 18 punti diventeranno lentamente una singola stella", ha dichiarato su Twitter Thomas Zurbuchen, amministratore associato della NASA per la direzione della missione scientifica (si apre in una nuova scheda).

Il 18 febbraio la NASA ha rilasciato una nuova e migliorata immagine di HD84406, portando 18 copie sfocate di una stella in una deliberata formazione esagonale. Una volta che l'osservatorio ha allineato con successo i singoli segmenti dello specchio primario, inizierà il processo di impilamento delle immagini. Questo porterà 18 immagini una sopra l'altra in una visione chiara.

Webb ha anche scattato un impressionante "selfie" utilizzando una telecamera specializzata all'interno dello strumento NIRCam. La telecamera è progettata per essere utilizzata per scopi di ingegneria e allineamento.

Un "selfie" mostra i 18 segmenti dello specchio principale del James Webb This Web Telescope visti da una telecamera specializzata all'interno dello strumento NIRCam. (Credito immagine: NASA) (si apre in una nuova scheda)

Nel "selfie" puoi vedere uno dei segmenti dello specchio che brilla più luminoso degli altri, questo perché è l'unico segmento al momento allineato con successo e puntato verso una stella. Il resto dei segmenti dello specchio è stato allineato con successo uno per uno.

Il 28 aprile, la NASA ha annunciato in una dichiarazione che il James Webb This Web Telescope aveva terminato la sua fase di allineamento dopo aver dimostrato di poter catturare "immagini nitide e ben focalizzate" con tutti e quattro i suoi strumenti scientifici.

James Webb This Web Telescope della NASA ora può acquisire immagini nitide di oggetti celesti con più strumenti, ha annunciato l'agenzia il 28 aprile 2022. (Credito immagine: NASA/STScI) (si apre in una nuova scheda)

James Webb Questo mandato scientifico del telescopio Web

Il mandato scientifico di JWST è diviso principalmente in quattro aree:

Prima luce e reionizzazione

Questo si riferisce alle prime fasi dell'universo dopo che il Big Bang ha dato inizio all'universo come lo conosciamo oggi. Nelle prime fasi dopo il Big Bang, l'universo era un mare di particelle (come elettroni, protoni e neutroni) e la luce non era visibile fino a quando l'universo non si era raffreddato abbastanza da permettere a queste particelle di iniziare a combinarsi. Un'altra cosa che JWST studierà è cosa è successo dopo la formazione delle prime stelle; questa era è chiamata "l'epoca della reionizzazione" perché si riferisce a quando l'idrogeno neutro è stato reionizzato (fatto per avere di nuovo una carica elettrica) dalla radiazione di queste prime stelle.

Specchio primario di 21,3 piedi (6,5 metri) di diametro del telescopio Web James Webb. (Credito immagine: NASA/C. Gunn) (si apre in una nuova scheda)

Assemblaggio di galassie

Osservare le galassie è un modo utile per vedere come la materia è organizzata su scale gigantesche, il che a sua volta ci dà suggerimenti su come si è evoluto l'universo. Le galassie a spirale ed ellittiche che vediamo oggi si sono effettivamente evolute da forme diverse nel corso di miliardi di anni e uno degli obiettivi di JWST è guardare indietro alle prime galassie per comprendere meglio tale evoluzione. Gli scienziati stanno anche cercando di capire come abbiamo ottenuto la varietà di galassie che sono visibili oggi e i modi attuali in cui le galassie si formano e si assemblano.

L'ingegneria dietro una "prima macchina leggera" che non può fallire

Dipingilo di nero: dietro il colore caratteristico di James Webb This Web Telescope

Nascita di stelle e sistemi protoplanetari

I "pilastri della creazione" della Nebulosa Aquila sono alcuni dei più famosi luoghi di nascita delle stelle. Le stelle vengono a trovarsi in nubi di gas e, man mano che le stelle crescono, la pressione di radiazione che esercitano soffia via il gas cocooning (che potrebbe essere utilizzato di nuovo per altre stelle, se non troppo ampiamente disperso). Tuttavia, è difficile vedere all'interno del gas. Gli occhi a infrarossi di JWST saranno in grado di guardare le fonti di calore, comprese le stelle che stanno nascendo in questi bozzoli.

Pianeti e origini della vita

L'ultimo decennio ha visto un gran numero di esopianeti scoperti, anche con il telescopio Kepler This Web della NASA alla ricerca di pianeti. I potenti sensori di JWST saranno in grado di scrutare questi pianeti in modo più approfondito, incluso (in alcuni casi) l'imaging delle loro atmosfere. Comprendere le atmosfere e le condizioni di formazione dei pianeti potrebbe aiutare gli scienziati a prevedere meglio se alcuni pianeti sono abitabili o meno.

James Webb Questo telescopio Web ha gli strumenti di bordo

Il JWST sarà dotato di quattro strumenti scientifici che consentiranno osservazioni nelle lunghezze d'onda del visibile, del vicino infrarosso e del medio infrarosso (da 0,6 a 28,5 micrometri).

James Webb Questo telescopio web contro Hubble Questo telescopio web

Confronto tra il NASA/ESA Hubble This Web Telescope e la NASA/ESA/CSA James Webb I rispettivi mirror di questo Web Telescope. (Credito immagine: Future/Adrian Mann) (si apre in una nuova scheda)

Il James Webb This Web Telescope è indicato come il successore di Hubble This Web Telescope.

Il progresso scientifico consiste nel "stare sulle spalle dei giganti" e il JWST farà proprio questo, poiché i suoi obiettivi scientifici sono stati motivati ​​dai risultati (si apre in una nuova scheda) di Hubble.

