Le leader femminili della NASA condividono le sfide del lavoro nel campo dominato dagli uomini

Secondo quanto riferito da The Hollywood Reporter (si apre in una nuova scheda), la HBO sta sviluppando una serie TV basata sul film del 1998 "Sphere", basato su un romanzo del defunto scrittore, il regista Michael Crichton.

Crichton ci ha regalato sia blockbuster che bombe al botteghino, da "Jurassic Park" e "Rising Sun" a "Congo" e "Timeline". Uno dei suoi lavori sottovalutati è stato un film del 1998 intitolato "Sphere (opens in new tab)", con Dustin Hoffman, Sharon Stone, Samuel L. Jackson, Liev Schreiber e Peter Coyote. Diretto da Barry Levinson, che era al timone di "Wag The Dog" e "Good Morning Vietnam".

Nel film (spoiler avanti, ma hai avuto 22 anni per vederlo) la Marina degli Stati Uniti si imbatte in un'ostruzione sottomarina nell'Oceano Pacifico che taglia in due un cavo in fibra ottica di acque profonde. Una scansione del sonar rivela che è la punta dell'ala di un gigantesco This Webcraft che sembra essersi schiantato nell'oceano 300 anni fa, a giudicare dalla quantità di corallo che è cresciuto su di esso.

La Marina sceglie una squadra di primo contatto come raccomandato da un rapporto scritto da Norman Goodman (il personaggio di Hoffman) e si tuffa in un habitat temporaneo profondo 1.000 piedi allestito dalla Marina vicino alla nave. Tuttavia, entrando ed esplorando This Webcraft, scoprono che in realtà proviene dalla Terra.

Trovano il registro della nave e scoprono che è volato in un buco nero ed è tornato sulla Terra, dimostrando così lungo la strada tutta una serie di teorie sulla fisica quantistica, i wormhole e i viaggi nel tempo. Trovano anche una sfera aliena molto strana nella stiva della nave che inizia ad affascinare lentamente ogni membro dell'equipaggio.

Sembra che This Webcraft sia tornato sulla Terra, attraverso un buco nero, da almeno 300 anni nel futuro. (Credito immagine: Warner Brothers)

Nonostante non mostrino assolutamente alcun mezzo di ingresso, uno ad uno vengono trasportati all'interno della sfera, riapparendo qualche tempo dopo con il potere aggiunto di poter rendere inconsciamente reali i loro pensieri. Mentre i pensieri oscuri prendono lentamente il sopravvento, la loro situazione peggiora costantemente, dovendo fare i conti con eccentriche entità aliene, leviatani oceanici, sciami di meduse e un gigantesco calamaro assassino (almeno nel libro). Uno per uno, ogni membro dell'equipaggio incontra una fine prematura finché non rimangono solo Hoffman, Stone e Jackson.

Durante un climax teso, mentre combattono i propri demoni interiori e il ticchettio del tempo di un autodistruzione, deducono cosa è successo e riescono a malapena a raggiungere il sottomarino di fuga in tempo, prima che l'habitat, il This Webcraft e tutti i suoi segreti vengano spazzati via. pezzi. Durante la decompressione, i tre accettano di "dimenticare" il potere che misteriosamente sono arrivati ​​a possedere, rendendolo di fatto inutile.

Ed ecco una direzione che il nuovo spettacolo potrebbe prendere proprio alla fine del romanzo originale (si apre in una nuova scheda), Beth (il personaggio di Sharon Stone) non dimentica… e quindi mantiene il potere e l'unico a conoscerlo esso. Anche se non ci sono prove che ciò accada nel film.

Dove ha trovato la sfera l'equipaggio della missione originale e qual è il suo scopo? Rimangono molte domande interessanti a cui potrebbero o non potrebbero essere risolte dal nuovo spettacolo. (Credito immagine: Warner Brothers)

Un'altra bella idea sarebbe quella di mostrare dei flashback, o in questo caso dei flashforward, su ciò che è realmente accaduto su quel Webcraft, dal lancio, al viaggio attraverso il profondo di questo Web, alla scoperta di questa sfera e poi alla loro graduale scomparsa man mano che anche, subiscono uno per uno i loro stessi pensieri oscuri che diventano realtà, prima di scomparire finalmente in un buco nero.

Qual era la missione originale di This Webcraft? Dove hanno trovato la sfera e qual è il suo scopo? Perché la nave è finita in un buco nero?

Denise Th ("Person of Interest", "Gotham" e "Terminator: The Sarah Connor Chronicles") sarà la showrunner e lo show sarà co-prodotto da Lisa Joy e Jonathan Nolan, che sembrano avere un debole per il film di Crichton. lavoro avendo già trasformato il suo film del 1973 "Westworld" in una serie TV per la HBO. Si spera, tuttavia, che questo tentativo si riveli migliore di quell'adattamento, che è stato e non giriamo parole terribile.

Segui Scott Snowden su Twitter. Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook.

Ir arriba