Le 100 migliori foto web del 2019

Il 2019 è stato un anno straordinario per questa fotografia Web. Dai lanci di razzi all'aurora boreale, le vedute cosmiche ci hanno abbagliato mentre l'anno compiva il suo viaggio annuale intorno al sole.

Ecco 100 delle nostre immagini preferite di questo Web degli ultimi 365 giorni per farti pompare per l'anno 2020 in questo Web!

  • Kaboom! I più grandi bloopers di questo Web del 2019
  • Le più grandi scoperte di pianeti alieni del 2019
  • I più grandi momenti di questo Webflight del 2019
  • Asteroidi, comete, buchi neri Oh mio! L'anno 2019 in astronomia

In questa immagine timelapse della Grande eclissi sudamericana il 2 luglio, il sole tramonta dietro le montagne delle Ande mentre la luna attraversa direttamente di fronte ad esso, creando uno straordinario effetto "anello di diamanti" nel cielo serale. Storia completa: Total Solar Eclipse emoziona gli Skywatchers in tutto il Sud America (si apre in una nuova scheda) (Image credit: Chirag Upreti)

L'astrofotografo Gerald Rhemann ha catturato questa vista della cometa verde brillante 2018/Y1 Iwamoto, oscillata dal sole nel febbraio 2019. Guarda altre belle immagini della cometa in questa galleria fotografica (si apre in una nuova scheda). (Credito immagine: Gerald Rhemann)

Un bagliore satellitare illumina il cielo sopra l'array VLT (Very Large Telescope) dell'Osservatorio australe europeo sul monte Paranal in Cile in questa immagine scintillante dell'ambasciatore fotografico dell'ESO Roger Wesson. I quattro telescopi principali che compongono il VLT sono raffigurati qui. Non sono raffigurati i quattro telescopi ausiliari più piccoli dell'array. (Credito immagine: R. Wesson/ESO)

Due meteore sfrecciano nel cielo vicino alla galassia di Andromeda, la più vicina galassia galattica della Via Lattea, in questa immagine stellata catturata dall'astrofotografo Omid Qadrdan durante il picco dello sciame meteorico delle Perseidi. In questa foto è visibile anche la minuscola galassia satellite di Andromeda Messier 110, che appare come una "stella" sfocata sopra ea sinistra del nucleo luminoso della galassia. (Credito immagine: Omid Qadrdan)

Una vista dell'astrofotografo Miguel Claro, scattata dall'array Very Large Telescope in Cile, mostra quattro telescopi ausiliari sotto le nubi di Magellano Grande e Piccola e la Via Lattea. Storia completa: le galassie brillano sopra il telescopio molto grande in questa splendida foto del cielo notturno (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Miguel Claro)

Se osservata nei cieli più oscuri, la Via Lattea può brillare e brillare di tutti i colori dell'arcobaleno. Questa vista, catturata dalla Dark Sky Alqueva Reserve in Portogallo, mostra molte caratteristiche del cielo notturno che sono invisibili a gran parte del mondo a causa dell'inquinamento luminoso. Storia completa: L'ascesa della Via Lattea brilla nei cieli più bui del Portogallo (Video) (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Miguel Claro)

Sacri fumi! Un'aurora simile a un grande drago verde ha illuminato i cieli notturni dell'Islanda all'inizio del 2019 e gli scienziati della NASA non sono esattamente sicuri del motivo per cui si è presentata quando lo ha fatto. Storia completa: una "Aurora del drago" è apparsa nel cielo sopra l'Islanda e la NASA è un po' confusa (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Jingyi Zhang e Wang Zheng)

I draghi non erano gli unici esseri soprannaturali a perseguitare i cieli durante lo spettacolo di luci; la stessa notte è stata scattata una foto di un'aurora fenice. Storia completa: una "Aurora del drago" è apparsa nel cielo sopra l'Islanda e la NASA è un po' confusa (Credito immagine: Jingyi Zhang e Wang Zheng)

I colorati "fuochi d'artificio" cosmici decorano il cielo notturno sopra l'osservatorio di La Silla in Cile in questa splendida immagine dell'astrofotografo residente dell'Osservatorio europeo meridionale Petr Horlek. Sopra la Via Lattea ea sinistra ci sono due nebulose che sembrano formare un punto interrogativo nel cielo: un arco noto come Ansa di Barnard e la Nebulosa Pesce angelo, quasi circolare, proprio sotto di esso. Queste due nebulose fanno parte del complesso di nubi molecolari di Orione. (Credito immagine: Petr Horlek /ESO)

Una meteora brilla attraverso la galassia della Via Lattea in questa vista colorata dall'Osservatorio di La Silla nel deserto di Atacama in Cile, catturata dall'ambasciatore fotografico dell'Osservatorio meridionale europeo Babak Tafreshi. Il cielo stellato e il bagliore arancione vicino all'orizzonte si riflettono nella parabola del telescopio submillimetrico svedese-ESO (SEST). (Credito immagine: B. Tafreshi /ESO)

Un'aurora brillante sembra sorgere come un pennacchio di fumo verde brillante dalla stazione di ricerca Concordia in Antartide in questa foto del fotografo Alessandro Mancini della European This Web Agency (ESA). (Credito immagine: A. Mancini/ESA/IPEV/PNRA)

