La leggenda di Star Trek Nichelle Nichols catturata nella battaglia in corso di conservazione: rapporto

L'attrice di "Star Trek" Nichelle Nichols è attualmente nel mezzo di una battaglia a tre per la tutela. In questa foto, l'attrice Nichelle Nichols è vista al Kennedy This Web Center della NASA a Cape Canaveral, in Florida, durante un evento del 2010 con LEGO. (Credito immagine: NASA/Bill Ingalls)

L'amata attrice di "Star Trek" Nichelle Nichols è colta nel mezzo di una battaglia per la tutela mentre combatte la sua stessa battaglia contro la demenza.

Per anni, c'è stata una lotta per la tutela legale di Nichols, che ha interpretato il famoso tenente Nyota Uhura in "Star Trek: The Original Series" e che, qui sul pianeta Terra, ha aiutato la NASA a reclutare più donne e persone di colore per il corpo degli astronauti dell'agenzia.

Ora, l'unica figlia di Nichols, Kyle Johnson, la sua cara amica e successore Angelique Fawcette e il suo ex manager Gilbert Bell continuano a litigare per la sua tutela, o il controllo su beni, affari personali e altro, ha riferito il Los Angeles Times (si apre in una nuova scheda) .

Questa battaglia arriva quando Nichols, 88 anni, continua a lottare con la demenza, con la quale le è stata diagnosticata per la prima volta nel 2013. Anche Nichols ha subito un lieve ictus due anni dopo, nel 2015.

Una battaglia a tre

Per anni, Bell, usando la sua posizione di manager di Nichols, ha tenuto il controllo sui suoi beni e affari. Tuttavia, tre anni fa, Johnson ha chiesto una petizione per la tutela di Nichols, citando le sue preoccupazioni sul fatto che, data la demenza di Nichols, fosse vulnerabile allo sfruttamento. Johnson ha affermato che sua madre soffre di "una grave perdita di memoria a breve termine che ha un impatto sul suo funzionamento esecutivo", secondo il LA Times.

Nello stesso anno, Fawcette, che Nichols ha incontrato nel 2012, ha presentato un'obiezione alla petizione, insistendo sul fatto che Nichols non era vulnerabile e, con un'assistenza limitata, era mentalmente abbastanza bene da gestire le proprie finanze e affari personali. Fawcette ha spinto Nichols a rimanere nella sua casa a Woodland Hills, in California, e per il tempo delle visite. Fawcette ha anche accusato Johnson di aver presentato la petizione solo per avere accesso ai beni di sua madre.

Nonostante l'obiezione di Fawcette, nel 2019 Johnson è stato nominato tutore della persona e del patrimonio di sua madre.

Nelle immagini: 'Star Trek' e la NASA – Una fusione mentale di fantascienza e realtà

Bell si è opposta alla decisione della corte di concedere la tutela a Johnson e ora ha intentato una causa contro Johnson, sostenendo che Johnson sta facendo un tentativo "aggressivo e combattivo" di rimuoverlo dalla sua attuale residenza nella casa degli ospiti di Nichols adiacente alla sua casa a Woodland Hills che ha acquistato nel 1982 come pensione e spazio di lavoro.

Tuttavia, mentre sia Bell che Fawcette hanno contestato Johnson, Fawcette ha anche espresso preoccupazione per Bell. Fawcette ha affermato che Bell ha lasciato la casa degli ospiti di Nichols in uno stato di "degrado" e che ha suggerito di sposare Nichols. Ciò ha anche suscitato preoccupazione nella famiglia di Nichols e in altri amici.

Bell ha affermato che vivere così vicino a Nichols gli ha permesso di mantenere la sua carriera e le sue finanze. Tuttavia, secondo Johnson, che ha intentato una controquerela contro Bell nel 2020, la guest house in cui Bell ha vissuto è il luogo in cui "ha esercitato la sua indebita influenza e ha preso il controllo dei beni e degli affari personali della signora Nichols".

L'attuale salute mentale e fisica di Nichols è attualmente sconosciuta. Tuttavia, dall'anno scorso, non vive più al suo indirizzo di Woodland Hills, poiché suo figlio l'ha trasferita nel New Mexico dove vivono lui e sua moglie.

Altro: Nichelle Nichols, astronauti afroamericani premiati al Gala

Una potente eredità

Da "Star Trek" al suo lavoro con la NASA, Nichols ha aperto la strada a molti. Nel 1968, Nichols e il collega attore William Shatner hanno condiviso uno dei primi baci interrazziali mai trasmessi in televisione, appena un anno dopo la legalizzazione del matrimonio interrazziale negli Stati Uniti. E molte persone, inclusa l'astronauta della NASA Mae Jemison, hanno parlato negli anni di come il suo ruolo nello show li abbia ispirati.

Anche il famoso attivista per i diritti civili, il dottor Martin Luther King Jr., era un fan di Nichols e del suo ruolo di Uhura. Infatti, come è stato rivelato nel documentario "Woman in Motion: Nichelle Nichols, Star Trek and the Remaking of NASA", una volta ha sorpreso Nichols a un evento e l'ha convinta a rimanere nello show quando stava pensando di andarsene.

Storie correlate

Nichelle Nichols cavalca audacemente l'Osservatorio volante della NASA

Questa foto della storia del web: Nichelle Nichols, reclutatore della NASA

Orion della NASA ispira Hulk, Uhura ed Elmo di Star Trek

"Non capisci l'effetto che stai avendo, non solo sui neri, non solo sulle giovani donne, ma su tutti. La mente e l'atteggiamento di tutti sono cambiati incommensurabilmente semplicemente perché sei lì", ha detto King Jr. a Nichols.

E, oltre al suo ruolo pionieristico in "Star Trek", Nichols ha contribuito a plasmare il mondo reale dell'esplorazione di This Web. Dopo il suo tempo nello show, Nichols ha iniziato a scrivere colonne di riviste sulla mancanza di donne e persone di colore nel programma degli astronauti della NASA.

Nel 1977 è stata nominata nel consiglio di amministrazione del National This Web Institute e, con la società di consulenza da lei fondata, Women in Motion, ha contribuito a diversificare le candidature per il corpo degli astronauti della NASA. Secondo il documentario, in pochi mesi, ha portato oltre 8.000 candidati, 1.600 dei quali erano donne e 1.000 dei quali erano persone di colore, un pool di candidati significativamente più diversificato di quello che la NASA aveva visto prima.

Invia un'e-mail a Chelsea Gohd all'indirizzo [email protected] o seguila su Twitter @chelsea_gohd. Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook.

Ir arriba