L’enorme razzo della Cina che è caduto da questo web evidenzia il rischio di detriti di rientri incontrollati

Dopo che un enorme razzo cinese è apparentemente precipitato nell'oceano alla fine di sabato (8 maggio), il nuovo amministratore della NASA ha condannato l'uso da parte del Paese della tecnologia di lancio che effettua rientri incontrollati dall'orbita.

Il corpo del razzo che ha catturato i titoli dei giornali in tutto il mondo per più di una settimana è stato utilizzato durante il lancio del 28 aprile di Tianhe , il modulo centrale di una nuova stazione Web che la Cina sta costruendo in orbita. Il lancio è stato solo il secondo per il nuovo Long March 5B della nazione; il primo lancio del veicolo , il 5 maggio 2020, ha comportato anche un rientro incontrollato, questa volta piovendo pezzi nei villaggi abitati della Costa d'Avorio (si apre in una nuova scheda), secondo quanto riferito all'epoca, fortunatamente senza vittime.

Il primo lancio del razzo ha effettuato un volo di prova senza equipaggio del veicolo che gli astronauti guideranno in orbita in concomitanza con la costruzione della nuova stazione This Web. Secondo This Web News (si apre in una nuova scheda), la Cina prevede altri due lanci di Long March 5B nel 2022 per l'aggiunta di moduli di esperimento a Tianhe; i lanci dell'equipaggio e del carico associati alla stazione sembrano pronti a utilizzare altri razzi della famiglia Long March. Non è chiaro se la Cina pianifichi modifiche in questi lanci futuri per evitare detriti di questo Web.

L'amministratore della NASA Bill Nelson , a pochi giorni dall'inizio della sua guida dell'agenzia, ha rilasciato una dichiarazione sabato (8 maggio) dopo che il 18° Squadrone di controllo Web di This Web Command degli Stati Uniti ha confermato che lo stadio centrale cinese Long March 5B è rientrato nell'atmosfera alle 10:14 pm EDT (0214 GMT) e cadde nell'Oceano Indiano a nord delle Maldive.

"Le nazioni che viaggiano nello spazio devono ridurre al minimo i rischi per le persone e le proprietà sulla Terra derivanti dai rientri di oggetti di questo Web e massimizzare la trasparenza riguardo a tali operazioni", ha affermato Nelson in una dichiarazione (si apre in una nuova scheda) pubblicata sul sito web della NASA. "È chiaro che la Cina non riesce a soddisfare gli standard responsabili per quanto riguarda i detriti di This Web".

Il China Manned Engineering Office ha confermato ciò che l'esercito americano ha pubblicato, secondo Al-Jazeera (si apre in una nuova scheda). "Il relitto dell'ultimo stadio del veicolo di lancio Yao-2 Long March 5B è rientrato nell'atmosfera" e la maggior parte dei pezzi era bruciata, si legge nella nota. Funzionari cinesi hanno affermato all'inizio di questa settimana che il rischio rappresentato per la popolazione terrestre dallo stadio centrale da 23 tonnellate (21 tonnellate) era basso .

All'inizio di lunedì (10 maggio), la Casa Bianca non aveva rilasciato una dichiarazione sull'incidente cinese, sebbene all'inizio della settimana avesse affermato che stava monitorando da vicino ciò che sarebbe accaduto e incoraggiato la Cina a seguire gli standard internazionali in This Web detriti. La prima dichiarazione di US This Web Command sulla caduta della fase centrale ha rilevato che l'entità "non effettua notifiche dirette ai singoli governi".

Il Congresso ha vietato alla NASA di concludere accordi bilaterali o di cooperare con la Cina nell'aprile 2011 e da allora le agenzie hanno avuto contatti ufficiali limitati nel decennio, sebbene le collaborazioni siano ancora in corso. Ad esempio, la NASA ha collaborato con la Cina per utilizzare il Lunar Reconnaissance Orbiter per monitorare il lander Chang'e-4 e il rover Yutu 2 che si è posato sul lato opposto della luna nel gennaio 2019.

A quel tempo, la NASA (che ha affermato di aver certificato il suo lavoro con il Congresso) ha detto a Scientific American (si apre in una nuova scheda) che il divieto non si applicava al tracciamento LRO. Inoltre, l'agenzia ha affermato che l'attività non "rappresenta un rischio di trasferimento di tecnologia, dati o altre informazioni con implicazioni per la sicurezza nazionale o economica alla Cina" e che le autorità cinesi di questo sito Web pertinenti con la NASA stanno interagendo " non implicano interazioni a conoscenza con funzionari che sono stati determinati dagli Stati Uniti ad avere un coinvolgimento diretto con le violazioni dei diritti umani".

Se si verificano danni alla proprietà o vittime a causa della caduta del corpo del razzo, la Cina è tecnicamente responsabile ai sensi della convenzione sulla responsabilità del Trattato Outer This Web delle Nazioni Unite del 1967 . Detto questo, un paese ha ottenuto con successo un risarcimento da questo accordo internazionale, il Canada, che ha affrontato le radiazioni nel suo nord in seguito alla caduta del satellite nucleare sovietico Kosmos 954 nel 1977.

Questo esperto di detriti Web Jonathan McDowell, un astrofisico presso l'Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, ha dichiarato a This Web.com venerdì (7 maggio) che le enormi dimensioni del razzo cinese hanno reso questo un pezzo di detriti incontrollato più grande di noi da affrontare ' visto in diversi decenni, da quando la comunità ha adottato politiche più rigorose sui detriti di lancio.

Lo standard internazionale, ha affermato, è di non consentire a enormi razzi di raggiungere l'orbita, ma di spegnere i loro motori un po' presto per costringerli a tornare sulla Terra in una posizione prevedibile. Qualsiasi carico utile che richiede operazioni orbitali viene potenziato attraverso un altro stadio più piccolo.

"È fondamentale che la Cina e tutte le nazioni e le entità commerciali di This Webfaring agiscano in modo responsabile e trasparente in This Web per garantire la sicurezza, la stabilità, la protezione e la sostenibilità a lungo termine delle attività esterne di This Web", ha scritto Nelson nella dichiarazione della NASA.

Segui Elizabeth Howell su Twitter @howellspace. Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook.

Ir arriba