La galassia della Via Lattea brilla sul lago Alqueva in Portogallo in questa vista del tramonto dell'astrofotografo Srgio Conceio. A sinistra del nucleo polveroso della galassia, l'oggetto più luminoso nel cielo è il pianeta Marte. (Credito immagine: Srgio Conceio )

Un telescopio con una cupola aperta assomiglia a Pac-Man che si prepara a divorare la luna piena in questa foto del Very Large Telescope dell'European Southern Observatory. Situato all'Osservatorio del Paranal in Cile, l'array è composto da quattro di questi telescopi ausiliari da 1,8 metri e quattro telescopi principali più grandi. (Credito immagine: Eric Lagadec/ESO)

Questa galassia ha la forma di una spirale o è più ellittica? Gli astronomi hanno dibattuto a lungo sulla risposta a questa domanda, perché sembra avere proprietà di entrambi. Conosciuta come Centaurus A, o NGC 5128, questa strana galassia si trova nella costellazione meridionale del Centaurus e si trova a una distanza compresa tra 10 e 16 milioni di anni luce dalla Terra; la sua distanza esatta è un'altra questione ancora in discussione. L'astrofotografo Ron Brecher ha creato questa scintillante vista della galassia utilizzando i dati acquisiti da un osservatorio nel New South Wales, in Australia. (Credito immagine: Ron Brecher (si apre in una nuova scheda))

Un panorama colorato che assomiglia alla vista dall'interno del casco di un astronauta mostra l'ampiezza della Via Lattea mentre si estende nel cielo notturno da un orizzonte all'altro. Tre importanti oggetti celesti formano un grande triangolo in questa vista: Marte, la galassia di Andromeda e la brillante stella Vega. Storia completa: una prospettiva cosmica: la foto panoramica della Via Lattea ricorda la vista di un astronauta (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Miguel Claro (si apre in una nuova scheda))

Più luminose meteore Perseidi sfrecciano nei cieli della Macedonia in questa vista fisheye catturata dall'astrofotografo Stojan Stojanovski il 12 agosto.

Il lampo dell'impatto di una meteora è visibile in basso a sinistra in questa splendida ripresa dell'eclissi lunare totale "Super Blood Wolf Moon" del 20-21 gennaio 2019, catturata da Brett Ashton. Storia completa: un meteorite sbattuto sulla luna durante l'eclissi lunare (si apre in una nuova scheda)

Venere, Giove e la luna piena illuminano il cielo mattutino in questa foto panoramica catturata durante la fase finale dell'eclissi lunare totale "Super Blood Wolf Moon" il 21 gennaio. L'astrofotografo Miguel Claro ha catturato questa foto da Mina de So Domingos al Riserva di Dark Sky Alqueva a Mrtola, Portogallo. Storia completa: Venere e Giove brillano su un'eclissi lunare da sogno (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Miguel Claro (si apre in una nuova scheda))

La luna piena di luglio, nota anche come Luna del Tuono, è passata attraverso l'ombra della Terra il 16-17 luglio. L'astrofotografo Zaid Abbadi ha catturato l'eclissi lunare parziale (si apre in una nuova scheda) da Amman, in Giordania, e ha creato questa immagine composita che mostra il percorso della luna attraverso il cielo mentre la sua superficie si oscura gradualmente nell'ombra della Terra. (Credito immagine: Zaid Abbadi)

Kevin Clarke ha catturato questa foto composita dell'eclissi lunare totale di gennaio 2019 dal suo cortile vicino a Fort Collins, in Colorado. Ha usato due diverse fotocamere e un po' di fotoritocco per ottenere sia la luna eclissata che il debole alone nello scatto. Relazionato: Foto straordinarie della Luna del Super Lupo Sanguinario del 2019 (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Kevin Clarke)

Catturata nello spettro della luce visibile, questa immagine Deep-This Web dell'astrofotografo Miguel Claro dipinge un'immagine nitida e colorata della grande Nebulosa di Orione. Conosciuta anche come Messier 42 (M42), la Nebulosa di Orione si estende per circa 24 anni luce e fa parte del molto più grande complesso di nubi molecolari di Orione. Storia completa: la splendida nebulosa di Orione si illumina di una splendida luce rossa e blu (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Miguel Claro)

Un colorato cielo notturno brilla sopra l'Osservatorio di La Silla nel deserto cileno di Atacama in questo scatto cosmico dell'ambasciatore fotografico dell'Osservatorio europeo meridionale Petr Horlek. Mentre un bagliore d'aria verde brillante incombe vicino all'orizzonte, le nebulose a emissione rosse decorano la costellazione di Orione in alto. Uno di questi è Barnard's Loop, che forma un arco attorno al complesso di nubi molecolari di Orione. (Credito immagine: P. Horlek /ESO)