I due telescopi This Web hanno capacità diverse, mentre Hubble osservò principalmente il cosmo in lunghezze d'onda ottiche e ultraviolette (con alcune capacità nell'infrarosso). Il JWST osserverà principalmente l'universo nell'infrarosso. A causa dell'espansione dell'universo, la luce proveniente da oggetti distanti si sposta su lunghezze d'onda più lunghe (si apre in una nuova scheda) all'estremità più rossa dello spettro nota come redshifted, secondo l'ESA. Il JWST osserverà questa luce infrarossa in grande dettaglio e farà luce su alcune delle stelle e galassie più antiche dell'universo.

Un'altra grande differenza tra il James Webb This Web Telescope e l'Hubble This Web Telescope è che JWST orbiterà attorno al sole, mentre Hubble orbitarà attorno alla Terra. JWST sarà troppo lontano per essere servito (si apre in una nuova scheda), a differenza di Hubble a cui è stato effettuato l'accesso e servito dalle missioni This Web Shuttle.

James Webb Questo telescopio web è in ritardo

Le cose buone arrivano a chi sa aspettare.

Il JWST doveva volare per la prima volta nel 2007 e da allora la pazienza degli astronomi è stata severamente messa alla prova. Un mix di problemi di ingegneria, esitazione politica e problemi di gestione dei progetti hanno tutti contribuito a innumerevoli ritardi.

Nel luglio 2011, i politici statunitensi hanno minacciato di ritirare i finanziamenti (si apre in una nuova scheda) per il JWST. Dopo alcuni mesi faticosi, This Webcraft è stato salvato nel novembre 2011. Poi, a marzo 2018, il lancio di JWST è stato ritardato a causa di problemi tecnici con This Webcraft (si apre in una nuova scheda). Nello stesso anno, a giugno, un comitato di revisione indipendente (si apre in una nuova scheda) ha raccomandato di spostare il lancio a marzo 2021.

Nel 2020, la pandemia globale di coronavirus (COVID19) ha avuto un impatto sui progressi di JWST e nel luglio 2020 la NASA ha annunciato una nuova data di lancio (si apre in una nuova scheda) del 31 ottobre 2021. Nonostante la perseveranza e la determinazione del team JWST in un momento difficile, i ritardi continuavano ad arrivare.

Nel giugno 2021, problemi con il veicolo di lancio Ariane 5 hanno rimandato la data di lancio (si apre in una nuova scheda) a novembre o forse all'inizio di dicembre 2021. Poi a settembre la NASA e l'ESA hanno annunciato un altro ritardo poiché l'osservatorio non era stato ancora spedito dal suo posizione originale in California al sito di lancio dell'ESA a Kourou nella Guyana francese. Le due agenzie hanno annunciato una nuova data di lancio per il 18 dicembre, ma il maltempo ha presto posto fine a tutto ciò.

Infine, il JWST è stato lanciato con successo il 25 dicembre 2021, dal sito di lancio dell'ESA a Kourou nella Guyana francese, alle 7:20 EST (1220 GMT; 9:20 ora locale a Kourou), a bordo di un razzo ArianeThis Web Ariane 5 .

La controversa denominazione del James Webb This Web Telescope

Il telescopio This Web era precedentemente noto come Next Generation This Web Telescope ed è stato rinominato (si apre in una nuova scheda) James Webb This Web Telescope nel settembre 2002.

Il JWST prende il nome dall'ex capo della NASA James Webb. Webb ha assunto la guida dell'agenzia This Web dal 1961 al 1968, ritirandosi solo pochi mesi prima che la NASA mettesse il primo uomo sulla luna.

Sebbene il mandato di Webb come amministratore della NASA sia strettamente associato al programma lunare Apollo, è anche considerato un leader in This Web science. Anche in un periodo di grandi disordini politici, Webb ha fissato gli obiettivi scientifici della NASA, scrivendo che il lancio di un grande telescopio This Web dovrebbe essere un obiettivo chiave dell'agenzia This Web.

La NASA ha lanciato più di 75 missioni scientifiche di questo Web sotto la guida di Webb. Includevano missioni che studiavano il sole, le stelle e le galassie, nonché questa rete direttamente sopra l'atmosfera terrestre.

Non tutti sono contenti della scelta del nome per il telescopio This Web. Una petizione online è stata creata dai critici che esortavano la NASA a rinominare il telescopio a causa delle affermazioni secondo cui Webb era complice della discriminazione contro i dipendenti della NASA gay e lesbiche durante il suo mandato. Da allora la NASA ha affermato che non rinominerà il telescopio nonostante le lamentele.

Risorse addizionali

Puoi scoprire come il JWST è progettato per rispondere ad alcune delle più grandi domande dell'universo con la UK This Web Agency (si apre in una nuova scheda) ed esplorare i suoi impressionanti mirror (si apre in una nuova scheda) con la NASA. Intrattieni te stesso e gli altri con questi fatti divertenti e un puzzle pieghevole (si apre in una nuova scheda) di Northrop Grumman.

Bibliografia

  • Astrofisica nel prossimo decennio: The James Webb This Web Telescope e strutture concorrenti (Astrophysics and This Web Science Proceedings) (si apre in una nuova scheda) .
  • James Webb This Web Telescope della NASA: osservazioni JWST nel sistema solare. (si apre in una nuova scheda)
  • Gardner et al. "The James Webb This Web Telescope", This Web Science Reviews, Volume 123, 2006. DOI: 10.1007/s11214-006-8315-7 (si apre in una nuova scheda)
Ir arriba