Le teste delle comete possono essere verdi, ma mai le loro code, lo studio scopre

La Nikon Z7 II è una fotocamera mirrorless full frame progettata per funzionare bene in una vasta gamma di generi fotografici ed è il successore della Nikon Z7. La sua risoluzione delle immagini fisse è di ben 45,7 MP, corrispondente a quella dell'equivalente DSLR della Nikon D850. Inoltre, registra video 4K60p per produrre filmati dall'aspetto fluido e altamente dettagliati.

Dotato di una connessione per obiettivo con innesto Z, funziona con tutti gli obiettivi Z ma è anche compatibile con gli obiettivi con innesto F quando si utilizza l'adattatore FTZ. La Nikon Z7 II ha una gamma ISO incredibilmente ampia da 64-25.600 che salta a 32-102.400 quando viene ampliata. Il mirino elettronico da 0,5 pollici e 3,69 k punti può essere bilanciato a colori e dispone di 11 diversi livelli di luminosità che possono essere controllati manualmente per una varietà di situazioni di ripresa.

ARTICOLI CORRELATI

Le migliori fotocamere per foto e video
Le migliori fotocamere per l'astrofotografia
Le migliori fotocamere mirrorless
Le migliori fotocamere per principianti
I migliori telescopi
I migliori binocoli

Considerando le sue caratteristiche piuttosto complete è ancora piuttosto sottile e leggero. Il corpo della fotocamera stesso pesa solo 615 g e ha dimensioni di 5,3 x 4 x 2,8 pollici, il che significa che si inserisce facilmente anche nella più piccola borsa o custodia per fotocamera.

La fotocamera è dotata di due slot per schede di memoria, uno che consente schede SD fino a UHS-II e l'altro XQD o CFexpress. Questo è particolarmente ricercato per i professionisti in cui perdere lo scatto di una vita perché una carta è danneggiata non è un'opzione. La Nikon Z7 II (si apre in una nuova scheda) offre agli utenti la possibilità di utilizzare le schede insieme per l'overflow dell'immagine (passando da una scheda all'altra) o per il backup (copiando le immagini e i video su entrambe le schede contemporaneamente). Facilmente, i due slot per schede possono essere utilizzati per ordinare le immagini RAW da JPEG o immagini fisse da video per accelerare il flusso di lavoro per gli sparatutto ibridi e gli editor di immagini.

Recensione Nikon Z7 II: Design

  • Lo schermo inclinabile è utile per tenere le mani sui pulsanti
  • L'impermeabilizzazione lo protegge dalle intemperie
  • Disposizione dei pulsanti inconfondibilmente Nikon

(Credito immagine: Jason Parnell Brookes)

Nel complesso, il design della Nikon Z7 II è molto simile all'originale Z7 e sembra molto simile a una Nikon DSLR in miniatura con posizionamenti dei pulsanti simili, controlli degli interruttori e ghiere di comando che sembrano attingere al design tradizionale di SLR e DSLR.

Per questo motivo, chiunque abbia già scattato con una Nikon dovrebbe sentirsi immediatamente a casa quando prende in mano questa fotocamera. Il suo design dovrebbe attrarre molti tipi di tiratori, dai fotografi naturalisti ai fotoreporter, dai cortometraggi amatoriali online ai videoregistratori professionisti.

Una parte fondamentale di ciò che rende il design della Nikon Z7 II così eccezionale per l'astrofotografia è il touchscreen posteriore inclinabile. All'inizio pensavamo che omettere uno schermo ad angolazione variabile sarebbe stato dannoso per l'esperienza di ripresa astronomica, ma in realtà uno schermo inclinabile è molto più ideale. Dal momento che non si piega e non si attorciglia, le mani rimangono vicine al corpo della fotocamera, con i pulsanti a portata di mano.

(Credito immagine: Jason Parnell Brookes)

Questa attenzione ai dettagli è fondamentale quando si scatta al buio e nega la necessità di torce luminose per navigare nelle impostazioni della fotocamera sul corpo quando si cerca di preservare la visione notturna, che è così preziosa per la scarsa illuminazione e l'astrofotografia.