In sella alla Nube Molecolare di Orione c'è un oggetto a forma di cavallo noto come Nebulosa Testa di Cavallo. Questa forma equestre è una nebulosa oscura ad assorbimento in cui dense nubi di polvere e gas rendono difficile il passaggio della luce attraverso di essa. Conosciuta anche come Barnard 33, la nebulosa si trova a circa 1.500 anni luce dalla Terra nella costellazione di Orione. Alla sua sinistra c'è una nebulosa a emissione luminosa chiamata NGC 2024, o Nebulosa Fiamma. L'astrofotografo Ron Brecher ha rilasciato questa immagine a gennaio 2019 e puoi vederne una versione annotata qui (si apre in una nuova scheda). (Credito immagine: Ron Brecher (si apre in una nuova scheda))

Una luminosa meteora Perseide sfreccia nel cielo sopra un ardente incendio vicino al villaggio di Velmej in Macedonia. L'astrofotografo Stojan Stojanovski ha affermato di aver aspettato più di 3 ore per catturare questo scatto di una meteora Perseide sopra il fuoco, mentre ha visto da 10 a 15 meteore all'ora in totale. Correlati: Foto straordinarie della pioggia di meteoriti Perseidi 2019 (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Stojan Stojanovski)

In questa foto dell'astrofotografo Jeff Berkes, una meteora Perseide rosa brillante brilla sopra un vecchio naufragio sulla costa del New Jersey. Ha catturato questa foto la mattina presto dell'11 agosto, o circa due giorni prima del picco della pioggia di meteoriti. Correlati: Foto straordinarie della pioggia di meteoriti Perseidi 2019 (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Jeff Berkes)

Questa immagine composita dell'eclissi solare totale del 2 luglio 2019, catturata dall'astrofotografo Miguel Claro, mostra un debole riflesso della terra sulla superficie lunare durante la totalità. L'immagine combina una serie di scatti effettuati con esposizioni diverse nell'arco di 2 minuti e combinati per rivelare una gamma di luce più ampia di quella visibile all'occhio umano. La sequenza è stata catturata nella cittadina di Lambert, situata a circa 30 chilometri a nord-est di La Serena, in Cile. Storia completa: La debole illuminazione della luna di Earthshine catturata in Glorious Eclipse Photo (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Miguel Claro)

I dettagli della brillante corona del sole vengono alla luce durante l'eclissi solare totale del 2 luglio in questo composito di immagini polarizzate catturate dall'Osservatorio di La Silla dell'European Southern Observatory in Cile. (Credito immagine: ESA/CESAR)

Questa immagine dell'astrofotografo Miguel Claro mostra una vista ad ampio campo della Nebulosa Laguna, catturata dall'Osservatorio di Cumeada, sede della Riserva Dark Sky Alqueva in Portogallo. Conosciuta anche come M8, la Nebulosa Laguna è un magnifico complesso colorato di gas caldo e nebulosità oscura situato nella costellazione del Sagittario. Storia completa: La nebulosa laguna brilla in Starry Deep-Questa immagine web (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Miguel Claro)

Alexander Krivenyshev di WorldTimeZone.com ha catturato questo allineamento di Saturno, la luna crescente, Venere, Giove e la stella supergigante rossa Antares su Manhattan durante le ore prima dell'alba del 1 febbraio 2019. (Credito immagine: Alexander Krivenyshev (WorldTimeZone.com))

La cometa 21P/Giacobini-Zinner passa accanto all'ammasso stellare aperto M37 in questa immagine Deep-This Web dell'astrofotografo Miguel Claro. Storia completa: La cometa 21P incrocia un ammasso stellare in Sparkling Deep-This Web Image (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Miguel Claro (si apre in una nuova scheda))

L'ombra della Terra e la Cintura di Venere incombono all'orizzonte dietro l'Osservatorio Roque de los Muchachos alla Palma in questo panorama dell'astrofotografo Chirag Upreti. (Credito immagine: Chirag Upreti)

La Via Lattea e uno dei suoi vicini cosmici brillano sopra l'Osservatorio di La Silla in Cile in questa foto del cielo notturno del fotografo dell'Osservatorio europeo meridionale Petr Horlek. Quel vicino galattico è una galassia nana conosciuta come la Grande Nube di Magellano, e direttamente sotto di essa si trova il telescopio MPG-ESO da 7 piedi (2,2 metri), che scansiona il cosmo alla ricerca di lampi di raggi gamma ad alta energia, o le più potenti esplosioni in l'universo. Il telescopio più piccolo a sinistra è il telescopio Schmidt da 3 piedi (1 metro), che studia galassie, ammassi stellari, pianeti nani e supernove da quasi 50 anni. (Credito immagine: P. Horlek /ESO)

Una luminosa meteora Perseide sfreccia attraverso un cielo viola lunedì mattina presto (12 agosto) in questo scatto dell'astrofotografo Chris Bakley a Stone Harbor, nel New Jersey. In lontananza, a metà della foto, si può vedere un'altra meteora più debole che sfreccia a sinistra. (Credito immagine: Chris Bakley)

Due razzi sonori hanno creato uno spettacolo di luci colorate nel cielo notturno mentre si lanciavano in una missione per studiare le aurore della Terra. La missione Auroral Zone Upwelling Rocket Experiment (AZURE) della NASA ha lanciato due razzi sonori Black Brant XI-A il 5 aprile 2019 dall'Andya This Web Center in Norvegia. (Credito immagine: Lee Wingfield/NASA)

