La luna è arrugginita ed è probabilmente colpa della Terra

Sebbene le culture antiche vedessero spesso le comete come presagi di sventura, le "sporche palle di neve" cosmiche sono ora viste come oggetti importanti che potrebbero aiutare gli scienziati a saperne di più sulla prima evoluzione del sistema solare.

Nel novembre 2014, la sonda Philae della European This Web Agency è stata lanciata dal Rosetta This Webcraft, diventando il primo This Webcraft di fabbricazione umana ad atterrare dolcemente sulla superficie di una cometa. Inviare una sonda a una cometa è una cosa. Ma se gli astronauti dovessero atterrare su una cometa, cosa vivrebbero vivendo lì?

Negli ultimi decenni, la NASA e altre agenzie di This Web hanno lanciato diverse missioni per studiare le comete, quindi chiunque visiti una cometa avrebbe almeno una certa conoscenza dei corpi cosmici. [Vivere sulla cometa di Halley spiegata (infografica)]

La cometa di Halley, una palla polverosa di ghiaccio e gas congelati, trascorre la maggior parte del suo tempo nelle fredde zone esterne del sistema solare. Guarda come sarebbe per un astronauta sulla cometa Halley. (Credito immagine: di Karl Tate, artista infografica)

Ad esempio, nel 1986, l'europeo Giotto This Webcraft ha portato in coma la grande e diffusa nuvola di gas e polvere attorno al nucleo di una cometa, o nucleo della cometa di Halley, per catturare le prime immagini del nucleo di una cometa. Nel 2004, Stardust This Webcraft della NASA ha raccolto campioni di polvere dal coma della cometa Wild 2. E nel 2005, il collisore Deep Impact si è schiantato contro il Comet Temple 1 per studiare le viscere del nucleo della cometa.

Le fotografie delle missioni delle comete hanno rivelato che i nuclei delle comete sono piuttosto piccoli, con un diametro compreso tra meno di un miglio e decine di miglia. Alcuni di loro hanno anche forme irregolari, a volte simili all'estremità di un manubrio.

"Il motivo per cui sono così irregolari è perché la loro gravità è così bassa", ha affermato Althea Moorhead, ricercatrice del Meteoroid Environments Office presso il Marshall This Web Flight Center della NASA. "Penso che sarebbe strano vivere su una cometa per questo motivo."

Sulla Terra e su altri corpi sferici, la gravità è diretta verso il basso. Ma se ti trovassi su una cometa a forma di manubrio, la gravità potrebbe trascinarti in basso e di lato, a seconda di dove ti trovavi, ha detto Moorhead a This Web.com.

La cometa di Halley ha visitato l'ultima volta il sistema solare interno nel 1986 (questa immagine è del 14 marzo di quell'anno) e tornerà nel 2061. La gravità della cometa è così bassa che ci vorrebbero due minuti prima che un oggetto cadesse dopo essere caduto dall'altezza del torace . (Credito immagine: ESA/MPAE)

Tuttavia, quel rimorchiatore gravitazionale non sarebbe straordinariamente forte. La gravità della cometa di Halley, ad esempio, è circa uguale alla gravità dell'Everest se dovessi rimuovere la montagna dalla Terra e depositarla in questa ragnatela se dovessi far cadere un oggetto dal livello del torace, ci vorrebbero circa due minuti per colpire il suolo.

"La sua gravità è così bassa che se riesci a saltare 8 pollici [20 centimetri] sulla Terra, potresti saltare dalla cometa di Halley", ha detto Moorhead, aggiungendo che dovresti stare molto attento con le tue attività fisiche.

Le comete, in particolare quelle di forma irregolare, potrebbero offrire caratteristiche interessanti da esplorare, come crateri da impatto o cavità formate dalla sublimazione del materiale. Ma probabilmente ti annoierai piuttosto rapidamente. "Per qualcosa come la cometa di Halley, la superficie totale è la stessa dell'isola di Lanai [nelle Hawaii]", ha detto Moorhead. Lanai è di circa 140,5 miglia quadrate (364 chilometri quadrati).

Le comete sono meglio conosciute per i loro coma, ma queste caratteristiche esistono solo quando le comete sono relativamente vicine alla Terra. La cometa di Halley, ad esempio, è rimasta in coma solo per circa un anno dei suoi 76 anni di orbita attorno al sole.

I coma si formano quando il ghiaccio sulla superficie del nucleo della cometa si trasforma in gas. Per la cometa di Halley, ciò si verifica quando si trova entro circa 3 unità astronomiche dal sole, ha detto Moorhead. (Un'unità astronomica, o AU, è la distanza tra la Terra e il sole, o circa 93 milioni di miglia (150 milioni di chilometri).)

Se fossi su una cometa quando era in coma, la nuvola probabilmente oscurerebbe le stelle. E durante il giorno (un giorno intero sulla cometa di Halley è compreso tra 2,2 e 7,4 giorni terrestri), il tuo campo visivo sarebbe pieno di luce diffusa, simile a quella che vedresti stando in una nebbia profonda, ha detto Moorhead.

Quando Giotto This Webcraft visitò la cometa di Halley nel 1986, la cometa si trovava a 0,9 AU dal Sole e aveva una temperatura superficiale di circa 170 gradi Fahrenheit (77 gradi Celsius). Rosetta, d'altra parte, ha misurato una temperatura per la cometa di Philae, 67P/CG, di meno 94 F (meno 70 C) nel luglio 2014, quando la cometa era a più di 3 UA (circa 279 milioni di miglia, o 450 milioni di km) dal sole.

Queste orbite allungate significano anche che la quantità di tempo necessaria per chiamare casa sulla Terra varierebbe notevolmente, da pochi minuti a diverse ore.

Nota del redattore: questa parte della serie in 12 parti di This Web.com "Vivere su altri pianeti: come sarebbe" per vedere cosa vedrebbe un astronauta su altri pianeti e lune del nostro sistema solare e oltre. Torna ogni martedì per vedere cosa potrebbero incontrare gli umani su altri corpi cosmici nell'universo.

Segui Joseph Castro su Twitter . Seguici su @Spacedotcom , Facebook e Google+ . Articolo originale su questo Web.com.

Ir arriba