Ottimo da usare di notte o di giorno, è anche completamente resistente alle intemperie. Ciò significa che i fotografi o i videografi non devono preoccuparsi di portare la fotocamera fuori in caso di pioggia, neve o condizioni polverose perché i componenti interni sono al sicuro dall'ingresso di materiale.

Recensione Nikon Z7 II: Funzionalità

  • I pulsanti Fn sulla parte anteriore del corpo aiutano la personalizzazione
  • L'indicatore della distanza lampeggia sullo schermo posteriore durante la messa a fuoco manuale
  • Uno schermo di visualizzazione dell'obiettivo compatibile aiuta a ottenere la messa a fuoco

(Credito immagine: Jason Parnell Brookes)

La Nikon Z7 II è tanto pragmatica quanto funzionale, con una serie di impostazioni chiave e controlli migliorati rispetto al modello precedente. Senza sentirsi sovraffollati, ci sono controlli su tutto il corpo della fotocamera con due importanti pulsanti Fn sulla parte anteriore della fotocamera utili per scorciatoie personalizzabili.

Si trovano esattamente dove cadono le dita quando si afferra il corpo della fotocamera con la mano destra e sono ideali per programmare funzioni specifiche per qualsiasi tipo di fotografia. Abbiamo sperimentato questo consentendo a un pulsante di aprire i controlli della luminosità dello schermo in quanto ciò rende più facile gestire la fotocamera quando si tenta di salvare la visione notturna.

Su alcuni obiettivi con innesto Z viene visualizzato un indicatore che consente agli utenti di passare dalle impostazioni della fotocamera alla distanza di messa a fuoco (Credito immagine: Jason Parnell-Brookes)

Quando si mette a fuoco manualmente (come si fa molto nel lavoro astronomico), una rotazione dell'anello di messa a fuoco fa apparire un indicatore sullo schermo posteriore che mostra la distanza di messa a fuoco selezionata. Anche se c'è un piccolo ritardo tra la svolta e la modifica dell'indicatore, questo è comunque estremamente utile per tenere traccia della messa a fuoco per garantire che i soggetti siano nitidissimi anche quando è difficile vederli sullo schermo. Ci aspettiamo che il piccolo ritardo sia idiosincratico del modello che abbiamo recensito o dovuto alla minore velocità dell'otturatore richiesta per le riprese notturne.

Alcuni obiettivi con innesto Z hanno uno schermo integrato direttamente nel barilotto dell'obiettivo stesso. Quindi, quando lo Z7 II è accoppiato con un obiettivo appropriato, possiamo accertare la messa a fuoco e le impostazioni della fotocamera da questo display senza rovinare la visione notturna dovendo fissare lo schermo posteriore o l'EVF.

Recensione Nikon Z7 II: prestazioni

  • Il rumore dell'immagine ad alti ISO è fantastico
  • L'anteprima dell'esposizione è una delle migliori
  • Il bilanciamento del bianco automatico è eccezionale

(Credito immagine: Jason Parnell Brookes)

Una cosa che spicca della Nikon Z7 II rispetto alla concorrenza è la sua superba gestione del rumore dell'immagine con ISO elevati. Nella nostra esperienza abbiamo scoperto che il rumore dell'immagine è quasi impercettibile fino a quando non abbiamo raggiunto circa ISO2500. Anche quando si insinua all'aumentare degli ISO, il rumore introdotto è lento e gestibile, molto semplice da rimuovere con alcuni software di riduzione del rumore in post-produzione.

Comporre scene su qualsiasi fotocamera in condizioni di scarsa illuminazione è complicato perché meno luce significa una visione più scura, rendendo più difficile livellare gli orizzonti e garantire che la messa a fuoco sia dove deve essere. Tuttavia, l'anteprima dell'esposizione sulla Z7 II è davvero fantastica, probabilmente la migliore di tutte le fotocamere che abbiamo utilizzato. Non c'è quasi alcun rumore dell'immagine durante la visualizzazione sullo schermo posteriore o sull'EVF, gli orizzonti sono chiaramente visibili e lo sono anche le stelle. Questo rende molto facile comporre scene e ingrandire stelle o piccoli punti luce per mettere a fuoco manualmente.