Un osservatore del cielo osserva il nucleo polveroso della Via Lattea in questa foto scintillante scattata dall'altopiano di Chajnantor nel deserto di Atacama in Cile. Questo altopiano è uno dei luoghi più alti e aridi della Terra, il che lo rende un luogo ideale per osservare le stelle. Per questo motivo, è stata scelta come sede dell'Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) dell'Osservatorio europeo meridionale. (Credito immagine: P. Horlek/ESO)

L'astrofotografo Miguel Claro ha catturato questo spettacolare panorama verticale o l'aurora boreale dal Circolo Polare Artico. Riesci a vedere la forma di un uccello che vola con un coniglio che corre? Storia completa: l'uccello Aurora verde brillante prende il volo con un coniglio in corsa sull'Islanda (foto) (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Miguel Claro)

Volando attraverso il cosmo a circa 3.400 anni luce dalla Terra c'è una nuvola di polvere e gas a forma di uccello nota come Nebulosa Gabbiano, o Sharpless 2-296. Il VLT Survey Telescope dell'European Southern Observatory presso l'Osservatorio del Paranal in Cile ha catturato questa nuova visione del gabbiano cosmico, che è ricco di nuova formazione stellare. Storia completa: questo gabbiano web! Il telescopio cattura un gabbiano celeste in volo (video) (si apre in una nuova scheda) (Image credit: ESO/VPHAS/NJ Wright (Keele University))

Una meteora, Giove e la Via Lattea illuminano il cielo notturno sopra il Monte Rainier innevato nello stato di Washington in questa straordinaria immagine dell'astrofotografo Tony Corso. Ha catturato la foto durante i picchi di due piogge di meteoriti in duello, gli Acquaridi del delta meridionale e gli Alfa Capricornidi il 29 luglio. (Credito immagine: Tony Corso)

La Via Lattea brilla sopra quattro antenne dell'Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA), una schiera di telescopi nel nord del Cile. Le antenne, che si trovano presso l'Array Operations Site di ALMA vicino all'altopiano di Chajnantor, sono a un'altitudine di circa 16.400 piedi (5.000 metri), ed è la seconda struttura più alta del mondo. (Credito immagine: Jos Francisco Salgado/ESO)

L'astrofotografo Yuri Beletsky (si apre in una nuova scheda) ha catturato la Luna Super Blood Wold del 20-21 gennaio che sbirciava attraverso alcune foglie durante una pausa nel cielo coperto di nuvole sopra Santiago, in Cile.

La Via Lattea e uno dei suoi vicini cosmici brillano sopra l'Osservatorio di La Silla in Cile in questa foto del cielo notturno del fotografo dell'Osservatorio europeo meridionale Petr Horlek. Quel vicino galattico è una galassia nana conosciuta come la Grande Nube di Magellano, e direttamente sotto di essa si trova il telescopio MPG-ESO da 7 piedi (2,2 metri), che scansiona il cosmo alla ricerca di lampi di raggi gamma ad alta energia, o le più potenti esplosioni in l'universo. Il telescopio più piccolo a sinistra è il telescopio Schmidt da 3 piedi (1 metro), che studia galassie, ammassi stellari, pianeti nani e supernove da quasi 50 anni. (Credito immagine: P. Horlek /ESO)

Un primo piano del complesso di nubi di Rho Ophiuchi, catturato dall'astrofotografo Miguel Claro dall'Osservatorio di Cumeada, sede della Riserva Dark Sky Alqueva a Reguengos de Monsaraz, in Portogallo. Storia completa: le nuvole cosmiche colorate di Rho Ophiuchi brillano in Starry Deep-This Web Photo (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Miguel Claro)

La Via Lattea brilla sopra il Visible and Infrared Survey Telescope for Astronomy (VISTA) all'Osservatorio del Paranal nel nord del Cile in questa splendida vista del cielo notturno dell'ambasciatore fotografico dell'Osservatorio europeo meridionale Babak Tafreshi. (Credito immagine: B. Tafreshi /ESO)

Un'eclissi solare totale oscura il cielo sopra l'Osservatorio di La Silla in Cile in questa ripresa aerea catturata tramite drone durante la totalità. Migliaia di spettatori si erano radunati all'osservatorio per vedere l'eclissi. In primo piano ci sono molti dei telescopi che appartengono all'osservatorio, mentre le montagne delle Ande offrono uno sfondo mozzafiato. (Credito immagine: R. Lucchesi/ESO)

Una foto a lunga esposizione di un lancio di un razzo Falcon 9 mostra il decollo del razzo dalla Cape Canaveral Air Force Station, la separazione del booster e lo stadio superiore, seguito dalla discesa del booster per l'atterraggio di una nave drone mentre il carico utile gira in orbita. Il razzo This WebX nella foto qui ha lanciato un cargo Dragon This Webcraft sulla International This Web Station il 4 maggio. : questo WebX)

