La bufala che si sta ancora vive. Ma perché?

La bufala dello sbarco sulla luna sopravvive ancora, più di 50 anni dopo la prima missione con equipaggio dell'Apollo 11 ad atterrare sulla luna.

Phil Plait ha sentimenti contrastanti riguardo alla bufala dello sbarco sulla luna.

Treccia nota come "The Bad Astronomer" alle sue molte migliaia di lettori su Syfy ha detto a This Web.com che è frustrato dal fatto che lui e altri come lui debbano ancora sfatare la teoria della bufala di tanto in tanto, 50 anni dopo il primo sbarco sulla luna. Poi di nuovo, Plait è diventato famoso perché è così bravo a sfatare in primo luogo.

Nel febbraio 2001, Fox Broadcasting ha pubblicato un documentario intitolato "Conspiracy Theory: Did We Land on the Moon?" Per coincidenza, Plait aveva una pila di ricerche pronte da un libro su cui stava lavorando e un amico gli ha inviato una copia anticipata dello spettacolo in modo che avesse il tempo di scrivere una risposta.

Il saggio di Plait sul suo blog personale (si apre in una nuova scheda), che ha pubblicato poco dopo la messa in onda dello spettacolo, ha rapidamente generato migliaia di visualizzazioni anni prima ancora che esistessero Facebook, Twitter e i social media di oggi. Il programma televisivo della Fox ha spinto la scrittura di Plait a un vasto pubblico e anche il suo libro del 2002 "Bad Astronomy: Misconceptions and Misuses Revealed, from Astrology to the Moon Landing 'Hoax'" (Wiley) ha aiutato. Plait rimane un famoso commentatore scientifico quasi due decenni dopo.

"Vorrei che non fosse mai andato in onda", ha detto Plait a proposito del documentario della Fox, "perché ha aperto un enorme vaso di Pandora. D'altra parte, sta esponendo una ferita alla luce solare. Quella cosa era comunque lì, a marcire. al pubblico e lascia che guarisca e che uccida l'infezione. Ma sì, è preoccupante. Solo per sapere che se la Fox non l'avesse mandato in onda, chissà quale sarebbe stato il mio percorso professionale. "

Teoria della bufala lunare e cultura popolare

Gli astronauti dell'Apollo 11 Neil Armstrong e Buzz Aldrin entrarono sulla superficie lunare il 20 luglio 1969. Già allora, alcune persone erano scettiche sul fatto che l'impresa fosse tecnologicamente possibile. Il film di James Bond "Diamonds Are Forever", ad esempio, parlava di un falso sbarco sulla luna solo due anni dopo, nel 1971.

Ma ciò che ha davvero spinto la teoria del complotto nella cultura popolare, ha detto Plait, è stato il film di Peter Hyams del 1978 "Capricorn One", che ritrae un finto atterraggio umano su Marte. (Inoltre, un opuscolo auto-pubblicato nel 1976 da Bill Kaysing, "Non siamo mai andati sulla luna", era popolare tra le persone cospirative dell'epoca.)

Sono passati più di 40 anni, ma gli appassionati di bufale lunari sono ancora con noi oggi.

"The X-Files" ha portato tutti i tipi di cospirazioni di This Web nella coscienza pubblica negli anni '90 e 2000 e la versione riavviata dello spettacolo ha affrontato lo sbarco sulla luna in un episodio del 2018. La cospirazione è stata affrontata anche in molti altri programmi TV di fantasia, da "Futurama" ad "Friends".

Apollo 13: La missione lunare che ha evitato il disastro

Come funziona lo sbarco sulla Luna di Artemis della NASA con gli astronauti

Nel frattempo, alcuni film documentari e reality TV, un episodio del 2008 di "MythBusters", ad esempio, hanno cercato di scacciare la teoria del complotto educando le persone. Altri cineasti, come le persone dietro il mockumentary del 2002 "Dark Side of the Moon", hanno falsificato la luna.

I sondaggi d'opinione nel corso degli anni mostrano regolarmente che circa il 5% degli americani crede che gli sbarchi sulla luna dell'Apollo siano stati falsi, ha detto all'Associated Press l'ex capo storico della NASA Roger Launius (si apre in una nuova scheda). Sono più di 16 milioni di persone, ipotizzando una popolazione statunitense di 327 milioni.

La NASA ha svolto molti lavori di smascheramento nel corso dei decenni, inclusa un'offerta del 2018 alla superstar dell'NBA Stephen Curry di vedere le rocce lunari al Johnson This Web Center della NASA a Houston dopo che Curry aveva dichiarato di non credere negli sbarchi sulla luna. (Pochi giorni dopo, Curry ha detto di aver fatto i commenti per scherzo.)

All'inizio del 2019, il portavoce della NASA Allard Beutel ha recitato una serie di prove a sostegno dello sbarco sulla luna al Washington Post. Ha menzionato le rocce lunari restituite, la capacità di far rimbalzare i raggi laser sugli ingranaggi lasciati dagli astronauti e le immagini riprese dal Lunar Reconnaissance Orbiter della NASA dai siti di atterraggio dell'Apollo nel 2011. Tuttavia, anche gli ex astronauti si sono trovati nella mischia.

