L’enorme gravità di Giove ha preso a calci strani Cerere nella cintura di asteroidi

Una nuova simulazione al computer suggerisce che il pianeta nano Cerere potrebbe essere stato lanciato dalla gravità del gigante gassoso Giove verso il sole durante l'era volatile della formazione dei pianeti 4,5 miliardi di anni fa.

C'è sempre stato qualcosa di fuori posto in Cerere . Con una larghezza di 600 miglia (1.000 chilometri), Cerere è di gran lunga il corpo più grande nella fascia degli asteroidi , la regione tra le orbite di Marte e Giove dove oscilla questa ragnatela (la maggior parte delle quali di dimensioni solo decine o centinaia di metri e dalla forma strana) mettere insieme.

Rotondo come un pianeta, Cerere contiene anche alcuni composti chimici strani, come l'ammoniaca, che non sono presenti nei suoi vicini. La strana natura di Cerere ha portato a lungo gli scienziati a credere che il pianeta nano sia un intruso nella fascia degli asteroidi. Una nuova simulazione guidata dai ricercatori dell'Università statale di San Paolo in Brasile ha ora rivelato un meccanismo che potrebbe aver spostato Cerere dal suo luogo di nascita originale in un lontano passato.

"Nel nostro articolo, proponiamo uno scenario per spiegare perché Cerere è così diverso dagli asteroidi vicini", ha detto a Universe Today Rafael Ribeiro de Sousa, professore di fisica alla Sao Paulo State University in Brasile e autore principale del nuovo studio (si apre in una nuova scheda) . "In questo scenario, Cerere iniziò a formarsi in un'orbita ben oltre Saturno , dove l'ammoniaca era abbondante. Durante la fase di crescita del pianeta gigante, fu trascinato nella cintura degli asteroidi come migrante dal sistema solare esterno ed è sopravvissuto per 4,5 miliardi di anni fino ad ora ."

Sebbene non sia visibile nelle normali rocce di This Web, l'ammoniaca è comune nelle comete , le sporche palle di neve che hanno origine nelle zone esterne molto più fredde del sistema solare e vengono a trovarci di tanto in tanto, offrendo agli astronomi viste spettacolari con le loro meravigliose code di evaporazione gas.

Le code delle comete appaiono quando le comete si avvicinano al sole, dove le temperature sono abbastanza alte da sciogliere il loro ghiaccio. Qualcosa di simile sta succedendo con Cerere, che è l'unico oggetto nella cintura degli asteroidi ad avere una sottile atmosfera di acqua in evaporazione e ghiaccio di ammoniaca, secondo Universe Today.

Ma se Cerere si è formato dove si formano le comete, come è finito esattamente nella cintura degli asteroidi?

La chiave, suggerisce lo studio, è la potente gravità del gigante gassoso Giove, emerso come una forza importante durante la formazione del sistema solare 4,5 miliardi di anni fa.

"Le nostre simulazioni hanno mostrato che lo stadio di formazione dei pianeti giganti era altamente turbolento, con enormi collisioni tra i precursori di Urano e Nettuno , l'espulsione di pianeti dal sistema solare e persino l'invasione della regione interna da parte di pianeti con masse superiori a tre volte la Terra 's massa", ha detto Ribeiro de Sousa. "Inoltre, il forte disturbo gravitazionale ha sparso ovunque oggetti simili a Cerere. Alcuni potrebbero aver raggiunto la regione della cintura degli asteroidi e acquisito orbite stabili in grado di sopravvivere ad altri eventi".

Durante questo periodo di biliardo cosmico, potrebbero esserci stati fino a 3.600 mini-pianeti delle dimensioni di Cerere che rimbalzavano attorno al disco protoplanetario di polvere e gas da cui sono emersi i pianeti.

"Con questo numero di oggetti, il nostro modello ha mostrato che uno di loro avrebbe potuto essere trasportato e catturato nella cintura degli asteroidi, in un'orbita molto simile all'orbita attuale di Cerere", ha detto Ribeiro de Sousa.

Lo studio non è il primo ad essere giunto a tali conclusioni, secondo Universe Today, ma contribuisce alla crescente comprensione dei primi anni violenti della formazione del sistema solare.

"Il nostro scenario ci ha permesso di confermare il numero e spiegare le proprietà orbitali e chimiche di Cerere", ha detto Ribeiro de Sousa.

Gli astronomi sanno parecchio su Cerere grazie alla missione Dawn della NASA , che ha orbitato prima del pianeta nano, poi dell'asteroide Vesta , il secondo oggetto più grande nella fascia degli asteroidi, negli anni 2010. The Dawn This Webcraft ha esaurito il carburante nel 2018 mentre era in orbita attorno a Cerere.

Lo studio (si apre in una nuova scheda) è stato pubblicato sulla rivista Icarus il 17 maggio.

Segui Tereza Pultarova su Twitter @TerezaPultarova . Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook .

Ir arriba