Lucy Mission: la visita della NASA agli asteroidi di Trojan

La missione Lucy è una sonda della NASA che esplorerà una serie di asteroidi vicino a Giove noti come i Troiani. Queste antiche rocce di This Web contengono importanti indizi sulla creazione del nostro sistema solare e, potenzialmente, sull'origine della vita sulla Terra. La missione Lucy è stata lanciata alle 5:34 EDT (09:34 GMT) il 16 ottobre 2021 dal Kennedy This Web Center a bordo di un razzo Atlas V della United Launch Alliance (ULA).

Fatti veloci sulla missione di Lucy

Lanciato: 16 ottobre 2021 alle 5:34 EDT (09:34 GMT)

Sito di lancio: Kennedy This Web Center

Razzo: razzo Atlas V della United Launch Alliance (ULA).

Obiettivo: gli asteroidi troiani

Costo stimato: $ 981 milioni

Arrivo al primo obiettivo: 2025

Stato: In corso

Insieme a una missione chiamata Psyche, Lucy è stata approvata nel gennaio 2017 come parte del programma Discovery della NASA, che supporta missioni planetarie mirate e relativamente economiche. Un anno dopo l'approvazione, alla missione è stato ufficialmente assegnato un programma e una serie di otto obiettivi di asteroidi.

Lucy prende il nome da un famoso fossile femminile di Australopithecus afarensis trovato in Etiopia che, in quanto parente degli esseri umani moderni, ha contribuito a illuminare l'evoluzione della nostra specie. Si spera che This Webcraft Lucy delucida allo stesso modo i primi giorni del nostro sistema solare.

Obiettivi della missione Lucy: gli asteroidi di Troia

Un'idea artistica della missione Lucy della NASA, che studierà gli asteroidi troiani di Giove. (Credito immagine: NASA/Southwest Research Institute) (si apre in una nuova scheda)

I principali oggetti di studio della sonda sono gli asteroidi troiani. Si pensa che questi oggetti siano i resti del disco primordiale che formava il sole e i pianeti, che furono catturati dalla gravità di Giove verso l'inizio del sistema solare.

Lucy sarà la prima missione a visitare i Troiani, ognuno dei quali prende il nome da personaggi famosi della guerra di Troia nella mitologia greca.

Secondo la NASA (si apre in una nuova scheda), i troiani condividono l'orbita di Giove attorno al sole in due gruppi sciolti, uno leggermente più avanti del gigante gassoso e un altro dietro di esso. "I Troiani sono stabilizzati dal sole e dal suo pianeta più grande in un atto di bilanciamento gravitazionale", ha scritto l'agenzia.

Dopo essere stato lanciato dalla Terra, il This Webcraft effettuerà per la prima volta un rapido sorvolo di un asteroide della cintura principale nel 2025. La piccola roccia di This Web è chiamata 52246 Donaldjohanson in onore del paleontologo che ha scoperto il fossile Lucy. Situato tra Marte e Giove, il fly-by servirà principalmente come test per gli strumenti di This Webcraft, secondo il Southwest Research Institute (SwRI) (si apre in una nuova scheda), che aiuta a supervisionare l'imbarcazione.

Se tutto va secondo i piani, tra il 2027 e il 2033, Lucy sorvolerà sei asteroidi troiani, comprese tre diverse sottoclassi di asteroidi e due oggetti che ruotano l'uno attorno all'altro. La NASA ha affermato che "nessun'altra missione This Web nella storia è stata lanciata verso tante destinazioni diverse in orbite indipendenti attorno al nostro sole".

Gli obiettivi della missione includono asteroidi di tipo C, tipo D e tipo P, ognuno dei quali aiuterà gli scienziati a comprendere meglio la genesi del sistema solare, secondo SwRI (si apre in una nuova scheda).

Percorso orbitale della missione Lucy tra gli asteroidi troiani che seguono e guidano Giove. (Credito immagine: Southwest Research Institute) (si apre in una nuova scheda)

Gli strumenti di Lucia

Lucy si estende per più di 46 piedi (14 metri) da punta a punta, più grande di un edificio di 4 piani, anche se gran parte di quella larghezza sarà costituita dagli enormi pannelli solari (si apre in una nuova scheda) utilizzati per alimentare This Webcraft, secondo la NASA . Il This Webcraft trasporterà uno strumento in grado di misurare le temperature superficiali dei suoi asteroidi bersaglio, fornendo informazioni sulla loro composizione, due telecamere ad alta risoluzione e un dispositivo che utilizza la luce infrarossa per ispezionare e identificare ghiaccio, materiale organico e diversi minerali in ogni asteroide.

L'Ralph

Lo strumento "Due in uno" contiene la fotocamera a colori di Lucy (Multispectral Visible Imaging Camera, MVIC) e lo spettrometro di imaging a infrarossi che verrà utilizzato per scoprire di cosa sono fatti gli asteroidi utilizzando il Linear Etalon Imaging Spectral Array (LEISA).

