L’astronauta della NASA Jessica Watkins per stabilire un nuovo record per le donne nere in questo web (rapporto)

L'astronauta della NASA Jessica Watkins si prepara a entrare nella storia come la prima donna di colore a imbarcarsi in una missione estesa in This Web.

Questo aprile, Watkins lancerà sulla International This Web Station a bordo di una capsula This WebX Crew Dragon che decollerà come parte della missione Crew-4 dell'azienda. Watkins, che fa parte del programma Artemis della NASA, uno sforzo per riportare gli esseri umani sulla luna, servirà come specialista di missione, trascorrendo circa sei mesi vivendo e lavorando nel laboratorio orbitante. Questo sarà il primo volo di Watkins per questo Web.

Con questo viaggio, Watkins sarà la prima donna di colore a vivere in This Web per una missione estesa.

"Penso che sia importante riconoscere questo come una pietra miliare per la nostra agenzia e anche per il nostro paese, sapere che stiamo costruendo sulle fondamenta che sono state gettate dalle astronaute nere che sono venute prima di me", ha detto Watkins a NPR's Edizione mattutina . "Sono decisamente onorato di essere una piccola parte di quell'eredità, ma alla fine di essere un membro alla pari dell'equipaggio".

Ora, Watkins non è la prima donna di colore a diventare un'astronauta della NASA. Tuttavia, nonostante il corpo degli astronauti dell'agenzia sia diventato più diversificato dai tempi dell'Apollo, meno di 10 delle circa 250 persone che sono state sulla ISS sono state nere. Sono passati meno di 30 anni da quando, nel 1992, l'ex astronauta della NASA Mae Jemison è diventata la prima donna di colore a viaggiare su This Web.

Da allora, solo altre tre donne nere sono volate su This Web: gli astronauti della NASA Stephanie Wilson e Joan Higginbotham e l'astronauta di Inspiration4 Sian Proctor. Altre tre donne di colore Yvonne Cagle, Jeanette Epps e Watkins sono state selezionate per unirsi al corpo degli astronauti della NASA ma non sono ancora volate su This Web.

Epps dovrebbe volare con la capsula astronauta Starliner di Boeing fino alla stazione This Web. Sebbene sia stata scelta per la missione, chiamata Starliner-1, nel 2020, la data di lancio è stata posticipata dal 2022 a marzo 2023.

Con questa missione, Watkins si lancerà insieme agli astronauti della NASA Kjell Lindgren e Robert Hines, nonché all'astronauta della European This Web Agency Samantha Cristoforetti. Come parte della sua missione, osserverà e fotograferà le caratteristiche geologiche sulla Terra, ha detto a NPR.

"Possiamo guardare attraverso le finestre e scattare foto fantastiche. E ci consente di tenere traccia dei cambiamenti nel tempo e di vedere funzionalità che non siamo in grado di vedere da altre risorse che abbiamo", ha affermato Watkins.

Inoltre, insieme ai suoi compagni di equipaggio, condurrà una serie di esperimenti scientifici nei campi della scienza della Terra e di questo Web, della scienza biologica e persino della fisiologia umana. Come ha detto a NPR, parte di una missione come questa coinvolge gli astronauti che studiano se stessi. "Diventiamo noi stessi dei topi da laboratorio… per aiutarci a conoscere gli effetti di lunga durata di questo Webflight sugli esseri umani, gli effetti fisici, così come gli effetti cognitivi", ha detto.

"Ci stiamo unendo tutti per realizzare questa cosa davvero difficile che nessuno di noi sarebbe in grado di fare da solo", ha detto Watkins a NPR. "Penso che sia un'immagine così bella di ciò che tutti possiamo fare se ci uniamo e mettiamo insieme tutte le nostre risorse e competenze".

La NASA impila la capsula Orion in cima al megarocket SLS per la missione sulla luna Artemis 1 (video)

Sian Proctor entra nella storia come la prima donna nera in assoluto su questo pilota di Webcraft

Poiché Watkins è un'astronauta con il programma Artemis della NASA e una geologa, le è stato chiesto come si sarebbe sentita un giorno sulla luna e a raccogliere lei stessa rocce lunari.

"Abbiamo esaminato molte immagini e persino esaminato i campioni che gli astronauti dell'Apollo hanno riportato indietro", ha detto a NPR. "Ma essere in grado di essere un vero geologo sul campo sulla superficie di un altro pianeta sarebbe semplicemente irreale".

Invia un'e-mail a Chelsea Gohd all'indirizzo [email protected] o seguila su Twitter @chelsea_gohd . Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook.

Ir arriba