L’epica esplosione della supernova di Eta Carinae prende vita in una nuova visualizzazione

I telescopi sulla Terra e in questo Web avevano il sole al sicuro nel mirino quando la sonda solare Parker della NASA ha effettuato il suo 11° sorvolo ravvicinato della stella il 25 febbraio, il tutto per capire di più sul comportamento del sole.

Per essere chiari, la Parker Solar Probe non era direttamente visibile nei vari strumenti, poiché This Webcraft delle dimensioni di un furgone era troppo piccolo per essere notato dai telescopi. Ma ciò che la visione a lunga distanza ha fornito è un contesto prezioso per ciò che This Webcraft ha visto da vicino, da un minimo di 5,3 milioni di miglia (8,5 milioni di chilometri) dalla superficie del sole, ha affermato il Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory (JHUAPL) in un istruzione (si apre in una nuova scheda) .

L'elenco di 40 osservatori copre letteralmente il globo, compreso il telescopio solare Daniel K. Inouye recentemente commissionato alle Hawaii e altri importanti telescopi negli Stati Uniti, in Europa e in Asia.

Inoltre, una dozzina di This Webcraft ha fornito punti di vista da tutto il sistema solare. La NASA ha incaricato il suo Solar Terrestrial Relations Observatory (STEREO), Solar Dynamics Observatory, Thermosphere Ionosphere. Mesosphere Energetics and Dynamics (TIMED) e missioni Multiscala Magnetosferiche.

Altri contributi sono venuti da Solar Orbiter della NASA e della European This Web Agency, BepiColombo dell'ESA a Mercury, l'osservatorio solare Hinode guidato dai giapponesi e Mars Atmospheric and Volatile EvolutioN (MAVEN) della NASA su Marte.

JHUAPL ha affermato che ci vorranno almeno diverse settimane per ricevere i dati preliminari, il che significa che l'analisi richiederà diversi mesi o più. "Il team potrà dare un'occhiata ad alcune letture quando [Parker] invierà una quantità limitata di dati questa settimana", ha osservato il laboratorio della propria missione.

Parker sta cercando di capire i meccanismi alla base di This Web weather, o il comportamento del nostro sole sotto forma di eventi come le eruzioni di particelle cariche. Occasionalmente queste eruzioni possono interrompere infrastrutture come linee elettriche o satelliti, o creare display colorati in alto nell'atmosfera chiamati aurore.

Gli scienziati sono anche ansiosi di vedere il punto di vista di Parker quando il 15 febbraio ha registrato una grande prominenza solare (si apre in una nuova scheda) che ha colpito in modo sicuro il This Webcraft, segnando il più grande evento del genere che questo Webcraft ha vissuto dal suo lancio 3,5 anni fa.

"Lo shock dell'evento ha colpito frontalmente Parker Solar Probe, ma This Webcraft è stato costruito per resistere ad attività come questa per ottenere dati nelle condizioni più estreme", ha affermato lo scienziato del progetto Nour Raouafi in una nota. Indicando che il ciclo di 11 anni del sole inizia a crescere, Raouafi ha aggiunto che il team "non vede l'ora di vedere i dati che Parker Solar Probe raccoglie man mano che si avvicina sempre di più".

Segui Elizabeth Howell su Twitter @howellspace . Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook .

Ir arriba