Maggiore questo web telescopi

Questo Web.com ha compilato un elenco dei principali osservatori attualmente attivi per questa astronomia basata sul Web. L'elenco esclude rover, orbiter e sonde planetarie che non effettuano le tradizionali osservazioni al telescopio.

  • Storia principale: La taglia di questo telescopio web alimenta l'età d'oro dell'astronomia

Di seguito le voci chiave: nome del telescopio/agenzia/anno di lancio/lunghezze d'onda/bersagli primari

HubbleThis Web Telescope / NASA, ESA / 1990 / Visibile, UV, Near-IR / Deep This Web Objects

Il nonno dei telescopi This Web, Hubble, osserva dall'orbita terrestre da più di 19 anni. Hubble, il primo dei Grandi Osservatori della NASA, ha rivoluzionato l'astronomia, fornendo immagini straordinarie di innumerevoli oggetti cosmici e offrendo agli astronomi le loro visioni più lontane dell'universo con Hubble Deep Field e Ultra Deep Field. Hubble ha fatto luce sulla scala dell'universo, sul ciclo di vita delle stelle, sui buchi neri e sulla formazione delle prime galassie. Attualmente ricevendo il suo quinto e ultimo restyling, Hubble dovrebbe durare almeno altri cinque anni, si spera sovrapponendosi al suo successore, il James Webb This Web Telescope.

Osservatorio a raggi X Chandra / NASA / 1999 / Raggi X / Varie

Il terzo dei quattro Grandi Osservatori della NASA, Chandra è il telescopio a raggi X più potente del mondo. Chandra, dal nome del fisico indiano-americano Subrahmanyan Chandrasekhar, esamina i raggi X emessi da alcuni degli oggetti più strani dell'universo, inclusi quasar, immense nubi di gas e polvere e particelle risucchiate nei buchi neri. I raggi X vengono prodotti quando la materia viene riscaldata a milioni di gradi. Chandra ha collaborato diverse volte con altri telescopi, incluso Hubble, per acquisire immagini composite di galassie e altri abitanti del cosmo. Ha trovato buchi neri precedentemente nascosti, ha fornito osservazioni del buco nero supermassiccio della Via Lattea, il Sagittario A*, e ha persino scattato le prime immagini a raggi X di Marte.

SpitzerThis Web Telescope / NASA / 2003 / IR / Oggetti lontani e vicini

Spitzer è stato l'ultimo dei Grandi Osservatori ad essere lanciato e raccoglie la radiazione infrarossa emanata da oggetti cosmici, comprese galassie lontane, buchi neri e persino comete nel nostro sistema solare. (La radiazione infrarossa è difficile da osservare da terra perché è in gran parte assorbita dall'atmosfera terrestre.) Spitzer è stato il primo telescopio a vedere la luce di un esopianeta, cosa che originariamente non era stato progettato per vedere; ha preso le temperature dei cosiddetti "hotJupiters" e ha scoperto che non tutti sono veramente caldi. Spitzer sta per utilizzare l'ultimo liquido di raffreddamento a elio che ha mantenuto i suoi strumenti refrigerati negli ultimi 5,5 anni. Gli strumenti di Spitzer saranno in grado di funzionare per altri due anni, mentre Herscheltelescope della European This Web Agency è progettato per riprendere da dove Spitzer si era interrotto.

HerschelThis Web Observatory / ESA & NASA / 2009 / Far-IR / Varie

Herschel è stato lanciato su This Web il 14 maggio, insieme al telescopio Planck. Herschel sarà il più grande e potente telescopio a infrarossi, che osserva le lunghezze d'onda dal lontano infrarosso al sub-millimetro di luce generate da alcuni degli oggetti più freddi in questo Web. Herschel è progettato per cercare l'acqua, sia nelle comete vicine che nelle nubi di polvere lontane, e sarà scruta anche nel grembo della formazione stellare. Gli astronomi si aspettano di intravedere le piccole stelle nell'atto di formarsi? qualcosa che non erano mai stati in grado di vedere. Come il suo predecessore Spitzer, anche Herschel darà un'occhiata ad alcuni esopianeti.