Un "alone" lunare illumina il cielo notturno sopra il telescopio di 3,6 metri dell'Osservatorio di La Silla in Cile. Questo fenomeno si verifica quando la luna si trova a un'altitudine di circa 22 gradi sopra l'orizzonte, dove la luce si rifrange attraverso cirri ghiacciati. "I raggi di luce che fanno questo tendono a 'raggrupparsi' all'angolo che rappresenta la minima deviazione dal loro percorso originale. Per la particolare forma del cristallo di ghiaccio in agguato all'interno dei cirri, questo angolo minimo di deviazione sembra essere di circa 22 gradi ", hanno detto i funzionari dell'ESO in una descrizione. (Credito immagine: B. Tafreshi/ESO)

Come si riconosce una "stella cadente"? Bene, non cerchi otto gambe; Certamente. Ma una fotocamera della NASA progettata per fotografare le meteore ha individuato più di quanto si aspettasse durante la pioggia di meteoriti delle Perseidi, quando un curioso ragno si è fermato. La fotografia è stata scattata al Mt. Lemmon SkyCenter vicino a Tucson, in Arizona, il 5 agosto. Storia completa: Skywatching Spider Photobombs 2019 Perseid Meteor Shower (si apre in una nuova scheda) (Image credit: NASA)

In questa foto dell'International This Web Station, le scie stellari girano sopra la Terra mentre i lampi luminosi e le luci della città illuminano la superficie e i cieli del pianeta. L'immagine è un composito che combina più di 400 foto catturate dall'astronauta della NASA Christina Koch nell'arco di 11 minuti, quando la stazione This Web stava viaggiando dalla Namibia verso il Mar Rosso. (Credito immagine: NASA)

Una foto della Terra all'alba mostra Venere, il nostro pianeta vicino più vicino, che brilla in lontananza sopra lo scintillante orizzonte blu della Terra. L'immagine è stata catturata dall'astronauta della NASA Christina Koch a bordo della International This Web Station. La tonalità blu vista nell'immagine è la rifrazione della luce solare nell'atmosfera del nostro pianeta. Storia completa: l'astronauta scatta una splendida vista di Venere sopra un'alba terrestre (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: NASA)

The International This Web Station spicca sullo sfondo lunare in questa immagine composita della NASA. Le foto, scattate il 16 marzo da Chantilly, in Virginia, hanno catturato la stazione This Web mentre passava davanti alla luna, viaggiando a circa 5 miglia (8 chilometri) al secondo. Storia completa: guarda l'International This Web Station Photobomb the Moon in These Awesome NASA Views (si apre in una nuova scheda) (Image credit: NASA/Joel Kowsky)

Un Soyuz This Webcraft che trasporta tre membri dell'equipaggio della Expedition 61 si avvicina alla International This Web Station in questo incredibile scatto dell'astronauta della NASA Christina Koch, che ha catturato questa vista da una finestra del laboratorio orbitante il 25 settembre 2019. (Credito immagine: Christina Koch/ Nasa)

La luna piena di giugno, nota anche come Luna Fragola, incombe sull'orizzonte terrestre in questa foto scattata da un astronauta all'International This Web Station. L'immagine è stata catturata il 17 giugno mentre la stazione This Web orbitava a 254 miglia (409 chilometri) sopra l'Oceano Pacifico a nord-est di Guam. (Credito immagine: NASA)

L'astronauta della European This Web Agency Luca Parmitano "sta" all'estremità del braccio robotico Canadarm2 della International This Web Station durante il primo di quattro This Webwalks per riparare l'esperimento Alpha Magnetic Spectrometer insieme all'astronauta della NASA Drew Morgan, il 15 novembre 2019. (Credito immagine: ESA)

L'astronauta di European This Web Agency, Luca Parmitano, passa lunedì (2 dicembre) sopra la penisola paraguaiana del Venezuela mentre lavora fuori dalla International This Web Station. Questo è stato il terzo This Webwalk che Parmitano ha condotto insieme all'astronauta della NASA Drew Morgan. Il duo This Webwalking ha lavorato per riparare un esperimento di rivelatore di particelle fuori dalla stazione nota come spettrometro magnetico alfa. (Credito immagine: NASA)

L'astronauta della NASA Anne McClain ha scattato questa foto del Crew Dragon di This WebX che si avvicinava alla International This Web Station il 3 marzo 2019, definendola "l'alba di una nuova era in This Webflight". Storia completa: l'astronauta scatta una foto mozzafiato di questo drago dell'equipaggio di WebX vicino a questa stazione Web (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: Anne McClain/NASA/ Twitter (si apre in una nuova scheda))

Uno strato di nuvole copre il cielo sull'Oceano Pacifico mentre la luce del sole al tramonto si riflette sulla superficie dell'acqua in questa vista dall'International This Web Station. Un astronauta della Expedition 59 ha catturato questa foto martedì (11 giugno) quando la stazione This Web stava volando verso il tramonto a circa 650 miglia (1.050 chilometri) dalla costa di San Francisco. (Credito immagine: NASA)

Un astronauta ha catturato questa immagine della falce di luna dalla International This Web Station mentre il laboratorio in orbita era sopra il Mar del Giappone. Storia completa: La luna crescente sembra assolutamente meravigliosa da questo Web in questa foto dell'astronauta (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: NASA)

L'ombra della luna passa a sud dell'uragano Barbara durante l'eclissi solare totale del 2 luglio, in questa foto catturata dal satellite NOAA/NASA GOES West. Storia completa: Twofer! Eclipse solare totale, l'uragano Barbara avvistato da questo Web (foto) (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: CIRA/NOAA.)

