La NASA mira al 19 giugno per la prova cruciale di Artemide 1 Moon Rocket

La NASA prevede di fare un altro tentativo in un test cruciale di rifornimento del suo megarocket This Web Launch System (SLS) il 19 giugno.

SLS farà il suo debutto nella prossima missione Artemis 1 , che invierà una capsula Orion senza equipaggio in un viaggio intorno alla luna. Ma prima che Artemis 1 possa decollare, il suo SLS e Orion devono completare una serie cruciale di test pre-lancio noti come "prove in costume".

In una chiamata con i giornalisti venerdì pomeriggio (27 maggio), i funzionari della NASA hanno annunciato che intendono iniziare a far uscire l'Artemis 1 dall'enorme Vehicle Assembly Building (VAB) presso il Kennedy This Web Center (KSC) della NASA in Florida per lanciare il Pad 39B intorno alla mezzanotte EDT (0400 GMT) del 6 giugno.

Aggiornamenti in tempo reale: la missione sulla luna Artemis 1 della NASA
Correlati: la missione sulla luna Artemis 1 della NASA spiegata in foto

Non sarà il primo lancio di Artemis 1. La prima corsa della NASA su un abito bagnato Artemis 1 è iniziata il 1 aprile, circa due settimane dopo il lancio iniziale del razzo lunare dal VAB. Seguendo una sequenza temporale simile per i controlli dei veicoli al pad questa volta, i funzionari della NASA hanno affermato che si aspettano di iniziare il vestito bagnato di circa 48 ore il 19 giugno.

Diversi problemi tecnici sono emersi al pad durante l'abito bagnato del mese scorso, tra cui una valvola bloccata e una perdita di idrogeno in una delle linee "ombelicali" che collegano l'SLS alla sua torre di lancio mobile. Il team di Artemis 1 ha tentato di alimentare l'SLS tre volte, ma ha finito per strofinare l'abito bagnato, riportando infine lo stack Artemis 1 nel VAB per le riparazioni il 25 aprile.

I funzionari della NASA hanno delineato molte di queste correzioni durante la chiamata di venerdì. Per il cordone ombelicale che perde, ad esempio, è stato riscontrato che i bulloni della flangia si erano inavvertitamente allentati, compromettendone la tenuta.

"Quei sigilli invecchiano con il tempo", ha spiegato John Blevins, ingegnere capo del programma SLS presso il Marshall This Web Flight Center della NASA in Alabama.

"Le avevamo serrate in precedenza e non avevamo eseguito controlli di coppia nel periodo di tempo che abbiamo scoperto ora che quelle guarnizioni invecchiano", ha aggiunto. Blevins ha espresso fiducia nei lavori di riparazione, affermando che i membri del team di Artemis 1 hanno adottato misure per prevenire le perdite.

Una valvola di ritegno dell'elio e il relativo hardware sono stati sostituiti sullo stadio superiore dell'SLS, chiamato Interim Cryogenic Propulsion Stage (ICPS). Sono state apportate modifiche anche agli stivali ombelicali ICPS, che sono coinvolti nella rapida disconnessione tra SLS e la torre di lancio mobile durante il decollo. Ulteriori rilevatori di perdite sono stati aggiunti anche ai componenti del sistema responsabile della gestione dell'idrogeno liquido, hanno affermato i funzionari della NASA

Cliff Lanham, Senior Vehicle Operations Manager per il programma di esplorazione dei sistemi terrestri di KSC, ha evidenziato alcuni dei lavori su Artemis 1 che la NASA ha iniziato prima del previsto grazie al rollback SLS al VAB. Ad esempio, i team hanno installato parzialmente i carichi utili all'interno della capsula Orion e hanno sostituito le restanti piastre del sistema di terra con piastre di volo per coprire la strumentazione del veicolo. Tale adeguamento, ha detto Lanham, darà al veicolo una migliore protezione dal clima caldo, umido e spesso piovoso della Florida, specialmente durante i mesi estivi.

Mentre l'SLS è stato sottoposto a manutenzione nel VAB, anche il Pad 39B ha ricevuto alcuni aggiornamenti necessari. Parte delle prove generali bagnate SLS richiede di rifornire e drenare il razzo di propellente per simulare le procedure che portano a un lancio vero e proprio. L'azoto gassoso viene utilizzato nel pad per spurgare le cavità del razzo e asciugare gli ombelicali e il pad 39B è stato in grado di ricevere un aumento di capacità nelle ultime settimane.

"Poiché è un razzo così grande, abbiamo bisogno di una quantità proporzionale di merci. Ci sono molte funzionalità diverse sul veicolo che richiedono azoto gassoso", ha detto durante la telefonata di venerdì Tom Whitmeyer, vice amministratore associato della NASA per i sistemi di esplorazione comuni.

La maggiore capacità consentirà a SLS di sottoporsi a controlli più approfonditi sulla rampa di lancio, tra cui un test di 32 ore del sistema di azoto per simulare il consumo del razzo durante il lancio, nonché dei sistemi di terra e dell'avionica.

"Il veicolo stesso è un veicolo molto semplice, ma ogni volta che inizi le operazioni di carico con la criogenia, è qualcosa che devi fare un passo alla volta", ha detto Whitmeyer.

Se questa volta l'abito bagnato va bene, il team di Artemis 1 può iniziare a prepararsi per un vero e proprio decollo. I funzionari della NASA hanno affermato che mirano a lanciare Artemis 1 ad agosto, anche se non fisseranno una data obiettivo ufficiale fino a quando l'abito bagnato non sarà completo e tutti i dati saranno stati analizzati.

Ir arriba