Osservatorio Planck / ESA / 2009 / Microonde / Cosmic Microonde Background

Il partner di lancio di Herschel, l'Osservatorio Planck, si concentrerà sulla luce a microonde dell'universo. Planck esaminerà i resti della prima luce a brillare liberamente nell'universo, il Fondo cosmico a microonde (CMB). Planck seguirà le orme del Cosmic Background Explorer (COBE) e del WMAP della NASA, mappando il CMB e fornendo le misurazioni più dettagliate delle variazioni di temperatura nella luce residua. Planck sonderà anche i misteri della materia oscura e dell'energia oscura e mapperà il campo magnetico della Via Lattea in 3-D.

Missione Keplero / NASA / 2009 / Visibile / Pianeti extrasolari

Un'altra novità nella scena di questo Web è Kepler, il nuovo telescopio per la caccia ai pianeti della NASA che cercherà specificamente altri pianeti simili alla Terra nella galassia. Keplero cercherà variazioni caratteristiche nella luce da un gruppo target preselezionato di 100.000 stelle. I cali di luce delle stelle possono indicare un pianeta che passa davanti alla stella (dal punto di vista della Terra). Gli astronomi sperano che il riempimento di Keplero trovi pianeti nelle zone abitabili delle stelle, dove le temperature sono giuste per l'esistenza dell'acqua liquida. Dopo essersi sistemato nella sua nuova sede orbitale, Keplero ha ufficialmente iniziato la sua ricerca a maggio. La prima luce del telescopio è arrivata il 16 aprile.

FermiGamma-ray This Web Telescope / NASA / 2008 / Gamma-ray / Varie

Fermi (ex GLAST) si è unito ai ranghi dei telescopi This Web la scorsa estate e ha già offerto agli astronomi la loro migliore visione in assoluto dell'energia più estrema del cosmo: i raggi gamma. I raggi gamma possono rivelare alcuni degli eventi più energici e misteriosi dell'universo, inclusi la materia oscura, i buchi neri e le pulsazioni rotanti. Non più dopo essere arrivato in orbita, ci è voluta una mappa di tutto il cielo che mostrava i raggi gamma da numerose sorgenti, incluso il nostro sole. Il team di Fermi ha utilizzato la mappa per creare un elenco delle "5 migliori" sorgenti di raggi gamma. Fermi ha anche rilevato il lampo di raggi gamma a più alta energia mai realizzato.

SwiftGamma Ray Burst Explorer / NASA / 2004 / Raggi gamma, raggi X, UV, visibili /Vari

Come Fermi, anche Swift scansiona il cielo alla ricerca di raggi gamma, in particolare cercando i gamma-rayburst (GRB), le esplosioni più potenti dell'universo. I GRB lampeggiano per pochi secondi prima di scivolare in un bagliore residuo di raggi X, ultravioletti e luce visibile. Swift è in grado di rilevare un GRB e, in un minuto, puntare sull'evento per osservazioni rapide, con i suoi strumenti che seguono mentre la luce dell'esplosione si muove attraverso lo spettro. Nel 2007, Swift ha individuato un GRB con il bagliore residuo più lungo mai registrato, più di 125 giorni. Swift ha anche registrato l'esplosione cosmica più distante mai vista, un'esplosione di raggi gamma da una stella morta quando l'universo aveva solo 630 milioni di anni, o meno del 5% della sua età attuale.

INTEGRAL/ ESA / 2002 / Raggi gamma, Raggi X, Visibile / Vari

L'International Gamma-Ray Astrophysics Laboratory dell'ESA è stato il primo osservatorio Web in grado di osservare contemporaneamente oggetti nei raggi gamma, nei raggi X e nella luce visibile. INTEGRAL, come Fermi e Swift, ha il compito di cercare lampi di raggi gamma, ma tiene anche d'occhio le esplosioni di supernova e scruta le regioni dell'universo che si pensa contengano buchi neri. Gli astronomi sperano che le osservazioni di Integral li aiuteranno a saperne di più su come si formano gli elementi quando una stella muore e potrebbero aiutarci a capire meglio il massiccio buco nero in agguato al centro della nostra galassia.

XMM-Newton/ ESA / 1999 / Raggi X / Varie

Passando a lunghezze d'onda più corte nello spettro elettromagnetico, abbiamo la missione X-rayMulti-Mirror? Newton, chiamato in onore di Sir Isaac Newton. Gli strumenti di XMM-Newton gli consentono di effettuare osservazioni lunghe e ininterrotte; può rilevare più sorgenti di raggi X di qualsiasi satellite precedente. XMM-Newton ha scoperto galassie rilevate a miliardi di anni luce dalla Terra, ha osservato magneti (uno strano tipo di stella di neutroni) e regioni di formazione stellare e ha studiato cosa accade dentro e intorno ai buchi neri.