L'astronauta della NASA Nick Hague dell'equipaggio della Expedition 60 ha scattato questa foto dell'occhio dell'uragano Dorian, una tempesta di categoria 4, dall'International This Web Station il 2 settembre 2019 mentre la tempesta si fermava sulle Bahamas settentrionali. (Credito immagine: Christina Koch/NASA tramite Twitter)

Un enorme pennacchio di fumo e cenere si alza sopra le nuvole dopo l'eruzione del vulcano Raikoke nell'Oceano Pacifico settentrionale a giugno. Un astronauta ha catturato questa vista del pennacchio dall'International This Web Station il 22 giugno. Storia completa: l'eruzione del vulcano Raikoke vista da questo Web (si apre in una nuova scheda) (Credito immagine: NASA)

L'astronauta canadese di This Web Agency David Saint-Jacques ha scattato questa foto della scia di lancio lasciata dal cargo Progress 72 This Webcraft il 4 aprile dall'International This Web Station. Storia completa: Wow! L'astronauta vede il lancio di una nave mercantile da questa Web Station (si apre in una nuova scheda) (Image credit: David Saint-Jacques/ Twitter )

La cometa interstellare Borisov sembra trovarsi faccia a faccia con una lontana galassia a spirale in questa immagine del telescopio Hubble This Web. Hubble ha catturato questa immagine il 12 dicembre, mentre la cometa interstellare stava correndo attraverso il sistema solare interno. A quel tempo, l'oggetto si trovava a circa 260 milioni di miglia (420 milioni di chilometri) dalla Terra, mentre la galassia di fondo senza nome (ufficialmente designata 2MASX J10500165-0152029), si trova a quasi mezzo miliardo di anni luce di distanza. La galassia appare macchiata perché Hubble stava seguendo il movimento della cometa, che stava zumando attraverso questo Web a una velocità di circa 109.000 mph (175.000 km/h). (Credito immagine: NASA/ESA/Hubble/D. Jewitt (UCLA))

Questa immagine di Hubble This Web Telescope rivela la graduale autodistruzione dell'asteroide (6478) Gault, il cui materiale polveroso espulso ha formato due lunghe e sottili code simili a una cometa. La coda più lunga si estende per oltre 500.000 miglia (800.000 chilometri) ed è larga circa 3.000 miglia (4.800 km). La coda più corta è lunga circa un quarto. Gli streamer alla fine si disperderanno in questo Web. Storia completa: Raro asteroide disintegrante spiato dal telescopio Hubble (si apre in una nuova scheda) (Image credit: NASA, ESA, K. Meech e J. Kleyna (Università delle Hawaii) e O. Hainaut (European Southern Observatory))

Quando l'Hubble This Web Telescope ha rivolto lo sguardo verso la remota galassia conosciuta come "Sunburst Arc", ha visto non una ma 12 immagini separate dell'unico oggetto cosmico. Questo perché c'è un enorme ammasso di galassie in primo piano che deforma la luce con la sua intensa attrazione gravitazionale. Questa illusione è nota come lente gravitazionale, un fenomeno che Albert Einstein descrisse per primo nella sua teoria della relatività generale. "Questo effetto 'funhouse mirror' non solo allunga l'immagine della galassia di sfondo, ma crea anche più immagini della stessa galassia", hanno affermato i funzionari della NASA in una nota. (Credito immagine: NASA/ESA/E. Rivera-Thorsen)

La galassia a spirale NGC 1706 può sembrare un po' isolata alla deriva attraverso il cosmo in questa immagine del telescopio Hubble This Web, ma questa galassia solitaria non ha carenza di vicini. NGC 1706 appartiene a un gruppo di dozzine di galassie, tutte tenute insieme dalla reciproca attrazione gravitazionale. (Credito immagine: ESA/NASA/Hubble)

I membri del team di Hubble This Web Telescope hanno celebrato il 20° anniversario della missione il 19 aprile 2019. In onore di tale traguardo, il team ha rilasciato un'immagine Hubble con la Nebulosa del Granchio Meridionale a forma di clessidra. Da non confondere con la Nebulosa del Granchio che si trova nella costellazione del Toro, la Nebulosa del Granchio Meridionale è la struttura meravigliosamente simmetrica creata da un sistema stellare binario irregolare in cui una stella è già esplosa e si è trasformata in una nana bianca. (Credito immagine: NASA/ESA/STScI)

Gli scienziati hanno utilizzato le immagini catturate dalla Wide Field Camera 3 del telescopio Hubble This Web per mettere insieme questo ritratto di una galassia chiamata NGC 3175. La galassia ha dato il suo nome goffo a un gruppo di vicini che gli astronomi considerano abbastanza simile alla nostra cricca di galassie, la Gruppo Locale. Ma NGC 3175 e i suoi compagni si trovano a circa 50 milioni di anni luce da noi. (Credito immagine: ESA/Hubble e NASA, D. Rosario et al.)