(Credito immagine: Jason Parnell-Brookes) Kit aggiuntivo

Obiettivo del kit: NIKKOR Z 24-70mm f/4 S

Miglior obiettivo grandangolare: NIKKOR Z 14-24mm f/2.8 S

Miglior obiettivo zoom: NIKKOR Z 70-200mm f/2.8 VR S

Tipo di batteria di scorta: EN-EL15c

Scheda di memoria: SD, SDHC, SDXC e XQD/CFexpress

In genere è estremamente difficile per le fotocamere sapere cosa fare con il bilanciamento automatico del bianco (AWB) quando si scatta in condizioni di scarsa illuminazione o per l'astrofotografia perché sono principalmente orientate allo scatto alla luce del giorno o con illuminazione interna continua. Tuttavia, siamo rimasti piacevolmente sorpresi dall'aspetto naturale dell'AWB sullo Z7 II durante l'acquisizione di astrofotografie. I colori appaiono naturali, come se stessimo guardando il cielo ad occhio nudo, ma è come se la fotocamera sapesse limitare anche la quantità di bagliore arancione dovuto all'inquinamento luminoso.

La fotocamera dispone di una modalità di ritardo dell'esposizione incorporata fino a tre secondi per evitare la sfocatura del movimento della fotocamera quando si preme il pulsante di scatto ma si utilizza un'esposizione lunga. Tuttavia, siamo rimasti sbalorditi nel trovare quanti scatti utilizzabili e nitidi che abbiamo ottenuto quando non lo usavamo. Questo è molto insolito e qualcosa che non abbiamo davvero sperimentato con altri sistemi di telecamere. Non eravamo del tutto sicuri di cosa stesse succedendo qui e ulteriori test necessari per individuare le ragioni esatte, ma sospettiamo che abbia qualcosa a che fare con la stabilizzazione dell'immagine interna a 5 assi che ha lo Z7 II.

Dovresti comprare la Nikon Z7 II?

Per prestazioni a 360 gradi e un'eccellente qualità dell'immagine full frame, la Nikon Z7 II è una scelta brillante. Con un miglior rapporto qualità-prezzo rispetto a molti dei suoi concorrenti, copre un'ampia gamma di funzioni, capacità e risoluzione dell'immagine che lo rendono adatto a qualsiasi tipo di fotografia.

Che si tratti di una fotocamera di cui hai bisogno per i primi piani commerciali, la fauna selvatica con obiettivo lungo, i ritratti perfetti o le straordinarie astrofotografie, la Nikon Z7 II è in grado di gestire qualsiasi cosa tu gli lanci. Abbinalo a uno dei tanti obiettivi con innesto Z o a un vecchio obiettivo con innesto F utilizzando l'adattatore FTZ e dovrebbe vederti bene in qualsiasi tipo di ambiente di ripresa, sia per foto che per film.

Se questo prodotto non fa per te

Il full frame è il punto in cui la qualità dell'immagine è al massimo perché un sensore più grande può fornire dettagli migliori, una migliore gamma dinamica e un rumore minimo dell'immagine. Tuttavia, coloro che non hanno bisogno dell'altezza vertiginosa di 45,7 MP possono optare per la Nikon Z6 II meno costosa, ma per il resto visivamente identica (si apre in una nuova scheda).

I principianti che non vogliono impegnare quel tipo di denaro per una fotocamera ma vogliono comunque un piede nella porta del full frame potrebbero voler scegliere la Nikon Z5 (si apre in una nuova scheda). Nella nostra recensione della Nikon Z5 abbiamo scoperto che, sebbene incline alla fotografia di immagini fisse piuttosto che ai video, è una delle fotocamere mirrorless full frame più economiche che puoi acquistare in questo momento.

I professionisti che trovano la Z7 II eccezionale ma vogliono spingersi ancora oltre dovrebbero dare un'occhiata alla nuova ammiraglia mirrorless, la Nikon Z9 (si apre in una nuova scheda). Ha la stessa risoluzione delle immagini fisse ma scatta a 120 FPS sorprendenti, dispone di autofocus ad apprendimento profondo, mirino "dal vivo" e capacità video 8K.

Ir arriba