GALEX /NASA / 2003 / UV / Galassie

La missione principale del GalaxyEvolution Explorer della NASA è aiutare a comprendere meglio la formazione delle galassie. Studia la forma, la luminosità, la dimensione e la distanza delle galassie oltre l'universo. Dal suo lancio, GALEX ha ripreso più di mezzo miliardo di oggetti in due terzi del cielo. La prima osservazione del telescopio, del cielo nella costellazione di Ercole, è stata dedicata all'equipaggio del This Web Shuttle Columbia. GALEX ha rilevato la formazione di stelle in regioni inaspettate dell'universo e ha individuato Mira, una stella più antica in rapido movimento chiamata gigante rossa.

COROT /CNES & ESA / 2006 / Visibile / Pianeti extrasolari

Ora torniamo indietro allo spettro delle lunghezze d'onda che noi umani possiamo vedere. La missione ConvectionRotation and Planetary Transits ha due obiettivi: cercare pianeti extrasolari che orbitano vicino al loro sole e condurre una sismologia stellare. COROT ha individuato il suo primo esopianeta nel 2007. All'inizio di quest'anno, gli scienziati di COROT hanno avanzato un'affermazione controversa secondo cui il telescopio aveva scoperto il più piccolo esopianeta conosciuto. Nel 2008, ha trovato un oggetto che secondo gli scienziati potrebbe essere una nana bruna (una stella fallita) o un pianeta.

Osservatorio solare ed eliosferico / NASA ed ESA / 1995 / Ottico-UV, magnetico /Sole e vento solare

Mentre altri telescopi sono impegnati a guardare le stelle lontane, SOHO è concentrato sul nostro. SOHO è stato progettato per studiare la struttura e la dinamica dell'interno del sole, così come il vento solare, il flusso di particelle cariche espulse dall'atmosfera superiore del sole. Comprendere questi fenomeni solari è la chiave per fare previsioni migliori sul tempo di questo Web, come i brillamenti solari, che possono influenzare le reti elettriche e le reti di comunicazione qui sulla Terra. Ad oggi, SOHO ha preso le prime immagini della zona di convezione del sole, ha mostrato la struttura delle macchie solari sotto la superficie del sole e ha scoperto nuovi fenomeni, come i tornado solari. SOHO ha anche individuato 1.500 nuove comete.

STEREO /NASA / 2006 / Visibile, UV, Radio / Espulsioni di massa solare e coronale

Un altro osservatore solare, la missione STEREO (Solar Terrestrial Relations Observatory) è in realtà due distinti Questo Webcraft che dopo il lancio si è allontanato in modo che uno segua la Terra e l'altro la conduca. Queste posizioni consentono l'imaging stereoscopico del Sole e dei fenomeni solari. STEREO ha acquisito immagini 3D di tempeste solari note come Espulsioni di massa coronale (CME). Queste potenti eruzioni solari sono una delle principali fonti di interruzioni magnetiche sulla Terra, interrompendo le operazioni dei satelliti, le comunicazioni e i sistemi energetici.

Altre missioni

Ci sono ovviamente altre missioni perseguite dalla NASA, dall'ESA e da altre agenzie di This Web; alcune sono già attivate e This Web, mentre altre sono solo in fase di pianificazione.

Una delle grandi missioni che gli scienziati stanno anticipando è il James Webb This Web Telescope, che sarà il successore di Hubble. In effetti, "è progettato specificamente per basarsi sull'eredità di Hubble", ha affermato Jon Morse, direttore della divisione di astrofisica della NASA.

Cercherà la luce delle prime stelle e galassie che si sono formate nell'universo dopo il Big Bang per capire meglio come si formano le stelle e i sistemi stellari. Il progetto ha incontrato alcuni ritardi e sforamenti dei costi e il lancio del telescopio è attualmente previsto nel 2013.

"Sarà un decennio di astronomia di frontiera con JWST", ha detto Morse.

Ma JWSTi non è l'unico telescopio in lavorazione, e Morse si aspetta che questa età dell'oro continui per un po' di tempo.

"Ci saranno continuamente cose interessanti da fare con missioni di tutte le dimensioni, quindi non vedo l'ora di avere un portafoglio entusiasmante nei prossimi decenni", Morsesaid.

  • Storia principale: La taglia di questo telescopio web alimenta l'età d'oro dell'astronomia
Ir arriba