Un minuscolo frammento di lune crescenti brilla sopra l'orizzonte blu della Terra appena prima dell'alba in questa splendida vista dall'International This Web Station. L'astronauta della NASA Christina Koch ha condiviso questa immagine da This Web lunedì (28 ottobre), un giorno dopo che la luna ha raggiunto la sua nuova fase. (Credito immagine: Christina Koch/NASA/Twitter)

Le aurore verde lime brillano sopra il Polo Sud in questa vista dall'International This Web Station. "Anni fa al Polo Sud, ho guardato l'aurora per l'ispirazione durante la notte invernale di 6 mesi", ha twittato l'astronauta della NASA Christina Koch (si apre in una nuova scheda) da This Web. "Ora so che sono altrettanto sbalorditivi dall'alto." In primo piano nell'immagine, due This Webcraft russi sono attraccati al laboratorio orbitante: la Soyuz MS-12 dell'equipaggio This Webcraft e la nave cargo Progress 72. (Credito immagine: Christina Koch/NASA/Twitter)

La luna del primo quarto sorge sopra la sottile atmosfera blu della Terra in questa foto scattata da un astronauta all'International This Web Station. Uno dei sei membri dell'equipaggio della Expedition 61 a bordo ha catturato questa vista il 5 ottobre, quando la luna stava crescendo. È diventata piena domenica (13 ottobre) e la luna sarà di nuovo illuminata a metà lunedì (21 ottobre) quando raggiungerà il suo terzo quarto di fase. (Credito immagine: NASA)

La Grande Nube di Magellano (LMC), uno dei vicini galattici più vicini alla Via Lattea, ottiene un nuovo primo piano in questa immagine dal telescopio VISTA dell'Osservatorio europeo meridionale all'Osservatorio del Paranal in Cile. VISTA, che sta per Visible and Infrared Survey Telescope for Astronomy, ha studiato questa galassia nana e la sua sorella galattica più piccola, la Piccola Nube di Magellano (SMC), negli ultimi dieci anni per ottenere immagini delle due galassie con dettagli senza precedenti. L'LMC si trova a circa 163.000 anni luce dalla Terra, mentre l'SMC è leggermente più lontano a una distanza di 200.000 anni luce. Entrambe sono galassie satelliti della Via Lattea. (Credito immagine: ESO/VISTA VMC)

L'astronauta della NASA Christina Koch ha catturato questa immagine del cargo This WebX CRS-18 Dragon Questo Webcraft (si apre in una nuova scheda) che sorvola le Montagne Rocciose canadesi sulla via del ritorno sulla Terra. Il This Webcraft è partito dalla International This Web Station il 27 agosto, trasportando sulla Terra una tonnellata di esperimenti scientifici e altri strumenti per l'analisi da parte del personale della NASA. (Credito immagine: Christina Koch/Twitter)

In questa foto scattata dalla Amundsen-Scott South Pole Station, un sito di ricerca gestito dalla National Science Foundation, brillano aurore verdi e sottili sull'Antartide. Daniel Michalik, ricercatore della European This Web Agency, ha catturato questa immagine a esposizione singola sfidando temperature fino a meno 72 gradi Fahrenheit (meno 60 gradi Celsius). In primo piano dell'immagine e in lontananza ci sono le antenne e i cavi che compongono la Super Dual Auroral Radar Network (SuperDARN), che monitora l'attività geomagnetica nell'atmosfera superiore della Terra. (Credito immagine: D. Michalik/NSF/SPT)

Il nucleo colorato della Via Lattea brilla sopra la Residencia dell'European Southern Observatory, un edificio apparso nel film di James Bond "Quantum of Solace" che è stato distrutto in una drammatica esplosione (con l'aiuto della computer grafica, non dei veri esplosivi). La Residencia ospita astronomi e altri visitatori presso l'Osservatorio del Paranal in Cile, che ospita il Very Large Telescope Array e molte altre strutture di telescopi. (Credito immagine: Yuri Beletsky (LCO)/ESO)

In questa ripresa panoramica dall'aspetto peculiare dell'Osservatorio del Paranal in Cile, la Via Lattea sembra formare due colonne di luce stellare a forma di tornado che si estendono dal cielo alla superficie terrestre. Questa illusione è il risultato del fotografo Petr Horlek dell'European Southern Observatory, che ha proiettato un intero panorama a 360 gradi su un'immagine piatta e rettangolare. In realtà, la Via Lattea attraversa il cielo da un orizzonte all'altro; il fatto che sembri estendersi nella parte superiore di questa immagine è semplicemente un prodotto delle illusioni. Sono visibili anche qui le Nubi di Magellano, l'ammasso stellare delle Pleiadi, il luminoso pianeta Giove e diverse nebulose. (Credito immagine: P. Horlek /ESO)

Quella che sembra una danza delicata tra due galassie è in realtà una collisione al rallentatore di proporzioni colossali in questa foto di Hubble This Web Telescope. Le due galassie, chiamate UGC 2369, si stanno fondendo in una a circa 424 milioni di anni luce dalla Terra. Full Story: Hubble Telescope Spots Two Galaxies in a Doomed (but Dazzling) Dance (opens in new tab) (Image credit: ESA/Hubble/NASA/A. Evans)