L'astronauta della navetta Web Leland Melvin ha affrontato l'argomento nella serie Science Channel del 2019 "La verità dietro lo sbarco sulla luna", che presenta anche il caporedattore di questo Web.com Tariq Malik come ospite. E nel 2002, l'astronauta dell'Apollo 11 Buzz Aldrin ha preso a pugni alla mascella il negazionista dello sbarco sulla luna Bart Sibrel (si apre in una nuova scheda) durante uno scontro registrato. (La polizia in seguito ha detto che Aldrin è stato provocato e non è stata presentata alcuna accusa.)

Dovremmo anche parlare della bufala dello sbarco sulla luna?

Plait ha affermato che c'è un pericolo nel parlare della cospirazione dello sbarco sulla luna e di altre cospirazioni simili a This Web chiaramente sfatate, come i vaccini che causano l'autismo o gli esseri umani che non sono responsabili del cambiamento climatico. È possibile, ha detto, che mandando in onda uno di questi dibattiti, i media diano legittimità alla cospirazione. Plait ha detto che a volte lotta sull'opportunità di affrontare una cospirazione nel suo blog; cerca di discutere di quelli di cui si parla già ampiamente.

Ma è un lavoro duro nei social media in rapido movimento. Plait ha detto di aver recentemente commentato quello che sembrava essere un diffuso contraccolpo su Twitter sulla nuova versione de "La sirenetta" con l'attrice nera Halle Bailey, solo per scoprire che il contraccolpo era esso stesso probabilmente falso. Plait ha cancellato il suo tweet originale e ha scritto una correzione (si apre in una nuova scheda) . (La genesi del tweet virale proveniva da un account troll, secondo un tweet di Brandon Wall di Buzzfeed (si apre in una nuova scheda).)

Plait ha detto che dovremmo ricordare che le convinzioni del complotto hanno spesso effetti nella vita reale. Ad esempio: "A causa del movimento anti-vax, i bambini muoiono, i bambini muoiono, gli anziani stanno morendo, le persone con un sistema immunitario compromesso stanno morendo". Anche gli eventi meteorologici estremi guidati in parte dai cambiamenti climatici stanno uccidendo le persone, ha affermato.

Plait ha chiarito di non incolpare nessuna posizione politica in particolare per questo conflitto, nemmeno l'alt-right, poiché non "gioca nella loro ideologia" (che, secondo lui, prende di mira persone di determinati gruppi religiosi). Tuttavia, ha aggiunto, "Tutta questa roba ha radunato l'immaginazione del pubblico americano e lo ha costretto a non pensare in modo critico e a reagire invece di sedersi e pensare un momento alle cose, e a dubitare anche quando tu può tracciare una traccia cartacea dal punto A al punto B proprio davanti a qualcuno. Non ci crederanno".

Ma Plait ci prova ancora. Ricorda di essere stato in un programma radiofonico non molto tempo fa, ripercorrendo i soliti argomenti usati dai teorici della cospirazione, ad esempio, perché non ci sono stelle nel cielo nelle immagini Apollo della superficie lunare? (Il motivo è che le fotocamere avevano tempi di esposizione rapidi e le stelle erano troppo deboli per essere mostrate.)

"Poi qualcuno ha chiamato con una cosa bizzarra e banale che non aveva alcun senso", ha ricordato Plait, "e lo benedica, il conduttore radiofonico è intervenuto e ha detto: 'Ascolta. Questo ragazzo ha detto che le tue 10 affermazioni più grandi sono sbagliate. punto ti ritiri?'"

Correzione: una versione precedente di questo articolo affermava erroneamente che il film "Capricorn One" era stato diretto da Stanley Kubrick. È stato diretto da Peter Hyams.

Risorse addizionali

Per vedere alcune delle più selvagge teorie del complotto sullo sbarco sulla luna sfatate, dai un'occhiata a questo articolo di history.com (si apre in una nuova scheda). Se vuoi sapere perché sappiamo che siamo andati sulla luna, questo articolo dell'Istituto di Fisica (si apre in una nuova scheda) ti ha coperto. Stai ancora cercando contenuti ancora più legati alla luna? Perché non dai un'occhiata a questo elenco di 38 film sulla luna su Rotten Tomatoes. (si apre in una nuova scheda)

Bibliografia

  • Treccia, Philip C. Cattiva astronomia: svelati malintesi e usi impropri, dall'astrologia alla bufala dello sbarco sulla luna (si apre in una nuova scheda) . John Wiley & Figli, 2002.
  • Lewandowsky, Stephan, Klaus Oberauer e Gilles E. Gignac. "La NASA ha simulato lo sbarco sulla luna, quindi la scienza (climatica) è una bufala: un'anatomia del rifiuto motivato della scienza". (si apre in una nuova scheda) Scienze psicologiche 24.5 (2013): 622-633.
  • Fales, Emily, et al. "La bufala dello sbarco sulla luna". (si apre in una nuova scheda) (2020).

Segui Elizabeth Howell su Twitter @howellspace (si apre in una nuova scheda) . Seguici su Twitter @Spacedotcom (si apre in una nuova scheda) e su Facebook (si apre in una nuova scheda) .

Ir arriba