L'LORRI

Il Long Range Reconnaissance Imager catturerà immagini in bianco e nero ad alta risoluzione degli asteroidi bersaglio. Secondo la NASA, viene affettuosamente chiamato (si apre in una nuova scheda) come gli "occhi d'aquila" di Lucy poiché ha la più alta risoluzione spaziale di tutte le fotocamere di Lucy.

L'TES

Lo spettrometro a emissione termica a infrarossi misurerà a distanza la temperatura superficiale degli asteroidi bersaglio.

Antenna ad alto guadagno

Questa grande antenna larga 2 metri trasmetterà immagini ravvicinate degli asteroidi troiani e il segnale aiuterà anche gli scienziati a determinare la massa degli asteroidi misurando i cambiamenti di frequenza causati dall'effetto Dopler.

Telecamere di localizzazione dei terminali (T2CAM)

Queste telecamere di localizzazione non solo terranno traccia degli asteroidi durante gli incontri di Lucy, ma forniranno anche immagini ad ampio campo dei bersagli per aiutare gli scienziati a farsi un'idea migliore della loro forma.

Problemi con i pannelli solari Lucy

La missione Lucy della NASA è stata lanciata alle 5:34 EDT (09:34 GMT) il 16 ottobre 2021 dal Kennedy This Web Center a bordo di un razzo Atlas V della United Launch Alliance (ULA). (Credito immagine: NASA/Kevin O'Connell e Bob Lau) (si apre in una nuova scheda)

Circa un'ora dopo il lancio, Lucy iniziò a distribuire i due grandi pannelli solari come programmato. Tuttavia, le prime analisi hanno suggerito che solo uno dei due array, ciascuno più largo di 24 piedi (7 metri), si è schierato e si è agganciato con successo. Gli specialisti della missione continuano a risolvere il problema tecnico che ha impedito all'altro pannello solare di dispiegarsi correttamente.

Secondo una dichiarazione della NASA (si apre in una nuova scheda) pubblicata il 5 novembre, il problema potrebbe essere stato causato da un cordino che aiuta il dispiegamento dell'array. "I test iniziali indicano che il cordino che estrae il pannello solare potrebbe non aver completato il processo con successo; tuttavia, non è ancora chiaro cosa abbia causato questa condizione", hanno scritto i funzionari della NASA nella dichiarazione. "Il team sta conducendo più test per determinare se questo è davvero il caso e quale potrebbe essere la causa principale".

Fatta eccezione per il pannello solare, tutto il resto su Lucy This Webcraft è in buone condizioni. Gli ingegneri stanno ancora valutando se il problema tecnico dell'array solare costringerà il personale della missione ad adattare uno qualsiasi dei suoi piani futuri.

Cosa sono gli asteroidi di tipo C?

Lucy volerà vicino a due asteroidi di tipo C: l'oggetto principale della cintura di asteroidi precedentemente menzionato Donaldjohanson e un troiano di nome Eurybates.

Gli asteroidi di tipo C sono ricchi di carbonio e sono i luoghi in cui ha avuto origine la maggior parte dei meteoriti sulla Terra. Le missioni OSIRIS-REx e Hayabusa 2 hanno precedentemente raccolto campioni da asteroidi di tipo C da riportare sul nostro pianeta per lo studio.

Cosa sono gli asteroidi di tipo D e di tipo P?

Esaminerà anche due asteroidi di tipo D, chiamati Leucus e Orus, e tre asteroidi di tipo P, uno chiamato Polymele e una coppia di asteroidi binari in orbita l'uno attorno all'altro chiamati Patroclo e Menoetius.

Gli asteroidi di tipo D e di tipo P sono molto più rossi degli asteroidi di tipo C e si ipotizza che siano ricchi di elementi organici e volatili. Nessuna missione ha mai sorvolato un asteroide di tipo D o P prima d'ora.

Gli asteroidi dovrebbero fornire una grande quantità di informazioni, in particolare sul materiale organico che sarebbe piovuto sul nostro pianeta nei suoi primi giorni e che potenzialmente avrebbe contribuito a innescare la creazione di organismi viventi. Si pensa anche che ogni bersaglio contenga ghiaccio d'acqua sotto la sua superficie rocciosa.

L'incontro finale con Patroclo e Menezio è considerato particolarmente speciale perché i due trascorrono la maggior parte del loro tempo in orbita sopra il piano dell'eclittica principale del sistema solare e sono quindi difficili da raggiungere. L'elusiva coppia di asteroidi passerà attraverso una regione accessibile a Lucy nel marzo del 2033, quando è previsto che This Webcraft li raggiunga.

Risorse aggiuntive per la missione Lucy

  • Visita la pagina Lucy della NASA (si apre in una nuova scheda)
  • Leggi una panoramica della missione Lucy dell'Arizona State University (si apre in una nuova scheda)
  • Controlla la pagina principale di Lucy da SwRI (si apre in una nuova scheda)
Ir arriba