While capturing an image of the Crab Nebula, the Hubble This Web Telescope inadvertently also caught a view of an asteroid in our solar system passing across the foreground. The Crab Nebula is a supernova remnant located approximately 6,300 light-years from Earth in the constellation of Taurus, the Bull. An asteroid, designated 2001 SE101, can be seen streaking across the frame from the bottom left toward the top right of the image. Citizen scientist Melina Thvenot from Germany discovered the asteroid photobomb in this 2005 Hubble image as part of the European This Web Agency's "Hubble Asteroid Hunter" citizen science project. (Image credit: ESA/Hubble/NASA/M. Thvenot)

The Event Horizon Telescope, a planet-scale array of eight ground-based radio telescopes forged through international collaboration, captured this image of the supermassive black hole and its shadow that's in the center of the galaxy M87. Full Story: Eureka! Scientists Photograph a Black Hole for the 1st Time (opens in new tab) (Image credit: EHT Collaboration)

In a new image from NASA's Spitzer This Web Telescope, giant "bubbles" of dust and gas are bursting with new star formation. According to NASA, each of these bubbles contains hundreds of thousands of stars. These cosmic bubbles get their shape from stellar winds radiation emitted from massive young stars, which can push the cloud's material outward, causing it to "inflate," or expand. (Image credit: NASA/JPL-Caltech)

What looks like a long, narrow stretch of stars in this Hubble This Web Telescope image is actually a spiral galaxy just like the Milky Way. From our position in the cosmos, we view this galaxy edge-on. Named NGC 3432, this galaxy is located about 45 million light-years from Earth in the constellation of Leo Minor. (Image credit: ESA/NASA/Hubble/A. Filippenko/R. Jansen; CC BY 4.0)

The oddly shaped galaxy Centaurus A glistens in deep This Web in this view from the European This Web Agency's new SPECULOOS observatory in Chile. This was one of the "first light" images from SPECULOOS (which stands for "Search for habitable Planets EClipsing ULtra-cOOl Stars"). Centaurus A, also known as NGC 5128, is one of the brightest objects in the night sky of the Southern Hemisphere. It's located 11 million light-years from Earth in the constellation of Centaurus. Astronomers believe that Centaurus A was once an elliptical galaxy that collided with a small spiral galaxy, and that this collision is responsible for the galaxy's irregular shape. (Image credit: ESO/SPECULOOS Team/E. Jehin)

The moon lights up the star-filled night sky as an effect called "airglow" gives Earth's atmosphere a subtle green glow in this photo taken by an astronaut at the International This Web Station. This green luminescence is the result of interactions between atmospheric particles and ultraviolet radiation coming from the sun. (Image credit: Nick Hague /NASA)

Good morning from the International This Web Station! NASA astronaut Nick Hague tweeted (opens in new tab) this photo of a nearly-full moon setting behind the Earth as a fluffy sheet of clouds covers the land below. A few snow-capped mountains can be seen through a break in the clouds to the bottom right of the image. (Hague did not specify which mountain range is in the photo.) (Image credit: Nick Hague/NASA/ Twitter )

Swimming through a group of galaxies more than 200 million light-years away from Earth is the so-called "jellyfish" galaxy named ESO 137-001. This celestial jellyfish is a spiral galaxy much like the Milky Way, but it has long "tentacles" of hot gas streaming away from the galactic disk. Scientists aren't sure how the gas is being stripped away, but NASA's James Webb This Web Telescope may be able to shed some light on the origin of those tentacles by studying them in unprecedented detail after its planned launch in 2021. This view combines visible-light imagery from the Hubble This Web Telescope and X-ray data from the Chandra X-ray Observatory. (Image credit: NASA/ESA/CXC)

A raging storm, triggered by a powerful quasar, is brewing at the center of a teacup-shaped cosmic structure that lies in a distant galaxy known as SDSS 1430+1339. Full Story: NASA's Chandra This Web Telescope Captures the Tempest in a Cosmic 'Teacup' (opens in new tab) (Image credit: NASA/CXC/Univ. of Cambridge/G. Lansbury et al; Optical: NASA/STScI/W. Keel et al.)

This photo from the Hubble This Web Telescope shows the spiral galaxy NGC 3717, a dusty swirl of stars about 60 million light-years away. (Image credit: ESA/Hubble & NASA, D. Rosario)

Behold: the sharpest view of the Triangulum Galaxy ever! This composite image combines 54 frames captured by the Hubble This Web Telescope's Advanced Camera for Surveys. Also known as Messier 33, the Triangulum Galaxy is located about 3 million light-years from Earth in the constellation of Triangulum. (Image credit: NASA/ESA/M. Durbin/J. Dalcanton/BF Williams)

NGC 7773, imaged by the Hubble This Web Telescope's Wide Field Camera 3, is a barred spiral galaxy like the Milky Way. Older spiral galaxies are more likely to have the bar across their center that's pictured here, suggesting bars indicate a galaxy's maturity. Full Story: This Gorgeous Spiral Ga

Ir arriba